Caricabatterie unico, storica decisione UE: USB-C obbligatorio dal 2024. L’UE ha deciso: tutti gli smartphone dovranno integrare una porta USB-C dal 2024

Caricabatterie unico USB-C obbligatorio dall’autunno 2024

Ora è ufficiale: il Parlamento ed il Consiglio Europeo hanno deciso che, entro l’autunno 2024, tutti gli smartphone venduti in Europa, inclusi gli iPhone di Appledovranno essere dotati della porta USB-C.

Questa norma sarà valida anche per altri dispositivi, come tabletfotocamere digitali, cuffieconsole ed e-reader. 

Per quanto riguarda i laptop, invece, si dovranno adeguare entro 40 mesi dall’entrata in vigore della direttiva.

É stata presa una decisione anche in merito alla velocità di ricarica, che:

è stata armonizzata per i dispositivi che supportano la ricarica rapida, permettendo agli utenti di caricare i propri dispositivi alla stessa velocità con qualsiasi caricabatterie compatibile.

Nota importante

Quello definito oggi è un “accordo provvisorio” sulla Radio Equipment Directive, e rientra nel “più ampio sforzo dell’UE volto a rendere i prodotti nell’Unione Europea più sostenibili, a ridurre i rifiuti elettronici e a semplificare la vita dei consumatori“.

Non deve essere considerato come un via libera definitivo, dunque (l’accordo sarà approvato formalmente prima della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE), ma la decisione presa oggi dalle istituzioni comunitarie è comunque storica

É una tappa fondamentale di un percorso iniziato a settembre dello scorso anno, quando l’Europa ha stabilito di fatto che l’USB-C sarebbe dovuto essere lo standard per le apparecchiature elettroniche.

Un’accelerata in questa direzione si era registrata lo scorso aprile, quando il comitato per il mercato interno e la protezione dei consumatori del Parlamento di Strasburgo aveva votato a favore della modifica della direttiva.

L’approvazione formale dell’accordo avverrà subito prima la pubblicazione della direttiva sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea. A seguire:

  • entrata in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione in GU
  • applicazione effettiva 24 mesi dopo

La “scappatoia” di Apple

Come ben sappiamo, Apple è sempre stata contraria all’adozione dello standard USB-C per i propri iPhone, ma al momento deve necessariamente adattarsi a questa normativa. O forse no.

Il comunicato dell’UE ha affermato che la nuova legislazione verrà applicata ai dispositivi che “sono ricaricabili tramite un cavo cablato”. 

Ciò potrebbe significare, ad esempio, che Apple potrebbe evitare l’implementazione della porta USB-C prevedendo la ricarica esclusivamente in modalità wireless.

Del resto si parla da mesi della possibilità che Apple rimuova ogni ingresso cablato dai propri smartphone e questo potrebbe essere l’assist giusto per farlo: se permettesse di ricaricare gli iPhone solo in modalità wireless, Apple potrebbe evitare di inserire la porta USB-C.

Staremo a vedere come reagirà l’azienda di Cupertino a questa decisione dell’UE, ma sono abbastanza certo che la scelta sarà quella di rimuovere qualsiasi connessione cablata dai propri dispositivi.

Perché questa decisione dell’UE?

L’introduzione di un caricatore comune è uno dei tentativi dell’UE affinché si riducano i rifiuti elettronici. 

I legislatori, infatti, confidano che in futuro nelle confezioni di vendita non sia incluso più il caricabatteria poiché i consumatori avranno già gli appositi accessori.

Nel dettaglio, secondo una stima, i consumatori potranno risparmiare circa 250 milioni di euro all’anno sugli “acquisti di caricabatterie non necessari”, mentre la riduzione dei rifiuti potrebbe arrivare fino a 11.000 tonnellate all’anno.

Quali dispositivi saranno obbligati ad avere la USB-C?

Per concludere, vediamo quali saranno le apparecchiature elettroniche che entro l’autunno 2024 dovranno essere dotate di porta USB-C per la ricarica:

  • smartphone e telefoni cellulari
  • tablet
  • e-reader
  • auricolari
  • fotocamere digitali
  • cuffie
  • console
  • speaker portatili
  • tastiere
  • mouse
  • sistemi di navigazione portatili
  • laptop (entro 40 mesi dall’entrata in vigore della direttiva)

Fonte: TheVerge

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here