SOPA e PIPA, il Web si mobilita: E’ iniziata la prima Cyber-Guerra mondiale ?

3

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

E’ ormai da qualche giorno che il Web è in subbuglio: disegni di Legge come SOPA (Stop Online Piracy Act) e PIPA (Protect Intellectual Property act) minacciano di minare la libertà del Web e siti del calibro di Wikipedia e Google si sono mobilitati per informare e sensibilizzare gli utenti; ci sono siti (come XDA) che rischiano la chiusura e siti che, invece, sono già stati chiusi.

Il Network Mega (Megaupload, Megavideo, Megalive, Megapix e Megabox) è stato chiuso dall’FBI e quattro dei 7 componenti della società sono stati arrestati ieri in Nuova Zelanda.

Il primo di una lunga serie a quanto pare … ma il network Mega è veramente la prima vittima del SOPA/PIPA ? 

No, e la spiegazione è semplice, SOPA e PIPA sono due disegni di legge non ancora approvati, quindi atteggiamenti che vanno contro di essi non possono essere perseguiti a norma di Legge.
Bene, se questo è un ragionamento corretto, si riesce a capire che Megaupload è si stato chiuso per violazione di diritti d’autore, ma non è una vittima del SOPA.

Tempismo perfetto, è solo una questione di tempismo.

La società, come potete leggere in questo articolo, è anche accusata di riciclaggio di denaro sporco (ovviamente derivanti dalle entrate degli abbonamenti premium) e accusati di una perdita di circa 500 milioni di dollari.

Ma di questo se n’è già parlato abbastanza; Vorrei soffermarmi sulla rivolta che sta iniziando a farsi largo attraverso social network e blog sparsi nel mondo.

Ancora una volta gli “Anonymous” sono riusciti a creare non pochi problemi ai “pezzi grossi” del mondo, FBI, Mpaa e Dipartimento di Giustizia americano, sono alcuni dei responsabili della chiusura del network Mega e che sono finiti al centro di una pericolosa cyber-protesta.

Basta dare uno sguardo al twitter del gruppo (@anonops) per venire a conoscenza dei “risultati” dell’operazione megaupload (#OpMegaupload); L’attacco più grande mai eseguito dal gruppo e circa 7 siti down per qualche ora.

Un DDoS di grande impatto che ha messo al tappeto siti come:

  • FBI.GOV
  • USDOJ.GOV (Dipartimento Di Giustizia) USA
  • universalmusic.com
  • RIAA (Associazione Americana dell’industria Discografica)
  • mpaa.org (Motion Picture Association of America)
  • universalmusicmagazine.com
  • copyright.gov

E’ forse questo il primo passo verso una “guerra” (se così si può definire) Cybernetica ?

Voi cosa ne pensate ? Siete a favore delle idee e dei metodi del gruppo anonimo ?

Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

3 COMMENTS

  1. Non sono d’accordo con gli anonymous in questo caso, stanno facendo tutto questo per nulla. Sulla faccenda di megaupload si è discusso molto in rete e pure in tribunale, è chiaro che violava vari copyright. E poi smettiamola con questi attacchi ddos che non portano da nessuna parte… non si rendono conto che a questi enti non gliene frega nulla se il sito resta down per 2 ore??
    All’inizio condividevo il loro movimento, ma piano piano mi rendo conto che per il 90% si tratta solo di un gruppo di ragazzini con troppa stima di se, che si ergono a paladini della giustizia senza nemmeno sapere cosa stanno effettivamente facendo…
    Trovo molto più “giusti” attacchi seri a enti quali banche/multinazionali, molto pericolosi, ma che lasciano il segno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here