PeerBlock, scaricare in sicurezza

1

Siete amanti del download di film, musica, software e quant’altro? Per scaricare usate software come emule, emule morpxht (o altre varianti), utorrent, mirc etc? Siete preoccupati che qualcuno possa spiarvi? Se avete risposto si ad almeno 2 di queste domande, non potete prescindere dall’utilizzare PeerBlock.

Questo software, è particolarmente utile ai downlaoder poichè agisce come una sorta di blacklist/firewall bloccando solo determinati ip. Nello specifico blocca IP di associazioni contro il download illegale o di semplici “guardoni”, aumentando la sicurezza del download. Essendo gli IP un qualcosa di dinamico (nel senso che cambiano ad ogni connessione), il software aggiorna le proprie liste quotidianamente senza però appesantire il computer.

Prima di vedere come utilizzarlo e configurarlo, ci tengo a precisare che QUESTA È UNA GUIDA A SOLO SCOPO INFORMATIVO. IL SITO E L’AUTORE NON INTENDONO FAVORIRE IL DOWNLOAD ILLEGALE DI MATERIALE PROTETTO DA COPYRIGHT, E RIMANE ALL’UTENTE LA SCELTA DI COME UTILIZZARE QUESTA GUIDA. 

Fatte le dovute precisazioni, vediamo come andare avanti. Apriamo il link http://www.peerblock.com e scarichiamo il file (grade appena 2 mb). Avviamo e concludiamo il semplice setup senza modificare alcuna voce.

A questo punto si aprirà un un wizard che ci permetterà di configurare il software. Clicchiamo su “avanti” nella prima schermata. Nella seconda mettiamo il segno di spunta alle caselle come da immagine e clicchiamo su “avanti”:

Nella successiva schermata l’unica opzione da modificare riguarda la frequenza con la quale verranno aggiornate le liste. Di default è preimposta la scelta “Every other day”, noi scegliamo “Every day” e clicchiamo su “avanti” e poi su “fine”. Si aprirà, quindi, il software che inizierà ad aggiornare le prime liste.

A questo punto non ci resta che aggiungere qualche nuova lista a quelle che abbiamo già preimpostato. Per farlo, dalla schermata principale, clicchiamo su “list manager” (in alto a sinistra) e dalla nuova finestra clicchiamo su “add“. Ora dobbiamo inserire nell’apposita barra l’url dal quale recuperare la lista aggiuntiva. Per trovare questi url, rechiamoci sul sito http://www.iblocklist.com/, scegliamo le liste che ci interessano, copiamo l’url di ognuna di esse e lo incolliamo nella barra degli url del software, premiamo su ok e infine chiudiamo la finestra. Questo procedimento va fatto singolarmente per ogni lista, non possiamo quindi copiare tutti gli url ed inserirli tutti insieme nel software (dopo l’immagine c’è l’elenco dei liste che vi consiglio di aggiungere).

  • LIVEL 2:     http://list.iblocklist.com/?list=bt_level2&fileformat=p2p&archiveformat=gz
  • RANGETEST:    http://list.iblocklist.com/?list=bt_rangetest&fileformat=p2p&archiveformat=gz
  • BADPEERS:     http://list.iblocklist.com/?list=bt_templist&fileformat=p2p&archiveformat=gz
  • HIJACKED:   http://list.iblocklist.com/?list=bt_hijacked&fileformat=p2p&archiveformat=gz
  • WEBEXPLOIT:     http://list.iblocklist.com/?list=ghlzqtqxnzctvvajwwag&fileformat=p2p&archiveformat=gz
  • PRIMARY THREATS:    http://list.iblocklist.com/?list=ijfqtofzixtwayqovmxn&fileformat=p2p&archiveformat=gz
  • PEDOPHILES:     http://list.iblocklist.com/?list=dufcxgnbjsdwmwctgfuj&fileformat=p2p&archiveformat=gz

Dal sito blocklist.com/lists.php cliccando sul nome della lista vi si aprirà un finestra nella quale troverete una descrizione della corrispondente lista. Non vi consiglio di aggiungere quelle delle case di videogame, ne tanto meno di aggiungere altre  oltre a quelle che vi ho consigliato sopra, poiché rischiereste di arrivare ad un punto in cui il software bloccherebbe il 90 % degli Ip e voi non potreste più navigare. 

Vi è infine un ultima impostazione da modificare per evitare che il software occupi inutili risorse hardware. Dalla home clicchiamo sulla scheda “Setting” (in alto a sinistra) e nel mezzo della schermata, nel riquadro “History“, selezioniamo “log none” al posto di “log allowed & blocked” (controllate che tutto sia configurato come nella prima delle due immagini sottostanti). Poi clicchiamo su “Next” (pulsante posto in basso a sinistra sempre della scheda settings), configuriamo questa schermata come la seconda immagine ci indica e infine clicchiamo su “save“:

Ritorniamo infine alla scheda “protection” e minimizziamo il software. Vi consiglio di usare questo programma solo quando scaricate da emule o software affini e di chiuderlo dalla Tray Icon quando navigate normalmente.

P.S. Ripeto l’autore non si assume nessuna responsabilità per l’utilizzo della guida, la quale viene pubblicata a puro scopo informativo.

 

1 COMMENT

  1. Non serve a niente,perche´chi “ci” controlla usa una normale postazione con IP dinamico,infatti mi hanno beccato nonostante avessi questo..volete la vera alternatica?….VPN

    bye

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here