Recensione Asus Zenfone 5: Troppi Lag!

0

Recensione VideoRecensione Asus Zenfone 5. Ecco la nostra recensione e prova completa di Asus Zenfone 5: pareri, opinioni, conviene comprarlo?

Recensione Asus Zenfone 5

Asus Zenfone 5 potrebbe sembrare uno dei tantissimi smartphone di fascia media proposto attorno ai 350-400 euro con Android 8, bel design, ottimi materiali, notch frontale, linee simili ad iPhone X, Snapdragon 636 e 4GB RAM. Fin qui niente di nuovo.

Ma Zenfone 5 monta una fotocamera grandangolare posteriore, in grado di scattare foto in stile GoPro. Questo è il suo vero punto di forza, quello che lo differenzia dalla massa e dalla concorrenza, che lo rende un potenziale best buy in questa fascia prezzo.

Mi aspetto grandi cose da Zenfone 5. Prezzo competitivo, bello esteticamente, grande ma non esagerato, hardware molto valido, fotocamere di ottima qualità sulla carta, software aggiornato e completamente rivisto/alleggerito rispetto al passato, tanta AI in tutto il telefono (non solo nella fotocamera come gli altri).

Le basi per essere un ottimo smartphone ci sono tutte. Ma come si comporta nell’uso quotidiano dopo 2 settimane di test? Scopriamolo insieme.

VideoRecensione Asus Zenfone 5

Scheda Tecnica

  • Sistema operativo: Android Oreo 8.1 + ZEN UI 5
  • Display 6.2 pollici IPS LCD (2246 x 1080 pixel)
  • Processore: Snapdragon 636 octa-core 1.8GHz
  • GPU: Adreno 509
  • Memoria: 4GB RAM / 64GB storage
  • Fotocamera posterore: 12MP f/1.8 (colori) + 8MP (grandangolare) ottica 120°
  • Video: max risoluzione 4K @ 30fps / full HD a 120fps / slow motion 240fps in HD
  • Fotocamera frontale: 8 MP, f/2.0
  • Connettività: 802.11 ac Wi-Fi (2.4 e 5GHz), Bluetooth 5.0, NFC, GPS, AGPS, GLONASS, BDS, Type-C 3.1 Dual nano-SIM / VoLTE / 4G+ LTE Cat 13 (download fino a 600Mbps)
  • Batteria: 3,300mAh
  • Dimensioni e peso: 153 x 75.65 x 7.7 mm / 155g

Confezione e contenuto

C’è tutto quel che serve, compresa una cover in TPU trasparente per proteggerlo.

Cuffie di buona qualità, si collegano tramite il jack audio da 3.5mm (meno male che c’è ancora!)

Materiali, design, touch & feel

Esteticamente sembra iPhone X, almeno nella parte frontale. Rispetto allo smartphone Apple è più grande.

Rispetto alla concorrenza, qui le cornici sono davvero sottili, soprattutto quella inferiore: Zenfone 5 è uno degli smartphone più simili ad iPhone X nella parte frontale, rispetto alla concorrenza il bordo inferiore è davvero ridotto.

I materiali sono davvero di ottima qualità: lo smartphone è robusto, elegante, ben fatto. Molto bello il retro, che crea giochi radiali di luce unici e in grado di differenziarlo dalla concorrenza.

Usarlo con una mano è davvero difficile (153 x 75.65 mm), ma non impossibile. Gli angoli arrotondati semplificano la presa e l’uso, anche grazie ai soli 7.7mm di spessore. In tasca non dà alcun fastidio, non ingombra troppo e non pesa troppo (155g ben distribuiti).

La fotocamera posteriore sporge leggermente e rischia di graffiarsi quando lo appoggiamo su tavoli o superfici simili.

Il sensore per le impronte digitali (molto veloce, preciso e reattivo) è comodo da raggiungere, è posizionato esattamente dove ce lo aspetteremmo.

E’ presente il LED di notifica nella capsula auricolare anteriore: comodo e ben visibile in qualsiasi condizione di luce.

Display

6.2 pollici, occupa il 90% della superficie frontale. Pannello IPS LCD con risoluzione Full HD+ (2246 x 1080).

Bene, ma non perfetto.

Buoni angoli di visione, ottima sensibilità, molto ben calibrato, buona riproduzione dei colori per un IPS. Ottima reattività alla luminosità ambientale.

Sotto alla luce diretta e forte del sole però si legge con fatica. Non benissimo il contrasto, con neri un pò assenti.

Comunque più che buono per la fascia prezzo.

E’ possibile nascondere la tacca via software, così come si può personalizzare la barra dei pulsanti in basso (disposizione dei tasti, possiamo scegliere se nasconderla automaticamente..), cambiare il font.

Possibile anche accendere lo schermo automaticamente quando alziamo lo smartphone dal tavolo per controllare eventuali notifiche.

Possibilità di tarare la temperatura dei colori dello schermo (anche a orari programmati in automatico), la gamma cromatica e di attivare filtro luce blu.

Hardware, processore e memoria

Snapdragon 636 e 4GB di RAM garantiscono ottime prestazioni con tutte le app, i giochi e i programmi. Nessun problema neanche con i giochi più pesanti o con il passaggio rapido da un programma all’altro. Ottima anche la velocità del browser internet.

Possibilità di usare 2 SIM insieme (rinunciando alla MicroSD esterna).

64GB memoria interna più che sufficienti per archiviare file personali. Purtroppo non è impermeabile.

Per il resto abbiamo modem SD X12, GPU Adreno 509, Bluetooth 5.0 e Wi-Fi ac dual-band a 5GHz.

Batteria

3300 mAh permettono di arrivare a sera con 25-30% senza problemi. Garantite almeno 4 ore o 4 ore mezza di schermo acceso con uso intenso.

C’è la ricarica rapida ma non quella wireless.

Interessante l’intervento dell’AI: di notte ricarica la batteria lentamente in modo da prolungarne la vita; di giorno la carica più velocemente perché sa che abbiamo meno tempo per caricare lo smartphone. Non mancano poi le varie modalità “Risparmio energetico” personalizzabili.

Software ed ecosistema

Android 8.0, patch Maggio 2018, interfaccia ZenUI 5.

In 3 settimane ho ricevuto almeno 5 aggiornamenti software: per ora è supportato alla grande, ma in futuro? Asus non mi dà molte garanzie sull’arrivo di Android 8.1 o 9. E’ un’incognita.

Molto interessanti le funzionalità aggiuntive di Asus:

  • possibilità di usare qualsiasi icon pack senza cambiare launcher
  • possibilità di fare swipe per accedere alle notifiche o alle app installate
  • app Page Marker per salvare pagine web da consultare offline senza internet
  • Twin App per creare app duplicate da gestire con un secondo account
  • Game Genie per registrare le partite con i vari giochi e trasmetterle in streaming
  • ZeniMoji che sono simili agli Animoji di Apple con iPhone X, ma molto più limitati e meno utili
  • possibilità di fare chiamate di emergenza SOS e di inviare rapidamente posizione GPS in caso di necessità
  • funzioni AI per velocizzare avvio delle app più usate, app più usate suggerite nel launcher, ricarica intelligente della batteria, schermo smart, suoneria AI che alza/abbassa il volume automaticamente in base al rumore ambientale della stanza in cui ci troviamo
  • modalità bambini
  • modalità Facile
  • avvio rapido fotocamera con 2 tap sul tasto volume
  • modalità una mano
  • modalità tasca per evitare accensione involontaria dello schermo
  • modalità guanti utile in inverno
  • supporto per altri temi (pochi belli, molti a pagamento, meglio cambiare icon pack)

Un software intelligente e super personalizzabile, che però sembra sempre tirato al limite. Ogni tanto qualche scatto, lag o rallentamento si nota, come se il processore avesse sempre “il collo tirato”.

A parte questo, nell’uso normale Zenfone 5 si comporta QUASI come un top di gamma (ci sono sempre questi lag, non presenti sul modello più potente 5Z) sia se parliamo di web browsing sia nel gaming. Nessun problema con giochi come Real Racing, ma quando passiamo da un programma all’altro col multitasking o quando apriamo le notifiche ci sono sempre dei piccoli rallentamenti fastidiosi. Per fare un esempio concreto, quando riapro Instagram vedo un ricaricamento da zero dell’app, segno che processore e RAM sono arrivati al limite. 

Nel complesso comunque una buona esperienza nell’uso quotidiano, ma rispetto ad altri smartphone della stessa fascia prezzo è innegabile notare che l’uso del dispositivo risulta leggermente più lento (avvio app, passaggio da un’app all’altra, gestione multitasking..). Per fare un confronto diretto, Galaxy A8 e Honor 10 sono più veloci e scattanti nell’uso quotidiano con le stesse app.

Reparto telefonico e audio

Nulla da dire: tutto funziona alla grande. Ottima ricezione, ottima qualità delle chiamate. La ricezione e soprattutto il WiFi sono decisamente sopra alla media. 

Buona la vibrazione. Molto buoni WiFi, Bluetooth e GPS.

Eccellente lo speaker stereo: uno dei più potenti e migliori che abbia mai sentito. Davvero spettacolare.

Foto e video

Dual camera posteriore 12 + 8 MP. Fotocamera anteriore 8 MP. App fotocamera semplice, completa e intuitiva.

Foto di giorno davvero eccezionali, anche grazie all’HDR che interviene sempre in maniera intelligente, con colori reali e fedeli. Buona la messa a fuoco, molto preciso effetto sfuocato/bokeh in stile reflex.

Disattivando l’HDR però il cielo viene invece spesso bruciato e in generale si perdono particolari che vengono bruciati dalla luce.

Foto di notte di alta qualità, soprattutto per la fascia dello smartphone.

Confrontandolo con Honor 10 e Galaxy A8, devo dire che risulta leggermente inferiore a questi due sia di giorno che di notte, anche se ribadisco che la qualità delle foto è buona.

Foto grandangolari da rivedere. Era il motivo principale che mi ha spinto a comprare questo smartphone, ma sono insoddisfatto. Certo, è ottima la possibilità di avere una GoPro sempre a portata di mano, ma spesso e volentieri i dettagli delle foto scattate con questa lente a 120 gradi (un pò distorta tra l’altro l’immagine) sono davvero bassi, i colori vengono un pò impastati (soprattutto per scatti all’interno della natura), ci sono problemi sia di giorno che di notte e la qualità generale lascia decisamente a desiderare. Insomma, è una fotocamera bella e divertente per fare foto social, ma neanche lontanamente paragonabile ad una GoPro. Peccato.

Ottima invece la modalità PRO per la fotocamera, che ha permesso di ottenere scatti davvero fantastici anche di notte.

Fotocamera frontale da 8MP sufficiente, ma non di altissima qualità, soprattutto perché spesso brucia cielo e colori troppo luminosi. Non mancano funzioni come “Selfie Panoramico” ed “Effetto Bellezza”.

Intelligenza AI riconosce in automatico una valanga di scene, setta in automatico i parametri di scatto e devo dire che nel 99% dei casi si comporta egregiamente.

Non mancano altre funzioni come abbellimento volto, animazione GIF, risoluzione super (per arrivare a 49MP interpolati), scatto panoramico, supporto per Google Lens (per riconoscere gli oggetti inquadrati e cercarli su internet), slow motion e time-lapse.

Video decisamente di buona qualità, c’è il FullHD 120fps o il 4K. La stabilizzazione è solo elettronica.

Giudizio finale

Nel complesso un ottimo medio gamma, che mi è piaciuto, ma che non convince al 100% per via del prezzo (se paragonato alla concorrenza) e soprattutto dei lag onnipresenti.

E’ un dispositivo con ampio display, buona batteria e prezzo contenuto. Peccato che non sia l’unico sul mercato e che la concorrenza sia spietata in questa fascia prezzo: A8 2018 e Honor 10 non hanno la cam grandangolare, ma costano più o meno uguale e offrono prestazioni decisamente migliori nell’uso quotidiano.

Bisogna assolutamente evidenziare che Asus ha tagliato i ponti col passato, ha stravolto completamente il suo prodotto, lo ha migliorato sotto ogni punto di vista, ha fatto davvero un gran lavoro.

Ma ancora non ci siamo. Troppi lag e rallentamenti rovinano l’esperienza con questo smartphone, che sembra sempre tirato al massimo e al limite delle sue possibilità.

In conclusione, consiglio questo Asus Zenfone 5 solo a chi vuole una fotocamera grandangolare senza spendere 700 euro per LG G7, l’unica valida alternativa sul mercato.

Per tutti gli altri ci sono alternative migliori: Redmi Note 5 per chi vuole stare sotto ai 200 euro (migliore in tutto), Honor 10 per chi vuole il top di gamma alla portata di tutti.

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here