SEGUI il canale Telegram Offerte di YourLifeUpdated: sconti esclusivi su Amazon e Gearbest ogni giorno selezionati per te! 

Google acquisisce il team di HTC che ha lavorato sui Pixel: c’è già l’annuncio dell’acquisizione. HTC cede la divisione mobile dei Pixel a Google

Google Compra il team Pixel di HTC: c’è l’annuncio

Finalmente ci siamo: dopo le voci degli scorsi giorni, ora la notizia è ufficiale e abbiamo anche conferma da parte delle due aziende.

Google compra la divisione mobile di HTC che ha lavorato sui Pixel, cioè gli smartphone di Google, per 1,1 miliardi di dollari. L’accordo prevede anche la possibilità di utilizzare parte delle tecnologie sviluppate da HTC.

Secondo quanto riportato dal New York Times e Reuters, Peter Shen, CFO di HTC ha confermato che il team Pixel di HTC che passerà sotto il diretto controllo di Google rappresenta circa la metà dei dipendenti della divisione mobile: oltre 2000 dipendenti impegnati nella settore ricerca e progettazione continueranno a lavorare per l’azienda taiwanese, portando avanti il business smartphone.

Il marchio HTC sarà salvo

L’azienda taiwanese, dunque, continuerà a produrre smartphone.

Il brand HTC non sparirà, resterà vivo e vegeto, in quanto solo la divisione di HTC che ha lavorato sui Pixel diventerà di Google, mentre il resto dell’azienda continuerà a lavorare su vari smartphone, sperando però che le vendite possano risollevarsi dopo il tracollo degli ultimi anni.

Anzi, HTC ha già confermato che sta lavorando ad un nuovo top di gamma, probabilmente il successore di HTC U11. Ma al momento non abbiamo molte informazioni su questo dispositivo.

Questo accordo in pratica garantirà ad HTC di continuare ad innovare sia in ambito mobile che in quello della realtà virtuale con i visori Vive.

Il declino di HTC

5 anni fa HTC aveva una quota di mercato pari al 9% negli smartphone, che le garantiva il 4 posto nella classifica dei produttori mondiali di smartphone. Oggi questa quita è inferiore all’1%. 

L’azienda in pratica era sull’orlo del fallimento. 

La vendita del team Pixel a Google sicuramente non salverà HTC dal fallimento, ma potrebbe aiutare l’azienda a rimettersi in piedi, del resto una parte del personale è stata tagliata, mentre nelle casse di HTC sono entrati 1,1 miliardi di dollari, che proprio male non fanno.

Probabilmente cedere parte del team per far cassa era l’unica soluzione per sopravvivere dopo trimestri fiscali a dir poco negativi.

Google aveva già comprato Motorola

Per Google non si tratta di un’acquisizione del tutto nuova, anche se è diversa da quella passata.

Ricordiamo infatti che nel 2011 Big G aveva acquistato il brand Motorola per 12,5 miliardi di dollari, acquisendo in particolare tantissimi brevetti di proprietà dell’azienda. Successivamente, nel 2014, Big G ha venduto Motorola a Lenovo, tenendosi però stretti i brevetti.

Questa volta però è diverso: a Google non interessano i brevetti di Motorola, ma in questo modo Big G si è assicurato la possibilità di utilizzare parte delle tecnologie sviluppate da HTC e soprattutto si è portato in casa un team competente ed esperto che ha già lavorato sugli smartphone Pixel che aiuterà a migliorare questa gamma di smartphone sia lato hardware che lato software.

Anzi, a dirla tutta il team acquisito da Google sta lavorando da anni sugli smartphone Android prodotti da Google in collaborazione con HTC: ricordi infatti il Nexus One e il T-Mobile G1, il primo smartphone Android in assoluto? Indubbiamente questo team ha una grande esperienza e conoscenza relativamente al mondo Android, competenze che faranno comodo a Google per quanto riguarda lo sviluppo dei futuri smartphone.

L’acquisto di un pezzo di team di smartphone di HTC significa che Google sfiderà direttamente i suoi partner Android, tra cui Samsung, LG e Huawei in maniera molto più diretta di quanto fece con Motorola.

Conclusioni

Per ora è tutto. Finalmente è stata fatta chiarezza sull’acquisizione di HTC da parte di Google.

In caso di ulteriori novità aggiorneremo l’articolo.

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here