Xiaomi: Tra quotazione in Borsa, Vendite smartphone alle Stelle e perdite di 1 miliardo

0

Xiaomi punta forte, fortissimo sul mercato mondiale e si appresta a sbarcare un po in tutte le nazioni del mondo. Dopo l’Italia infatti programma diversi altri stati ma tra quotazione in Borsa smartphone e profitti in calo c’è da gestire tanta carne al fuoco

Il 2018 di Xiaomi: Mondo, smartphone e Guadagni

Finalmente Xiaomi è in Italia grazie all’apertura del primo Xiaomi Store che ha aperto ad Arese (Milano) nel centro commerciale Il Centro segno che l’azienda Cinese sta mostrando una notevole forza per sbarcare ufficialmente in altri continenti e nazioni al di fuori della Cina.

L’azienda Cinese quindi venderà direttamente i suoi dispositivi ufficialmente in Italia dopo esser sbarcato in Europa in Spagna e Francia proponendo i suoi dispositivi comunque a prezzi competitivi anche se più alti di quelli Cinesi come ovviamente aspettarsi ma comunque molto inferiori alla concorrenza per i prodotti offerti.

Xiaomi quotata in Borsa

Questo sbarco in Europa, fa parte di un grande progetto, che vede Xiaomi prossima ad essere quotata nella Borsa di Hong Kong che vedrebbe Xiaomi entrare con circa 10 miliardi di dollari, una cifra da record per un IPO.

La quotazione in borsa sarebbe spalleggiata da grandi banche come Goldman Sachs a Morgan Stanley e avverrebbe con il supporto di Credit Suisse, Deutsche Bank, JP Morgan Chase oltre che 6 banche Cinesi pronte ad investire in Xiaomi per arrivare in tutto il mondo con i suoi dispositivi.

Xiaomi: Spedizione smartphone alle stelle

Xiaomi mostra tutta la sua potenza già nei primi mesi di questo 2018 che vede schizzare le spedizioni degli smartphone che raggiungono ben 28,1 milioni di dispositivi inviati in tutto il mondo, portando Xiaomi al quarto posto con l’8% di quota mondiale.

Il tutto per un crescita nei primi tre mesi dell’anno in corso pari all’88%. Incredibile.

Xiaomi in perdita di 1 miliardo di dollari

Non solo solo rose e guadagni record ma sopratutto un risultato del primo trimestre del 2018 che vede perdite per 7 miliardi di yuan (circa 1,09$) che segue quello globale di 43,89 miliardi di yuan appunto circa 1 miliardo di dollari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here