La notizia è praticamente ufficiale: in Italia saranno cancellate 50 milioni di cartelle esattoriali fino a 5000 euro. Ci rimette chi paga correttamente

Pace fiscale 2021: cosa devi sapere

Anche se la notizia non è ancora ufficiale, ormai le idee del Governo sembrano molto chiare e pare proprio che nei prossimi giorni arriverà la tanto chiacchierata Pace Fiscale, che di fatto andrà a cancellare circa 50-60 milioni di vecchie cartelle esattoriali.

In sostanza, il Governo ha deciso di cancellare e fare sparire nel nulla tutti i debiti degli italiani risalenti agli anni 2000-2015 e con un importo inferiore ai 5000 euro.

In questo modo chi non ha pagato non pagherà mai più, mentre chi ha già pagato, come sempre in Italia, la prende in quel posto. Tutto normale, no?

Ma vediamo nel dettaglio cosa prevede la Pace Fiscale 2021 ipotizzata dal Governo Draghi.

Nuova pace fiscale 2021 nel decreto Sostegni: i dettagli

Il Governo ha deciso di dedicare un intero capitolo del decreto Sostegni alle cartelle esattoriali, allo scopo di sostenere i contribuenti italiani in lite con il Fisco e che, a causa del Coronavirus, si trovano a non poter pagare i debiti.

Nello specifico, la pace fiscale 2021 vedrà una proroga delle scadenze delle cartelle esattoriali, ma anche una rottamazione quater e un nuovo saldo e stralcio.

Il decreto Sostegni, da 32 miliardi di euro, sarà approvato entro la fine di questa settimana e si occuperà non solo di contributi a fondo perduto e bonus 1000 euro, ma anche di proroga della cassa integrazione Covid e blocco licenziamentiRem, Rdc, Naspi, congedi parentali e bonus baby sitter.

Che fine faranno le vecchie cartelle esattoriali?

Proprio parlando delle vecchie cartelle esattoriali, il Governo ha in mente un insieme di misure volte ad alleggerire il carico del Fisco sulle tasche degli italiani in difficoltà a causa del Covid.

Nello specifico, la settimana scorsa il sottosegretario all’Economia Claudio Durigon ha confermato la cancellazione di 50-60 milioni di cartelle esattoriali, uno stralcio per gli atti dal 2000 al 2015 fino a 5 mila euro, che prevede la cancellazione totale dei debiti dei contribuenti per non gravare ulteriormente sulle loro finanze ma anche per facilitare il lavoro di riscossione dell’Agenzia delle Entrate.

Addio dunque a multe, bollo auto, Imu, Tari e altre tasse non pagate, grazie al maxi-condono a firma Draghi che dovrebbe valere per tutti senza alcun limite di reddito.

Come già anticipato, dunque, chi non ha pagato quelle tasse/multe non le dovrà pagare mai più.

E chi le ha già pagate? La prende in quel posto, come al solito.

Perché il Governo cancella queste cartelle esattoriali?

A detta loro:

Ci sono 137 milioni di cartelle giacenti negli archivi: cancellarle aiuterebbe l’ente ad alleggerirsi e a dedicarsi alle altre situazioni invece esigibili

Come afferma anche Alessandro Mastrocinque, presidente del Caf-Cia in un’intervista rilasciata a FanPage:

Ci sono 50 milioni di cartelle esattoriali entro i 5mila euro che dovrebbero essere cancellate. Abbiamo visto che la capacità del fisco di rientrare quelle cifre è molto molto bassa. Abbiamo una popolazione in difficoltà, che ha meno redditi, ed è in difficoltà. Ci vuole una sanatoria

L’obbiettivo sarebbe quindi duplice:

  • da un lato aiutare gli italiani in debito con il fisco
  • dall’altra aiutare l’Agenzia delle Entrate, che è sommersa da un oceano di cartelle esattoriali che non riuscirà mai a far pagare.

Quali sono i pagamenti dovuti che saranno cancellati?

La pace fiscale riguarderebbe quindi tutte quelle tasse come multe, bollo auto non pagati, Imu, Tari e ogni altra tassa il cui pagamento non è mai avvenuto.

E i soldi dove si trovano?

La manovra richiederebbe circa 2-3 miliardi di euro, che secondo il sottosegretario all’Economia si troverebbero facilmente cancellando il cashback da luglio.

Tu cosa ne pensi?

Fammelo sapere nei commenti a fine articolo.

Io sono fortemente contrario a questa manovra. Ho sempre pagato tasse, bollo e altre spese “statali” senza problemi e senza ritardi, rinunciando a comprare prodotti per me e per la mia famiglia pur di non avere debiti con lo Stato. E adesso scopro che persone che non hanno pagato le tasse per 15 anni vengono “graziate” in questo modo.

E io che ci guadagno? Ho pagato in pratica per me e per loro. A questo punto, se è così facile, smetto di pagare le tasse anche io.

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here