Dall’1 marzo Spotify bloccherà tutti gli AdBlock con Ban dell’Account

0

Cambio delle regole da marzo per chi utilizza un AdBlock per bloccare le pubblicità su Spotify con ban e sospensione temporanea dell’account per chi viola le leggi

Dall’1 marzo Spotify bloccherà tutti gli AdBlock con Ban dell’Account

Nuovo giro di vite di Spotify con un attacco diretto a tutti gli utenti che utilizzano gli adblocker per bloccare le pubblicità del servizio di streaming musicale più diffuso al mondo.

Infatti dall’1 marzo 2019 si inaspriscono le pene inferte da Spotify a chi utilizza metodi per bloccare le pubblicità con controlli più serrati che porteranno al ban definitivo o temporale dell’account per chi ne fa uso incessante.

Infatti ad ora, nella versione gratuita, ogni 30 minuti di musica, è necessario vedere un breve spot per avere altri 30 minuti di musica gratis. Proprio per eludere, bloccare e saltare la pubblicità di Spotify, esistono decine di metodi illegali, ma tra meno di un mese sarà impossibile utilizzarli pena il blocco dell’account.

Nella nota ufficiale di Spotify pubblicata c’è scritto:

Ogni comportamento volto a eludere o bloccare la pubblicità visibile nei servizi Spotify, così come la creazione e la condivisione di programmi creati a questo scopo saranno passibili di ban.

La soluzione che adotterà Spotify è quello di disattivare temporaneamente gli account finché l’utente non rimuove il software che si occupa di aggirare la pubblicità, pena il blocco definitivo.

Per il servizio di streaming, ci sono oltre 2 milioni di utenti che utilizzano questi sistemi truffaldini, e mira ad bloccare tutti quei metodi per utilizzare l’app Premium di Spotify senza pagare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here