Il Meglio ed il Peggio del MWC 2018 di Barcellona

2

Abbiamo selezionato il Meglio ed il Peggio del MWC 2018 di Barcellona a quasi una settimana dalla chiusura della più grande fiera del Mobile in Europa

Cosa ci ha convinto e cosa non ci è piaciuto del MWC 2018

Il Mobile World Congress 2018 di Barcellona è finito da circa una settimana e si è portato dietro di se una carrellata di dispositivi presentati.

Ormai l’importante fiera di Barcellona è diventata un punto di riferimento per il mondo mobile non solo in Europa ma anche in tutto il mondo superando Las Vegas, Berlino e Shanghai.

Anche noi siamo stati in Fiera di Barcellona ed abbiamo visto davvero tantissimi dispositivi interessanti ed anche meno interessanti.

Nell’immenso calderone di ben 8 stand tutti enormi, erano presenti centinaia di aziende più o meno note, ed abbiamo deciso di selezionare prodotti e quali impressioni e sensazioni siano positive ed altre meno positive andando a stilare una classifica dei + e dei – del MWC18.

Nokia: Voto 9 e mezzo

Con Nokia 8 Sirocco, l’azienda finlandese inizia a far pesare il suo ritorno in grande stile. Un dispositivo top anche nell’estetica oltre che offrire un hardware molto potente, anche se non gli ultimissimi processori, ed un comparto fotografico all’altezza del brand mi ha stupito per la qualità costruttiva, bel display e sopratutto la versione di Android quasi stock.

Vetro che copra il 96% del prodotto, ricarica wireless e certificazione IP68 completano il tutto. Per me è il dispositivo del MWC 2018.

Se poi ci mettiamo dispositivi dal Banana Phone da soli 79 euro, il compatto smartphone Nokia 1 molto economico fino al Nokia 8 Sirocco passando per il nuovo Nokia 6 e Nokia 7 Plus. Anche se l’assenza del vero top di gamma Nokia 9 o Nokia 10 si è fatta sentire ma con Android One che campeggia da padrona sui dispositivi Nokia potrebbero dare un valore aggiunto con aggiornamenti rapidi.

Nokia è ritornata e per Samsung ed Apple sono problemi. 

Brand Cinesi e full screen: Voto 9

Per la prima volta al MWC 2018 finalmente non sono disponibili solo smartphone Cinesi di brand secondari terribilmente copiati alla concorrenza ma in pratica tutti i marchi più conosciuti, come Vivo, Oukitel e sopratutto Ulefone hanno presentato i loro smartphone con la superficie frontale coperta quasi interamente dal display.

Anche del la Notch fa bella figura su questi smartphone in due si sono contraddistinti per l’estremizzazione del concetto full screen. Vivo Apex ha eliminato anche la fotocamera frontale sostituita da un sistema a scomparsa sulla parte superiore dello schermo e Ulefone T2 Pro ha un grande display da 6.7 pollici senza bordi su tre lati.

Samsung: Voto 8

Con il Galaxy S9, Samsung ha aggiornato il suo top di gamma senza andare a stravolgere nulla. Desing immutato, hardware aggiornato, puntando tutto su fotocamera ed ottimizzazione software. Ha migliorato l’ottimo Galaxy S8 senza introdurre novità ma è sempre lo smartphone perfetto e con pochissimi punti deboli. La fotocamera con apertura variabile è il plus di questo dispositivo.

Wiko: Voto 8

Ma che belli i Wiko View 2. Provati a Barcellona per qualche giorno ma i nuovi smartphone dell’azienda Francese, View 2, sono davvero belli, con la sensazione di avere uno smartphone “tutto schermo” con il solo spazio rubato dalla fotocamera frontale. Se ci uniamo un prezzo molto basso, meno di 350 euro e una qualità costruttiva niente male, il successo dei View 2 è assicurato.

 

Asus: Voto 6 tendente all’8

Ad Asus va il voto di incoraggiamento, un 6, che però poteva essere molto altro. Bei dispositivi, ma troppo uguali ad iPhone X, troppo per un’azienda come Asus che sa fare dispositivi belli.

Tralasciando il discorso desing, Asus ha colpito nel cuore, sia con un hardware potente, che con il prezzo. Il 5Z ha un SoC Snapdragon 845 e costa appena 479 euro, incredibile. Sicuramente venderanno bene i nuovi Zenfone 5 perchè sono belli e prestanti, almeno sulla carta.

Sony: Voto 7

Sony taglia con il passato. Design nuovo, anche se non incredibilmente originale, ma potenza allo stato puro. Ottimi processori, tanta RAM, fotocamera ben ottimizzata con registrazione in 4K HDR, display in formato 18:9 la versione compact è solo più piccola ma sempre potente. Vedremo se Sony, in attesa del vero top di gamma, risollevi le sue sorti in ambito mobile.

Huawei: Voto 6 (Di incoraggiamento)

Poca roba, anzi pochissima, un tablet ed un paio di notebook non sono serviti a Huawei per assicurarsi un voto basso. Punta tutto sull’evento del 27 Marzo dove presenterà i nuovi P20 che sicuramente saranno rivoluzionari.

Il notebook MateBook X Pro fa un ulteriore salto verso la perfezione (chi ha detto MacBook?) ed il tablet MediaPad M5 finalmente un tablet degno di nota da parte di Huawei. Altri gingilli ed accessori che però fanno restare dietro Huawei in questo MWC 2018. All’anno prossimo … forse.

MWC 2018: Voto 6

Quest’anno a differenza degli altri anni ha visto gli eventi più grossi tenersi al di fuori della fiera. Forse per attirare la gente dovrebbero creare una zona congressi e grandi eventi all’interno della fiera anche se l’indotto della fiera è anche quello di portare gente in tutta la città.

Buona sempre l’organizzazione ed impeccabile la gestione degli stand divisi per settore ma quest’anno ho visto un piccolo passo indietro nel filtrare gli eventi ed i produttori visto che c’era davvero di tutto.

Notch mania: Voto 0

Che tristezza vedere la sagra della Notch mania con tantissimi, forse troppi smartphone, che clonano l’idea della barra superiore che stacca con il display come ha fatto Apple con iPhone X. La mancanza di creatività è palese, nessun nuovo design tra gli smartphone se non quello di Sony che comunque non è bellissimo da vedere e Samsung che resta fedele alle origini.

La Notch è copiata su decine e decine di smartphone, con tutti i brand Cinesi che hanno presentato il loro Notch Phone ed anche brand famosi come Asus hanno scopiazzato malamente Apple. A me non piace e la corsa spasmodica nel copiare questo problema tecnologico è davvero disarmante.

2 COMMENTS

    • Inserito. Non mi è venuto in mente perché alla fine ha presentato pochissimi dispositivi. Aspettavamo tutti l’evento dei P20 e il MWC 2018 non è stata proprio la vetrina di Huawei

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here