Sito HTTP Segnalato Come Non Sicuro Da Chrome Da Luglio 2018

0

Chrome, da luglio tutti i siti HTTP saranno segnalati come “non sicuri”. Da luglio 2018 il tuo sito internet dovrà necessariamente passare ad HTTPS

Sito Non Sicuro Google Chrome

Continua la battaglia di Google (e Chrome) contro i siti che non sono ancora passati alla protezione HTTPS.

A quanto pare, infatti, a partire da luglio Google Chrome segnalerà come non sicuri tutti i siti che usano ancora il protocollo non crittografato HTTP.

Si tratta ovviamente di un ulteriore e definitivo tentativo di spingere l’intero web a usare il protocollo criptato HTTPS per una maggiore sicurezza di tutti i dati che vengono scambiati all’interno della rete.

Sito HTTP non sicuro su Google Chrome

Come probabilmente hai già notato, attualmente il browser di Google mostra, a sinistra dell’indirizzo, un lucchetto chiuso verde e la scritta “Sicuro” quando i siti usano HTTPS, mentre viene visualizzata una “i” cerchiata in grigio quando viene usato il normale HTTP.

Ecco, a partire da luglio, con l’arrivo della versione 68 di Chrome, alla “i” cerchiata verrà affiancata la scritta “Non sicuro”. 

Questo ovviamente non farà altro che allontanare gli utenti dai siti internet contrassegnati come “Non sicuri” e di conseguenza obbligherà gli admin ed i webmaster a passare al nuovo protocollo HTTPS. Non dimentichiamo infatti che, oltre ad apparire pericolosi agli occhi degli utenti, i siti senza HTTPS verranno penalizzati nei risultati di ricerca di Google.

Dunque ormai restare senza HTTPS per qualsiasi sito internet è impensabile. Inoltre, con la facilità con cui è diventato implementare questo sistema crittografico, grazie anche a servizi automatizzati come “Let’s Encrypt“, i gestori di siti non hanno più scuse.

A cosa serve HTTPS?

Ricordo che HTTPS protegge il canale tra il browser da noi utilizzato e il sito web che stiamo visitando assicurando che nessuno nel mezzo possa manomettere il traffico o spiare ciò che stiamo facendo.Togliendo la crittografia qualcuno con accesso al router o al proprio ISP potrebbe intercettare le informazioni inviate a siti web o iniettarci direttamente del malware.

L’obiettivo di Google è quello di realizzare un web più sicuro per tutti e probabilmente con questa ulteriore modifica al suo browser internet Chrome ci riuscirà.

Nel 2017, secondo le sue statistiche, 81 dei 100 siti più visitati al mondo usano di default HTTPS; inoltre, più del 68 per cento del traffico su Chrome per Android e Windows è HTTPS, percentuale che sale al 78 per cento quando si parla di macOS e Chrome OS.

Ricordiamo che per tutti gli sviluppatori web che devono ancora passare a HTTPS, Google mette a disposizione diversi strumenti che rendono il processo semplice e veloce.

Giusto per info, YourLifeUpdated è già in HTTPS ormai da parecchio tempo, quindi è un sito assolutamente sicuro!

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here