Se siete appassionati alla sociologia come argomento, certamente avrete già letto e sentito parlare dell’esperimento sui sei gradi di separazione. Tuttavia come per ogni tesi, non sempre conosciamo bene la storia da cui è stata estrapolata e magari anche un po’ decontestualizzata, come avviene molto spesso in questo tipo di settore. Ecco perché abbiamo deciso di scrivere sull’esperimento di Stanley Milgram e sui sei gradi di separazione in questo contesto. 

L’esperimento di Stanley Milgram

Il primo tentativo per trovare una risposta empiricamente fondata al problema del piccolo mondo ha dato luogo a un celebre esperimento di psicologia sociale, condotto nel 1967 e ancora largamente citato e applicato per evidenti ragioni. L’esperimento venne condotto su un campione di residenti di una cittadina americana a cui venne chiesto di contattare una persona a loro sconosciuta, estratta casualmente e abitante in un altro Stato. Di questa persona, ai componenti del campione è stato fornito solo il nome e poche altre informazioni, quali la città di residenza e la professione. Il compito era quello di farle pervenire un pacchetto utilizzando i servizi postali, inviando questo pacchetto a qualcuno di loro conoscenza che potesse avere maggiori probabilità di loro di conoscere la persona di destinazione, e chiedendo a quest’ultimo di fare altrettanto percorrendo quindi una catena di intermediari, fino ad arrivare a qualcuno che conoscesse direttamente l’obiettivo. Quanti pacchetti avrebbero trovato la loro strada fino al destinatario finale? E se qualcuno di questi pacchetti fosse riuscito ad arrivare, quanti intermediari sarebbero stati necessari?

Soluzione dell’esperimento di Milgram

La persona da raggiungere in questo famoso esperimento era la moglie di uno studente universitario di teologia di Cambridge, Massachusetts. Il campione di partenza era costituito da 145 residenti della città di Wichita, Kansas, a più di duemila chilometri di distanza. A ciascuno di loro era stato chiesto di fare del loro meglio per far arrivare un pacchetto a questa donna sconosciuta. Se si chiede una stima, la maggior parte delle persone comuni immagina che ci vorranno un centinaio di intermediari. I risultati furono perciò abbastanza sorprendenti:  

Quattro giorni dopo che i pacchetti furono affidati al gruppo di persone di partenza in Kansas, un insegnante del seminario teologico episcopale locale fermò la persona di destinazione incrociandola per strada. Quando la destinataria, di nome Alice aprì il plico, scoprì che questo era partito da un coltivatore di frumento in Kansas. Questo lo aveva passato al pastore della sua città, che lo aveva inoltrato a sua volta a un altro pastore che insegnava a Cambridge, il quale ha potuto consegnare il pacco direttamente ad Alice, la destinataria finale. Complessivamente il numero di intermediari tra la persona di partenza e quella finale ammontava perciò a due. 

Considerazioni sull’esperimento di Milgram

Questa fu la catena più breve, ma anche quelle che arrivarono nei giorni seguenti erano costituite da un numero di intermediari compreso tra due e dieci, con una mediana di cinque intermediari, approssimata infine a sei grazie all’ausilio di un modello matematico e statistico che tenesse conto di tutte quelle catene che non erano state completate. 

Conclusioni sulla teoria dei sei gradi di separazione

Benché per le nuove generazione questo esperimento possa apparire datato e un po’ anacronistico, è importante ricordare come ancora oggi quando si parla di piccolo mondo e dei sei gradi di separazione, che hanno ispirato il mondo del cinema (The Box, Six Degrees of Separation e molti altri), della narrativa popolare e quello del gaming con videogiochi tematici, sarebbero sufficienti solo sei intermediari per mettere in contatto tra loro due persone qualsiasi sulla faccia della terra. Naturalmente questo principio continua a essere valido persino oggi, dove i motori di ricerca, le email, i social network e realtà come YouTube e Twitch.tv imperversano. Dove troviamo contesti come quello del mondo videoludico dove ogni giorno persone sconosciute si scambiano informazioni, feed e trucchi e fanno rete tra loro per quanto riguarda la possibilità di avere delle dritte sulle prossime uscite, praticamente prima ancora che un determinato prodotto venga distribuito e commercializzato. Lo stesso principio oltre che per il mondo del gioco online con attrattive come la roulette ad esempio, si può applicare ad altri campi virtuosi come il cinema, le serie tv, i libri e soprattutto la musica pop. 

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here