L’UE multa Google di 4.3 miliardi di €: Pronto il ricorso

0

L’Unione Europea ci va giù pesante con Google ed infligge una multa da ben 4.3 miliardi di euro per posizione dominante di Android. Già pronto il ricorso

Multa altissima per Google da parte della Commissione Europea

La Commissione Europea ha multato Google ufficialmente per una cifra pari a 4.3 miliardi di euro per posizione dominante con il sistema operativo Android imponendo ai vari produttori di seguire rigide linee guida per adottare Android sui loro dispositivi.

Google è accusata di aver “imposto” ai vari produttori l’utilizzo dei suoi servizi impedendo il diffondersi delle app o soluzioni alternative su Android, dunque ostacolando gli altri, ed ecco il motivo della severa multa. Già lo scorso anno, Google era stata multata sempre dalla Commissione Europea, per circa 2,5 miliardi di Euro, per l’utilizzo di Google Shopping “alterato”.

Margrethe Vestager, Commissaria responsabile per la Concorrenza, ha dichiarato:

L’Internet mobile, che costituisce oggi più della metà del traffico Internet globale, ha cambiato la vita di milioni di europei. Il caso in oggetto riguarda tre tipi di restrizioni che Google ha imposto ai produttori di dispositivi mobili che utilizzano Android e agli operatori di rete per fare in modo che il traffico che transita su tali dispositivi venga indirizzato verso il motore di ricerca di Google. Agendo in tal modo, Google ha utilizzato Android come strumento per consolidare la posizione dominante del proprio motore di ricerca. Tali pratiche hanno negato ai concorrenti la possibilità di innovare e di competere in base ai propri meriti ed hanno negato ai consumatori europei i vantaggi di una concorrenza effettiva nell’importante comparto dei dispositivi mobili. Ai sensi delle norme antitrust dell’UE, si tratta di una condotta illegale.

Ora questa nuova sanzione potrebbe ancora una volta mettere alla luce le pratiche scorrette di Google che però anche sempre meno rivali che offrono servizi simili e gratuiti. Infatti Google ha già risposto che ricorrerà in appello:

Android ha creato più scelta per tutti, non meno: un ecosistema fiorente, innovazione rapida e prezzi più bassi sono le caratteristiche classiche di una forte concorrenza. Faremo appello contro la decisione della Commissione

Staremo a vedere come andrà a finire ma quasi sicuramente la grande multa verrà ridimensionata nel prezzo totale con un patteggiamento tra l’UE e Google che potrebbe portare ad un maxi sconto ed un cambio di rotta nella gestione delle app esterne su Android.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here