Il Green Pass in Europa si userà (almeno) fino al 30 Giugno 2023

0
44

La Commissione Ue estende il certificato verde covid per un altro anno, “ma resta una misura eccezionale”

Green Pass fino al 2023 in Europa

Anche se ormai solo in pochi credono che il Green Pass sia una soluzione temporanea, i segnali che ci fanno capire il contrario sono molto, molto evidenti.

Giusto poche ore fa, infatti, la Commissione Europea ha approvato oggi la proposta di “estendere di un anno” il certificato Covid digitale Ue, “fino al 30 giugno 2023“.

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO DELLE OFFERTE TECH SU TELEGRAM. OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

Lo dice il portavoce Christian Wigand, durante il briefing con la stampa.

Il Pass, aggiunge, “continua ad essere una misura eccezionale” che mira a facilitare gli spostamenti, ma il Sars-CoV-2 continua a circolare in Europa e “non è possibile determinare ora l’impatto di un possibile aumento dei contagi nella seconda metà dell’anno”.

Ma il Green Pass non era temporaneo?

Il regolamento che istituisce il Pass, entrato in vigore il primo luglio 2021, aveva durata limitata ad un anno, prorogabile.

E così han fatto: ora servirà il Green Pass per spostarsi in Europa fino al 30 Giugno 2023.

O meglio, fino alla prossima proroga, o fino a quando diventerà ufficiale che dovremo tenerlo per sempre, visto che NON è uno strumento sanitario, ma uno strumento di controllo di massa.

Attenzione, questo discorso vale in Europa, non in Italia

Da notare che quanto detto fino ad ora vale SOLO per gli spostamenti in Europa, perché ogni Stato può determinare in autonomia come e quando utilizzare il Green Pass.

Ad esempio, in Italia il Governo dei migliori ha reso obbligatorio il Super Green Pass per tutti gli italiani, mentre gli stranieri che vengono in Italia possono avere il Green Pass Base.

Per andare a lavorare devo avere il vaccino, mentre a Sanremo per cantare i cantanti possono fare il tampone e il teatro è gremito, pieno di gente, mentre le discoteche sono chiuse da 2 anni.

Ma è per la salute, capisco.

Se ancora non l’hai capito…

Il Green Pass resterà con noi per sempre, sarà legato ad ogni aspetto della nostra vita.

Il vaccino di fatto è obbligatorio, visto che senza non puoi più fare niente.

I vaccinati contagiano quanto i non vaccinati.

I vaccinati si contagiano quanto i non vaccinati.

I vaccinati stanno male quanto i non vaccinati.

I vaccini, quando va bene, evitano le forme gravissime della malattia, ma non sempre.

I vaccini, come ogni altro farmaco, hanno effetti avversi, ma in questo caso vengono totalmente ignorati.

Il Green Pass è uno strumento di controllo della popolazione, non di salute.

NOTA: ho fatto il Covid PRIMA di avere il vaccino, non ho avuto nessun sintomo grave (così come tutte le persone che conosco, giovani e in buona salute e senza altre patologie).

E dico tutto questo da persona vaccinata ma totalmente sconvolta da tutto quello che sta accadendo nel mondo.

Concludo con una domanda: ammesso che i tamponi funzionino, è meglio stare di fianco ad una persona con tampone negativo appena fatto oppure ad una persona vaccinata da 5 mesi e senza alcun tampone fatto negli ultimi mesi?

Fonte


Aspetta..Prima di lasciare la pagina leggi qui

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO DELLE OFFERTE TECH SU TELEGRAM. OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

HAI BISOGNO DI ASSISTENZA? Unisciti al nostro Gruppo di supporto gratuito - CLICCA QUI

NON HAI ANCORA AMAZON PRIME? Attivalo gratis ORA - CLICCA QUI

CERCHI LE MIGLIORI OFFERTE DI AMAZON? Scoprile QUI sempre aggiornate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui