Libero Mail e Virgilio Mail: Hacker ruba oltre 1 milione di password da un Bar

0

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

Sembra una scena da film ma non lo è. Un Hacker si è intrufolato nei server di Italiaonline, che gestisce Libero Mail e Virgilio Mail, ed ha rubato 1 milione e 400 mila password, il tutto da un Bar vicino all’azienda

Libero Mail e Virgilio Mail: Hacker ruba oltre 1 milione di password da un Bar

Con un attacco hacker che sembra una scena da film, un hacker di soli 24 anni, ha avuto accesso ai server di Italiaonline ed ha rubato 1 milione e 400 mila password per accedere a Libero Mail e Virgilio Mail.

Il ragazzo, è stato contattato tramite Telegram, è l’attacco è stato portato a termine con estrema freddezza e facilità, poichè non solo si è intrufolato nei server hackerando la rete di Italiaonline da un bar accanto alla sede dell’azienda, ma è riuscito anche ad inviare i dati contenente le preziose informazioni.

Come se non bastasse le informazioni raccolte parlano di un contatto tramite Telegram, nota app utilizzata per restare nascosti ai controlli, e pagamento tramite Bitcoin, moneta elettronica utilizzata nel deep web.

Corrado Broli, Country Manager di Darktrace ha dichiarato

semplicistico e poco sofisticato, questo attacco dimostra ancora una volta la vulnerabilità dell’infrastruttura cloud. se pensiamo a quanto accaduto oggi, insieme allo scandalo che ha coinvolto Microsoft la scorsa settimana, appare evidente che la posta elettronica cloud-based rappresenta un tesoro per gli hacker … aumentando l’interconnessione e offrendo loro la possibilità di passare da un account sensibile ALL’ALTRO

Dunque ancora una volta un attacco mirato e su richiesta che mostra come ci sia un mercato molto attivo per la richiesta di credenziali per compiere attacchi di spam e phishing, il tutto coordinato da vere criminalità organizzate.

Il nostro consiglio è ovviamente di cambiare la password di accesso a Libero Mail e Virgilio Mail seguendo le nostre indicazioni.

Come creare una password sicura

1. Password forti

Non esiste una password sicura, ma comunque possiamo rendere difficilissimo il compito di un malintenzionato, rendendo le password difficili da decifrare.

In generale le password devono essere lunghe, diciamo circa 16 o anche 20 caratteri e devono contenere i cosiddetti caratteri speciali

Infatti le password più lunghe sono più difficili da memorizzare, ma anche più difficili da rubare. Durante la creazione di una password, oltre ad essere lunga potete prendere in considerazione di utilizzare anche caratteri minuscoli e maiuscoli, numeri e caratteri speciali per aumentare la resistenza della password.

Ecco un esempio di password sicura: yòµ®lìf€µpd@t€d

Avete scoperto cosa c’è scritto nella password?

Ecco la tabella dei caratteri speciali:

Alcuni caratteri speciali
Caratteri alfabetici
ÀÁÂÃÄÅĀÆÇÈÉ
ÊËĒÌÍÎÏĪÐÑÒ
ÓÔÕÖØŌŒŠþÙÚ
ÛÜŪÝŸàáâãäå
æāçèéêëēìíî
ïīðñòóôõöøō
œšÞùúûüūýÿ
Altri caratteri
¢ß¥£©®ª×÷±
²³¼½¾µ¿·¸º
°¯§¤¦¬ˆ¨
ð~«£

2. Password uniche

Questa è una regola importante, anche se non la più importante. L’idea di base è di rendere la password unica e non associarla a più account in modo che se qualcuno dovesse impossessarsene non sia possibile utilizzarla per altri servizi. Magari per rendere facilmente ricordabile la password effettuate un piccolo cambiamento in ogni password così da ritrovarla facilmente.

3. Password non presenti sul dizionario

Ci sono due principali tipi di attacchi per scoprire una password.

  • Attacchi brute-force che tentano ogni possibile combinazione di caratteri che si possa immaginare
  • Attacchi che utilizzano un file di dizionario basato appunto sul dizionario.

Quest’ultimo è molto più veloce in quanto resta solo da dare in pasta al programma un dizionario con tutte le parole e magari la combinazione di 2 o più di queste. Il dizionario include termini popolari, come la squadra del cuore, i nomi di animali o esseri umani, sequenze sulla tastiera del tipo QWERTY o asdfyxcv, nomi di artisti famosi e tutte le informazioni personali tue o della tua famiglia tra cui il nome della strada in cui sei nato, la tua scuola, la targa della vostra auto e molto altro

4. Scegliere un Password Manager

Lo so, è difficile memorizzare tutti i dati di accesso dei miliardi di account registrati, ed anche la mente più allenata farà difficoltà a ricordarle tutte. Quindi il mio consiglio è di utilizzare i cosiddetti Password Manager, che si occupano di memorizzare per noi tutte le password di accesso ai diversi servizi Web, Home Banking e tanto altro utilizzando una sola password principale per accedere al programma.

Password manager come KeePass o LastPass consentono di generare e ricordare password univoche sicure. Anche il gestore di password integrato del browser può essere utile. Anche se non tutti sono dotati di opzioni di generazione di password,

Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here