ZTE riprende le vendite negli USA dopo aver pagato la Sanzione

0

ZTE riprende ufficialmente le vendite negli Stati Uniti dopo aver pagato la multa da 1 miliardo di dollari. I problemi sono stati risolti?

ZTE riprende a vendere smartphone negli Stati Uniti

ZTE dopo aver annunciato la chiusura definitiva, l’abbandono alla produzione di qualsiasi dispositivo e lo stop dello scambio delle azioni sulla borsa di Hong Kong riprende le sue normalità di vendita di smartphone ed altri prodotti negli Stati Uniti dopo aver pagato la sanzione di 1 miliardo di dollari.

Infatti è ufficiale che gli Stati Uniti hanno ufficialmente revocato il divieto ZTE di lavorare con compagnie americane dopo che l’azienda Cinese ha pagato la multa inflitta.

Il fatto nato perché ZTE è stata accusata di vendere prodotti con tecnologia Americana a nazioni bandite come Iran e Corea del Nord.

ZTE già a marzo aveva pagato una multa da ben 900 milioni di dollari, che arrivano a quasi 2 miliardi con la nuova sanzione ed secondo un comunicato ministro del commercio Wilbur Ross:

Sebbene abbiamo tolto il divieto a ZTE, [il Dipartimento del commercio] rimarrà vigile mentre monitoriamo attentamente le azioni della compagnia per garantire il rispetto di tutte le leggi e i regolamenti degli Stati Uniti.

Anche se al momento ZTE è salva, non vuol dire che i problemi siano risolti perché secondo quanto affermato dagli Stati Uniti, la multa è solo l’inizio, perché non dovranno accadere più i fatti che sono accaduti in passato.

Resta ancora in piedi la lotta degli Stati Uniti ai brand Cinesi che stanno indagando sui rapporti che hanno con altre nazioni “non amiche” degli USA e la possibilità di perdere ad esempio l’utilizzo dei SoC Qualcomm o addirittura le licenze Google sarebbe catastrofico per tutti i brand Cinesi che sarebbero sull’orlo del fallimento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here