UFFICIALE: servono assicurazione e targa per i monopattini elettrici

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO DELLE OFFERTE TECH SU TELEGRAM. OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

Stangata sui monopattini: targa, assicurazione e casco. Alcune regole rendono impossibile usarlo. Nuovo Codice della Strada per i monopattini elettrici 2023

Codice della Strada monopattini elettrici 2023

Non ci sono più speranze per i monopattini elettrici in Italia, sono destinati a morire.

Il nuovo disegno di legge per la modifica del Codice della Strada che ha avuto ieri il via libera, infatti, andrà ad uccidere completamente il mercato dei monopattini elettrici nel nostro Paese, sia quello della vendita che quello dell’utilizzo in sharing.

Cosa cambia per i monopattini elettrici?

Praticamente tutto. Sarà quasi impossibile usare i monopattini elettrici in Italia, a meno che non si vogliano spendere un sacco di soldi.

Le nuove regole, infatti, prevedono che:

  • il veicolo abbia una targa, anche se non è ancora chiaro di che tipo (per targare un veicolo bisogna inoltre omologarlo e fare tante altre pratiche…)
  • il veicolo sia assicurato, ma anche in questo caso non è stato specificato niente a riguardo, senza dimenticare che senza targa non ci può essere un’assicurazione legata al mezzo, ma solo alla persona
  • il guidatore indossi un casco, anche se maggiorenne (come si fa con i monopattini elettrici in sharing?)

Ma le brutte notizie non finiscono qui.

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO DELLE OFFERTE TECH SU TELEGRAM. OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

Oltre al limite di velocità massima a 20 km/h, inoltre, arrivano altre limitazioni alla circolazione dei monopattini elettrici:

  • divieto assoluto di circolare in contromano, anche se nella carreggiata è presente il doppio senso ciclabile (assurdo se c’è la pista ciclabile)
  • divieto di circolazione sui marciapiedi, che in realtà esisteva già, con la possibilità di conduzione a mano
  • divieto di circolazione nelle strade con limite di velocità superiore a 50 km/h, e solo urbane. Questo va ad impedire l’uso del monopattino in tante situazioni, come per chi lo utilizza per passare da una piccola cittadina ad un’altra, attraversando un tratto con strade con limite superiore a 50 km/h

Resta confermato, infine, l’obbligo di indicatori di direzione e di luce stop, oltre al freno su entrambe le ruote, pena una multa da 200 a 800 euro.

Come anticipato ad inizio articolo, in questo modo si uccide il settore dei monopattini elettrici. Certo, era giusto regolamentarlo in qualche modo, ma si faceva prima a vietarne completamente l’utilizzo a questo punto.

Cosa succede se uso il monopattini elettrici senza targa o assicurazione?

Per chi fosse senza targa o assicurazione, o senza i documenti, la multa può andare da un minimo di 100 euro a un massimo di 400 euro.

Peccato che, come già anticipato, al momento non ci sia nessuna informazione su come mettere la targa ai monopattini elettrici o su quale assicurazione fare ai monopattini elettrici.

Staremo a vedere se il Governo darà risposte ai cittadini, dopo aver deciso di uccidere deliberatamente il mercato dei monopattini elettrici e il loro utilizzo.

Tu cosa pensi di queste novità?

Fammelo sapere nei commenti a fine articolo!

Come puoi intuire, io non sono assolutamente a favore di queste nuove leggi. Ripeto: era giusto regolamentare i monopattini elettrici, ma queste nuove disposizioni non hanno alcun senso.

Senza dimenticare che solo un paio di anni fa lo Stato ha usato i nostri soldi per lanciare il bonus che permetteva ai cittadini di risparmiare sull’acquisto dei monopattini elettrici.

Prima regala un sacco di incentivi per comprare i monopattini elettrici, poi rende la vita impossibile a chi li ha comprati. Complimenti per la coerenza e soprattutto per l’utilizzo intelligente di soldi pubblici.

FONTE


Aspetta..Prima di lasciare la pagina leggi qui

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO DELLE OFFERTE TECH SU TELEGRAM. OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

YOURLIFEUPDATED È STATO SELEZIONATO DAL NUOVO SERVIZIO DI GOOGLE NEWS: se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

YOURLIFEUPDATED HA UN CANALE TELEGRAM CHE RACCOGLIE TUTTE LE ULTIME NOTIZIE: se vuoi essere sempre aggiornato SEGUICI QUI

YOURLIFEUPDATED HA UN CANALE YOUTUBE CON OLTRE 4000 ISCRITTI, UNISCITI ANCHE TU: se vuoi essere sempre aggiornato SEGUICI QUI

HAI BISOGNO DI ASSISTENZA? Unisciti al nostro Gruppo di supporto - CLICCA QUI

NON HAI ANCORA AMAZON PRIME? Attivalo gratis ORA - CLICCA QUI

CERCHI LE MIGLIORI OFFERTE DI AMAZON? Scoprile QUI sempre aggiornate

In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei

4 Commenti

  1. Evviva, speriamo che spariscono al più presto questi monopattini… Diciamolo, sono troppi i coglioni che mettono a rischio la propria, e altrui incolumità… Pochissimi lo usano diligentemente. Aspettiamo che la società maturi un altro po’…Mah

    • Ti ricordo che il 90% di chi ha il monopattino elettrico l’ha comprato col bonus, che è stato pagato anche con le tue tasse..sei ancora così felice di aver sprecato soldi che avrebbero potuto essere usati per sanità, strade o istruzione?

  2. Lasciamo perdere le valutazioni sul bonus che è un’espediente elettorale che spesso non porta nemmeno voti. Non hanno scelto direttamente i cittadini ad elargire bonus a destra e manca.
    Parliamo di monopattini. Io vivo a Roma e tutti i santi giorni l’attraverso in moto per andare al lavoro (65Km AR). Non ho mai visto un monopattino fermarsi al semaforo. Mai visto un monopattino rispettare le strisce. Mai visto un monopattino tagliarti la strada verificando PRIMA che la strada sia libera. Quasi tutti i monopattini in sharing buttati in giro e lasciati ovunque. E’ chiaro che l’utilizzatore e non il mezzo il problema. Fino a quando la gente non maturerà benvengano queste misure. Mi piacerebbe vedere come faranno a farle rispettare…

  3. Ciao Riccardo, io non ho sprecato i miei soldi, perché non li ho donati ai cretini che circolano sui monopattini che rendono insicure le strade sia a se stessi, che al prossimo. Ma è stato un “prelievo” forzoso contro la mia volontà… Avrei preferito anch’io che quei soldi rapinati fossero andati da qualche altra parte più utile alla società… Quindi non rido, come spero avrai capito..

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui