Recensione Huawei Watch GT: più fitness tracker che smartwatch

0

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

Abbiamo provato e testato a fondo il nuovo smartwatch Huawei Watch GT: molto fitness tracker, meno smartwatch. Pro e contro di Huawei Watch GT

Huawei Watch GT

Huawei Watch GT: la prova completa

Con il Watch GT, Huawei tenta di sfidare il Galaxy Watch di Samsung e l’Apple Watch Serie 4 puntando su un prezzo di listino più contenuto, un’autonomia da punto di riferimento per la categoria e un sistema operativo proprietario.

Basterà tutto questo a scalzare la concorrenza? Scopriamolo nella nostra recensione completa!

Confezione

All’interno troviamo:

  • la base di ricarica magnetica (con porta USB-C)
  • il cavo di ricarica
  • l’orologio.

Non viene fornito un alimentatore, quindi dovremo collegarlo ad uno in nostro possesso.

Design, costruzione e vestibilità

Il design del prodotto è tipicamente maschile, sia come linee che come dimensioni.

Esteticamente è molto bello, curato ed elegante. Molto interessante il fatto che sia spesso solo 10,6 millimetri.

Passando ai materiali, è realizzato in metallo con la ghiera frontale in ceramica. Sul lato destro troviamo due tasti fisici. Da notare che è resistente all’acqua fino a 5 atmosfere (è perfetto anche per il nuoto).

Al polso devo dire che sta veramente comodo: non troppo grande, non troppo pesante (solo 46 g) non dà alcun fastidio neanche durante lo sport, merito anche del cinturino in silicone che non si sgancia e non disturba in alcun modo.

Hardware

Abbiamo 128 MB di memoria interna e 16 MB di RAM.

È dotato ovviamente di connessione Bluetooth per il collegamento allo smartphone.

Non mancano barometro, acceleratore e giroscopio per misurare il movimento e lo spostamento con la massima precisione.

Troviamo poi un preciso sensore di battito cardiaco sulla parte inferiore, il GPS assistito da GLONASS e Galileo. Manca solo NFC. 

Il touchscreen funziona molto bene e non perde un colpo. Inoltre sul lato destro troviamo due pulsanti fisici dello smartwatch: quello in alto consente di accedere al menu, di tornare indietro, di riavviare/spengere il dispositivo, di terminare un allenamento e molto altro; quello in basso è progettato per bloccare/sbloccare il display e per offrire delle scorciatoie.

La cassa (46 mm) è una combinazione di metallo e ceramica (plastica per la zona posteriore), ed è disponibile in due colorazioni: nero (cinturino in silicone abbinato) o argento (cinturino in pelle marrone).

Display

Molto bene! Lo smartwatch è dotato di un display da 1,39″ in tecnologia AMOLED e risoluzione 454×454 pixel (più alta della media).

Come anticipato è un ottimo display: luminoso e perfettamente visibile anche sotto al sole. E’ comunque presente il sensore che regola automaticamente la luminosità in base all’ambiente in cui ci troviamo.

Segnalo che fortunatamente il vetro non trattiene molto le impronte, aiutando anche a garantire quindi una visibilità molto buona.

Un neo? Manca la modalità always on che mostri sempre l’ora, ma fortunatamente lo schermo si riaccende automaticamente col movimento del polso in modo molto preciso.

Software

Il sistema operativo è proprietario di Huawei, e questo è un pò il principale limite di questo prodotto. Ma vediamolo meglio nel dettaglio.

Prima di tutto usare l’orologio è comunque semplicissimo: dopo aver scelto il quadrante principale, potremo spostarci lateralmente tra un quadrante e l’altro e ovviamente in ognuno di essi avremo modo di leggere varie informazioni, tra le quali un riepilogo in tempo reale del battito cardiaco (registrato tutto il giorno), il meteo e il riepilogo dell’attività fisica durante il giorno.

Avremo a disposizione 12 quadranti personalizzati da impostare.

Tra le altre funzioni troviamo:

  • il tracciamento del sonno
  • il barometro
  • la bussola
  • il cronometro
  • il timer
  • la sveglia
  • la funzione per ritrovare il telefono facendolo squillare
  • le notifiche di inattività

Per quanto riguarda il supporto al fitness e alle attività sportive, c’è da dire che viene garantito il supporto ad un gran numero di sport e alla fine delle attività abbiamo a disposizione parecchie informazioni sulle nostre performance.

Ecco gli allenamenti disponibili:

  • Corsa guidata
  • Corsa all’aperto
  • Corsa al chiuso
  • Passeggiata all’esterno
  • Alpinismo
  • Corsa crosscountry
  • Bicicletta all’aperto
  • Cyclette
  • Nuoto al chiuso
  • Nuoto all’aperto

Non escludo che arrivino altri sport con futuri aggiornamenti software.

Unico neo: anche durante l’attività fisica lo schermo si spegne quando non lo usiamo, ma possiamo riaccenderlo muovendo il polso.

Molto preciso il rilevamento della posizione e del dislivello, così come mi sembra corretto il rilevamento del battito cardiaco. Evidenzio che grazie al GPS integrato non è necessario avere il telefono con sé per andare a correre e registrare il percorso su una mappa.

Altro neo: i dati non possono essere condivisi con app di terze parti (addio quindi Strava, Endomondo e qualsiasi altra app disponibile su Apple App Store e/o Google Play Store). Tutte le informazioni relative al fitness e alla salute vengono mostrate dunque solo nell’app Health di Huawei. 

Buono anche il tracciamento del sonno, che parte in automatico.

Passando alle notifiche, diciamo che rappresentano la parte più “problematica” del prodotto. Queste, infatti, sono estremamente limitate e anche il controllo remoto dello smartphone tramite smartwatch offre ben poco. Per fare qualche esempio:

  • non è possibile interagire con le notifiche a schermo, rispondere o ascoltare audio
  • le emoji di WhatsApp non vengono visualizzate
  • per quanto riguarda le chiamate, non compare alcun numero visualizzato, ma solo l’icona rossa della cornetta per chiuderle
  • ascoltando musica su Spotify o Amazon Music, sullo smartwatch non si hanno dei comandi rapidi

Tramite l’app dedicata per smartphone potremo scegliere quali app possono o non possono inviare notifiche allo smartwatch.  

Segnalo infine che lo smartwatch è compatibile sia con Android che con iOS.

Il sistema operativo proprietario è leggerissimo e fluidissimo, ma, come anticipato, non potremo scaricare app aggiuntive oltre a quelle già presenti sul dispositivo.

Autonomia

Fantastica: 2 settimane di autonomia con una singola carica. Usandolo con GPS attivo, consuma 7-8% di batteria all’ora.

Si ricarica completamente in 2 ore.

Peccato per la modalità di ricarica: abbiamo ancora lo stand con attacco proprietario, cioè una basetta circolare con meccanismo magnetico.

Prezzo

Il prezzo ufficiale è di 199 euro, ma su Amazon si trova già a 170 euro. Un prezzo in linea con il prezzo dei dispositivi per questo mercato.

Conclusioni

Come anticipato, è uno smartwatch molto carino, elegante, curato, ma indicato in modo particolare per gli sportivi. E’ più uno sportwatch che uno smartwatch proprio a causa dei limiti legati alle notifiche e all’interazione con lo smartphone.

Come dispositivo dedicato al fitness, però, funziona bene, è preciso e affidabile. E ha una batteria spettacolare, nettamente migliore della concorrenza, senza dimenticare lo schermo davvero brillante e ben leggibile!

Pro

  • Bel display
  • Ottima autonomia
  • Sottile e leggero
  • Molti dati sul fitness
  • Preciso nella rilevazione

Contro

  • Notifiche da migliorare
  • No schermo “always-on”
  • OS proprietario con qualche limite

Cos’ha in più rispetto alla Mi Band 3

In molti si staranno facendo questa domanda, ma i motivi per preferire questo prodotto sono davvero tanti. Abbiamo uno schermo grande, bello e facilmente leggibile, un GPS molto preciso, una migliore gestione delle notifiche, una batteria ottima e soprattutto la possibilità di monitorare tantissimi sport in modo estremamente preciso, il tutto usando un prodotto che è anche molto elegante e può essere indossato in qualsiasi occasione.

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here