Denuvo appesantisce tutti i giochi, ora è ufficiale

0

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

Denuvo non serve quasi a niente: non rende i giochi impossibile da crackare e in più li appesantisce tutti, peggiorandone le prestazioni

Denuvo non serve a niente

Quello che tutti i giocatori PC hanno sempre pensato è diventato finalmente (quasi) ufficiale: il sistema di protezione Denuvo non solo non rende i giochi impossibili da crackare, ma in più li appesantisce così tanto da peggiorarne le prestazioni su computer.

Da sempre molto giocatori hanno sostenuto che il DRM limiterebbe in modo sensibile le prestazioni dei giochi, che finirebbero per essere quindi castrati e limitati a livello di framerate e di caricamenti in-game.

Quella che però fino ad oggi era solo un’ipotesi, un’accusa senza dati precisi e dimostrati, si è trasformata finalmente in un dato certo e indiscutibile. 

L’utente Youtube “Overlord Gaming” ha infatti testato alcuni giochi con e senza l’implementazione di Denuvo e i risultati emersi confermano l’ipotesi che ormai i giocatori PC portano avanti da tempo: Denuvo rallenta i giochi in cui è stato implementato.

Di che giochi parliamo?

Secondo i test, Dishonored 2, Lords of the Fallen, Bulletstorm, Life is Strange: Before the Storm, Moto Racer 4, RiMe, e Deus Ex: Mankind Divided girano tutti a prestazioni più alte una volta rimossa la protezione di Denuvo.

Si potrebbe sostenere che i miglioramenti potrebbero essere dovuti ad altre ottimizzazioni oltre alla rimozione di Denuvo, ma i risultati sono piuttosto coerenti e riguardano una moltitudine di giochi.

Ecco i risultati dei test:

In determinati casi, i risultati sono davvero sorprendenti:

  • Lords of the Fallen passa da 53fps di media a ben 70fps
  • Mass Effect: Andromeda passa da 46fps di media con il DRM a 67fps senza la tecnologia protettiva Denuvo

In tutte le circostanze, inoltre, si nota un netto miglioramento nei tempi di caricamento dei giochi.

In conclusione

Insomma, il test conferma che Denuvo rallenta i giochi, li appesantisce e ne peggiora in modo evidente le prestazioni su PC. 

Sembra dunque che i giocatori PC avessero ragione nel protestare contro il noto programma anti-tamper. Ora non ci resta che attendere e vedere quale sarà la decisione dei publisher sull’argomento: continueranno a usare Denuvo o lo abbandoneranno?

E in tutto questo non dimentichiamo che comunque i giochi protetti da Denuvo prima o poi vengono crackati. 

Certo, magari gli hacker non sbloccano subito al day-one i giochi protetti da Denuvo, ma quanto ha senso implementare questo sistema di protezione che, per tenere lontani gli hacker e i pirati, peggiora l’esperienza di gioco di chi i titoli li compra regolarmente? Non sarebbe ora di trovare una soluzione alternativa e meno impattante a livello di prestazioni dei giochi?

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here