Regali Natale 2016: Gli Italiani li fanno online ma occhio alle truffe

Gli Italiani comprano sempre più spesso su Internet ed ovviamente per i regali sono la prima fonte di ispirazione. Si risparmia ma dovete stare attendi alle truffe.

Il periodo più bello dell’anno per quanto riguarda i regali è ormai alle porte, meno di 10 giorni ed il Natale arriverà nelle nostre case. Se fino a qualche anno fa il rituale di andare in giro per mercatini e negozi per fare i regali di Natale 2016 era prettamente pratico, ora in pochi minuti, seduti al caldo di casa nostra possiamo comprare tutti i regali che vogliamo su Internet su uno dei migliaia di siti internet di e-commerce.

Anche gli Italiani, di solito sempre controtendenza, si stanno adeguando e ben il 26% delle persone compra i regali su Internet. Ovviamente il 60% di questi lo fa perchè risparmia soldi, ed il 38% per il tempo, mentre il 28% lo fa per la vastità di scelta ed infine il 13% perchè compra tutto online.

La spesa online si aggira tra i 150 ed i 200 euro e i regali sono indirizzati sopratutto a parenti, amici e sopratutto bambini nelle categorie più disparate sopratutto nel 20% di bigiotteria, 17% le decorazioni di casa, 11% cosmetici per le donne, mentre per gli uomini il 17% in regali tecnologici, il 15% orologi ed il 13% libri e film.

Come evitare le truffe online

Ovviamente non è tutto oro quello che luccica perchè dietro l’angolo sono diffuse le truffe. Infatti in molti casi i problemi si hanno quando le vendite si svolgono tra privati oppure in molti casi il venditore sparisce dopo la vendita. Ma non solo perchè il prezzo troppo basso attira molta gente ma già quello deve essere il primo monito che cela una truffa, infatti un prezzo troppo basso rispetto alla media può essere indicativo di una tentata truffa.

Poi verificare i siti web che siano veri e non cliccare mai in mail di spam che potrebbero portare a siti falsi o cloni oppure annunci creati ad hoc sui social network come Facebook o Twitter. Infine utilizzate metodi di pagamento diffusi come PayPal ed evitate pagamenti come ricariche PostePay che sono rischiosi ed irrintracciabili.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here