Un Giornalista Infiltrato nei Magazzini Amazon: L’amara verità

0

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

Un giornalista si infiltra nei magazzini Amazon e scopre tutto quello che sappiamo già, orari disumani e metodi di lavoro come le macchine per ore ed ore

Un Giornalista Infiltrato nei Magazzini Amazon: L’amara verità

Il racconto del giornalista Luigi Franco de Il Fatto Quotidiano, pubblicato sul mensile Fq Millennium, che racconta le condizioni dei lavoratori Amazon, dove è stato magazziniere (infiltrato) presso lo stabilimento di Castel San Giovanni in provincia di Piacenza.

Il giornalista ha lavorato nel periodo del Black Friday, forse il peggiore di sempre insieme al periodo Natalizio, ed ecco un estratto della sua dichiarazione:

In piedi da ore, sollevo una cesta dal nastro e me la metto davanti. Prendo il primo prodotto, lo scansiono e con una rotazione che a volte sfiora i 180 gradi lo metto a sinistra, in una delle dodici ceste che il computer mi indica. Prendo il prodotto successivo e obbedisco di nuovo al pc. Poi un altro ancora, veloce. La mente è svuotata, annullata dalla continua ripetizione degli stessi movimenti

Dunque ritmi di lavoro pesanti, è tutto controllato da un computer che tracciano in tempo reale le prestazioni di ogni lavoratore che deve essere capace di smistare un pezzo ogni 10 secondi, da sfruttamento, ed in più la maggior parte della forza lavoro è degli interinali e dei precari, che ovviamente vengono sfruttati all’osso.

Se volete vedere il video intervista su La7, clicca QUI per vederlo, dove Luigi Franco spiega come si lavora nei magazzini Amazon.

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here