SEGUI il canale Telegram Offerte di YourLifeUpdated: sconti esclusivi su Amazon e Gearbest ogni giorno selezionati per te! 

Ecco la nostra recensione e prova completa di Chuwi LapBook 12.3

Abbiamo provato il nuovo computer ultra-portatile Chuwi LapBook 12.3: ecco la nostra recensione completa

Finalmente siamo pronti per proporvi la recensione di Chuwi LapBook 12.3, uno dei computer portatili più richiesti del momento, che ovviamente arriva dalla Cina e precisamente da Gearbest, uno dei pochi rivenditori online che lo spedisce velocemente e lo propone ad un prezzo interessante di soli 250 euro.

Ma vale la pena di acquistare questo computer portatile Chuwi LapBook 12.3? Ha senso spendere 250 euro per portarsi a casa questo prodotto? Scopriamolo insieme nella recensione completa!

Chi è Chuwi

Prima di tutto spendiamo un paio di righe per parlare di Chuwi, azienda cinese che sta diventando particolarmente famosa anche in Italia per la sua produzione di tablet e computer portatili ultraleggeri, discretamente potenti, con piattaforma Windows e Androide venduti a prezzi molto interessanti sui principali store cinesi come Gearbest appunto.

Recentemente poi l’azienda si è fatta conoscere per aver prodotto un clone vero e proprio del Surface Pro di Microsoft, o ancora per aver prodotto LapBook Air, un clone del MacBook Air di Apple. 

Insomma, Chuwi non brilla sicuramente per originalità. Ma i suoi prodotti sono belli (si ispirano ai migliori top di gamma), sono abbastanza curati, montano un hardware solitamente potente e sono venduti a prezzi davvero imbattibili.

Insomma, sulla carta i prodotti di Chuwi sono interessanti, ma lo sono anche nell’uso di tutti i giorni? Scopriamolo e andiamo a conoscere Chuwi LapBook 12.3!

Scheda tecnica Chuwi LapBook 12.3

Chuwi LapBook 12.3
Display12.3-display display con risoluzione 2736 x 1824
ProcessoreIntel Celeron N3450 (Apollo Lake)
1.1GHz Quad Core
GraficaIntel HD Graphics 500
RAM6GB DDR3
Memoria64GB memoria interna espandibile con MicroSD
Connettività802.11b/g/n/ac
Bluetooth 4.0
Camera0.3MP webcam
PorteUSB 3.0 x 1
USB 2.0 x 1
microSD slot
mini HDMI port
3.5mm headphone jack
Batteria7.6V / 8000mAh
OSWindows 10
Peso & Dimensioni29.90 x 22.20 x 1.75 cm
1.38kg

Design e display Chuwi LapBook 12.3

Il metallo all’esterno assomiglia un pò di MacBook di Apple, quindi l’apparenza è molto buona. Anche aprendolo il prodotto restituisce un buon feedback: è solido, robusto, ben costruito. Non come un MacBook, ma comunque meglio dei soliti cinesoni plasticosi.

Il primo impatto è sicuramente positivo sia come design che come materiali che, secondo l’azienda, sono realizzati in una lega di alluminio e magnesio. Da evidenziare anche la costruzione unibody per garantire la massima qualità.

Nonostante le dimensioni contenute, il Chuwi LapBook 12.3 monta 2 porte USB, uno slot MicroSD, un jack da 3.5mm e l’ingresso per il caricabatteria.

Interessante infine notare lo slot M.2 per espandere i 64 gb di memoria interna con SSD.

Passando al display, abbiamo una risoluzione 2K “Retina” (2736 x 1824 pixel). Ok, non si può definire Retina perché è un marchio registrato di Apple, ma la risoluzione è comunque quella. In pratica abbiamo lo stesso display ad alta risoluzione montato sul Surface Pro 4 di Microsoft, a soli 260 euro però!

Lo schermo IPS opaco non è affatto male, risulta ben leggibile, riduce al massimo i riflessi. Unico neo è forse la luminosità un pò bassa, decisamente insufficiente se proviamo ad usare il Chuwi LapBook 12.3 all’esterno sotto la luce del sole. All’interno invece è più che buona.

Nota importante: le cornici attorno al display sono grandi praticamente il doppio rispetto a quanto mostrato nei render e un pò stonano col design complessivo del prodotto. Niente di grave, ma sono piuttosto evidenti, pù di quanto mi aspettassi.

Tastiera, trackpad e suono

La tastiera sa un pò di vecchio.

Ho provato il MacBook 12 di Apple (modello 2017), la nuova tastiera bluetooth di Apple per iMac e questa del Chuwi LapBook 12.3 ha la corsa decisamente troppo lunga. O meglio: ha una corsa classica, un pò vecchia, che nel 2017 andrebbe accorciata per migliorare la precisione e la velocità di scrittura.

Nonostante la tastiera non sia larghissima, è comunque abbastanza comoda da usare quotidianamente. Ho usato Chuwi LapBook 12.3 per scrivere recensioni e pubblicare articoli sul blog senza grossi problemi, anche se, come anticipato, ho sentito molto la differenza rispetto alle nuove tastiere di Apple, molto sottili, ampie e soprattutto estremamente veloci e precise.

Soprattutto i tasti funzione sono un pò piccoli e scomodi da usare, ma nel complesso la tastiera non è malaccio.

Una cosa decisamente negativa, invece, è il fatto che la tastiera non sia illuminata: di notte non si può usare questo Chuwi LapBook 12.3! E’ vero, tutti i computer di questa fascia sono accomunati da questo problema, ma è un vero fastidio.

Quello che invece non mi è piaciuto troppo è il trackpad, cioè lo spazio dedicato al mouse. E’ abbastanza grande e il feedback non è male, ma a volte (troppo spesso) funziona come vuole, quando vuole. E’ davvero difficile usare il trackpad senza che il puntatore, dopo un pò, vada dove voglia in giro per lo schermo. Le gesture ad un certo punto smettono di andare e navigare tra le varie finestre diventa davvero complicato e fastidioso. Sui vari forum c’è già una soluzione NON ufficiale, ma da parte dell’azienda tutto tace per ora.

Insomma, per usare questo Chuwi LapBook 12.3 consiglio un mouse esterno, quasi indispensabile se l’uso del computer è prolungato. Forse basta solo un aggiornamento software/driver per risolvere il problema, ma comunque al momento è presente e rischia di diventare molto fastidioso in certe occasioni.

Parliamo infine degli speaker: sono stereo e sono posizionati nella parte bassa dello chassis. Il livello di volume è discreto, non fortissimo ma comunque non male (bassi assenti). Anche la qualità audio è più che discreta: niente di eccezionale, ma sufficiente per guardare video o ascoltare canzoni in mobilità.

Performance e batteria

Sulla carta questo Chuwi LapBook 12.3 ha un hardware molto interessante, costituito da un processore Intel N3450 Apollo Lake, 6GB RAM e 64GB di memoria interna (espandibile).

Non è sicuramente il più potente sul mercato, ma nemmeno malaccio; fa il suo dovere senza troppi compromessi e contribuisce a mantenere basso il costo complessivo. 

Per un uso Office, web, scrittura, navigazione internet funziona più che bene. Ovviamente non è adatto al gaming, al montaggio video e operazioni pesanti, ma per un uso basico fa il suo lavoro in modo ottimale. 

Windows funziona liscio come l’olio, il sistema operativo è sempre rapido e scattante (per quanto possa esserlo Windows…), si possono guardare video di YouTube senza problemi e si può arrivare anche al 4K senza rallentamenti, blocchi o scatti.

Come già anticipato, meglio evitare di usare giochi recenti (ma anche datati), così come meglio evitare il montaggio video più pesante, anche se i video più leggeri si possono editare senza grossi problemi.

Giusto per fare un esempio concreto, ho usato tranquillamente il computer con 8-10 tab Chrome aperti, Spotify e Skype in background e un documento Excel aperto mentre facevo calcoli e modifiche. Con qualche operazione aggiuntiva (conversione video) il computer ha avuto invece difficoltà.

Parlando invece di batteria, Chuwi LapBook 12.3 garantisce 6 ore con una singola carica e luminosità al 50%. 

Ovviamente l’autonomia varia molto in base all’uso, ma in generale si raggiungono almeno le 5 ore di uso non troppo pesante.

Un paio di note finali: la webcam è decisamente a bassa risoluzione, mentre la memoria interna mi è sembrata un filino lenta in certe situazioni.

Conclusioni

Insomma, Chuwi LapBook 12.3 è un laptop molto più che decente, che ha dalla sua un hardware abbastanza moderno e un prezzo molto competitivo. Con 250 euro in Italia non si compra nemmeno un vecchio tablet Android, così per dire.

La costruzione è buona, il peso e le dimensioni contenuti permettono di portarlo sempre in giro senza problemi e senza fastidi, le prestazioni per un uso Office non sono affatto male.

Peccato davvero per il trackpad, che diventa davvero fastidioso ogni tanto. Speriamo in un aggiornamento da parte dell’azienda, altrimenti bisogna usare un mouse esterno per evitare troppo stress.

Aziende come Delll, HP e altri offrono prodotti sicuramente migliori, più belli, potenti e affidabili, ma i prezzi aumentano e di parecchio. Chi vuole spendere poco, con un design molto curato e materiali buoni, senza rinunciare alle prestazioni, troverà in Chuwi LapBook 12.3 un ottimo compagno di viaggio e di ufficio.

In conclusione credo che questo computer sia un’ottima soluzione per gli studenti o per i lavoratori sempre in movimento, che non sono interessati a grafica e video, ma che devono solo consultare documenti, navigare in rete e scrivere in mobilità senza portarsi dietro un computer grosso, pesante e ingombrante.

Dove acquistare Chuwi LapBook 12.3

Chuwi LapBook 12.3 Silver si trova su Gearbest a soli 250 euro: un prodotto che non ti deluderà!

>>> ACQUISTALO ORA <<<

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

1 COMMENT

  1. Sono molto tentato dall’acquisto…
    Complimenti per la recensione.
    Tra questo e lo jumper ezbook 3 pro cosa consigli?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here