SEGUI il canale Telegram Offerte di YourLifeUpdated: sconti esclusivi su Amazon e Gearbest ogni giorno selezionati per te! 

Ecco la nostra recensione e prova completa di Samsung Galaxy J3 2017

Abbiamo provato il nuovo smartphone Samsung Galaxy J3 2017: ecco la nostra recensione completa

Finalmente siamo pronti per proporvi la recensione di Samsung Galaxy J3 2017.

Samsung Galaxy J3 2017 rappresenta il nuovo smartphone di fascia bassa di Samsung. Un dispositivo venduto attorno ai 200 euro, online anche a meno, senza grosse pretese ma ideale per chi cerca uno smartphone moderno e non eccessivamente potente. Peccato che tra i suoi concorrenti ci siano smartphone come Huawei P10 Lite e P8 Lite 2017, oppure tutti gli smartphone Xiaomi sotto ai 200 euro, che risultano decisamente più interessanti come hardware e prestazioni.

Ma vediamo pregi e difetti di questo Samsung Galaxy J3 nella recensione completa, partendo come sempre dalla scheda tecnica.

VIDEO ONLINE DALLE 14

Scheda Tecnica

  • Schermo: 5” HD (720 x 1.280 pixel)
  • CPU: Samsung Exynos 7570 quad-core a 1,4 GHz
  • RAM: 1,5 GB
  • Memoria interna: 16 GB espandibile (con microSD fino a 256 GB)
  • Fotocamera posteriore: 5 megapixel con LED flash
  • Fotocamera frontale: 2 megapixel
  • Connettività: nano SIM, LTE, Wi-Fi n (2,4 GHz), Bluetooth 4.2
  • Dimensioni: 140,97 x 70,1 x 8,6 mm
  • Peso: 148 grammi
  • Batteria: 2.600 mAh removibile
  • OS: Android 7.0 Nougat

Confezione e contenuto

Niente sorprese: la confezione contiene un alimentatore 5V/1A, un cavo USB-microUSB ed un paio di cuffie stereo economiche. Tutto nella norma.

Materiali, design, touch & feel

Esteticamente J3 2017 è davvero carino, ricorda vagamente Galaxy S6 ed S7, sempre prodotti da Samsung. Offre un design pulito e moderno, con cornici non eccessivamente evidenti e angoli ben stondati che ne migliorano l’ergonomia e l’utilizzo anche con una sola mano.

Personalmente apprezzo molto la presenza di metallo nella parte posteriore, mentre i bordi sono realizzati in plastica. Samsung ha fatto davvero un ottimo lavoro mixando questi due materiali in modo elegante: il passaggio da metallo a plastica è praticamente invisibile.

Sulla destra troviamo il pulsante di accensione/spegnimento, sulla sinistra il bilanciere del volume e gli ingressi per MicroSD e scheda SIM, mentre nella parte frontale abbiamo il classico tasto fisico per tornare alla home. Grave l’assenza di un lettore di impronte digitali a differenza dei concorrenti in questa fascia prezzo.

Nella parte inferiore abbiamo jack audio da 3.5mm per collegare le cuffie e incresso MicroUSB: a metà 2017 mi sarei aspettato un USB C.

Curioso notare il posizionamento dello speaker, che si trova sulla destra, appena sopra al pulsante di accensione e spegnimento: mentre guardiamo film o giochiamo non lo copriamo con la mano e questo è sicuramente un aspetto positivo.

Frontalmente abbiamo i classici sensori e la fotocamera anteriore; è presente un flash LED frontale per i selfie, ma incredibilmente manca il sensore per la luminosità automatica. Gravissima assenza, ingiustificabile dal mio punto di vista. Sul retro abbiamo invece la fotocamera e il flash LED, perfettamente incassati nella scocca.

Lo smartphone è abbastanza compatto, si usa senza grossi problemi anche con una sola mano e in tasca non da assolutamente alcun fastidio. Sicuramente è tra i dispositivi più compatti che abbia provato in questi ultimi mesi, ideale per chi vuole un dispositivo moderno ma non troppo grosso o pesante (del resto pesa solo 142 g).

Display

J3 2017 monta un display da 5 pollici e risoluzione HD (1280 x 720 pixel) non eccessivamente elevata, ma nonostante tutto i singoli pixel non si notano ad occhio nudo e la resa finale è davvero molto buona.

Al contrario di altri smartphone, qui abbiamo un pannello con tecnologia PLS, soluzione di Samsung alternativa al classico IPS che permette di avere migliori angoli di visuale. Ed effettivamente i miglioramenti si vedono: il pannello è luminoso e brillante, gli angoli di visuale sono ottimi e i colori accesi, corposi e molto realistici. Non siamo ai livelli di un AMOLED, ma la qualità è decisamente superiore alla media, sia come visibilità che come colori.

Come anticipato, assurda l’assenza del sensore di luminosità, anche se c’è una modalità “all’esterno” che permette di aumentare per un breve periodo la luminosità del display nelle giornate più soleggiate. Agendo manualmente comunque lo schermo si vede bene anche sotto alla luce diretta del sole.

Da segnalare infine il vetro leggermente curvo 2.5D nella parte frontale.

Hardware, processore e memoria

All’interno di Samsung Galaxy J3 2017 troviamo un processore Exynos 7570 quad core da 1,4 GHz con GPU Mali T720. Peccato che ci siano solo 2GB di RAM, affiancati da 16GB di memoria interna (di cui solo 11.5 disponibili al primo avvio), comunque espandibile tramite microSD.

Lato connettività abbiamo WiFi monobanda, Bluetooth 4.2 ed NFC. Presente anche la Radio FM.

Come già segnalato, manca il lettore di impronte digitali, ma sono assenti anche il LED di notifica ed il giroscopio. E qui non abbiamo l’always-on-display, quindi per leggere eventuali notifiche dobbiamo sbloccare ogni volta lo schermo.

Altra cosa inspiegabile sono i tasti touch frontali non retroilluminati: al buio non si vedono ed è inaccettabile su uno smartphone Samsung da 200 euro.

Fortuna che le prestazioni di questo hardware sono comunque adeguate per l’uso quotidiano: i programmi si avviano abbastanza rapidamente e il multitasking permette di passare da un’app all’altra senza lunghe attese. E’ chiaro che non si può paragonare questo smartphone ad un top di gamma, ma per la fascia media del mercato le prestazioni sono più che buone con tutti i programmi, compresi Facebook e Instagram, che solitamente impattano in modo importante su RAM e processore.

Parlando infine di giochi, quelli non troppo pesanti girano abbastanza bene, mentre Real Racing si avvia lentamente e funziona parecchio a scatti, rendendo l’esperienza di gioco non proprio piacevole.

Batteria

Un aspetto che convince abbastanza è la batteria, removibile ma da soli 2400 mAh. Grazie allo schermo in bassa risoluzione (e che quindi consuma poco) e al processore poco energivoro si copre senza problemi 1 giornata di uso intenso. Con un uso più blando si arriva tranquillamente anche a fare 1 giorno e mezzo con una singola carica. Niente di eccezionale ma comunque risultati soddisfacenti.

Software ed ecosistema

Il sistema operativo di Galaxy J3 2017 è Android 7.0 Nougat personalizzato con interfaccia Samsung Experience 8.1. E’ in pratica la stessa personalizzazione che abbiamo già visto sugli ultimi smartphone di Samsung, che offre un gran numero di opzioni e funzionalità aggiuntive rispetto ad Android Stock.

Peccato che, come sempre, l’interfaccia Samsung sia troppo pesante e in rari casi vada a rallentare il sistema inutilmente. Tra le app pre-installate, poi, ci sono tutte quelle di Microsoft Office (Word, Excel, OneDrive…(), che dal mio punto di vista occupano inutilmente memoria e consumano batteria, quindi vanno tutte disattivate manualmente se non sono necessarie.

In generale comunque il software scorre fluido, ma è presente qualche sporadico rallentamento quando andiamo ad avviare con applicazioni più pesanti.

Per chi non conoscesse la personalizzazione Samsung di Android, ricordo che tra le funzionalità più interessanti abbiamo:

  • la personalizzazione con i temi
  • varie app pre-installate, come browser internet, l’app archivio per la gestione dei file, un client mail, un registratore vocale e Samsung Health, Galaxy Apps (store alternativo a quello di Google per scaricare app, giochi e programmi)
  • il multiwindows per utilizzare due applicazioni in contemporanea sullo schermo
  • la modalità per usare lo smartphone con una mano, anche se in questo caso non è strettamente necessaria
  • Game Tools e Game Launcher, per rendere più interessante l’esperienza di gioco

Reparto telefonico e audio

Passando al comparto telefonico, la ricezione telefonica mi è sembrata nella media senza particolari problemi da segnalare. La qualità delle chiamate audio è buona, dall’altra parte ci sentono bene e il vivavoce è abbastanza potente.

WiFi, Bluetooth e il resto della connettività non hanno evidenziato alcun problema durante i test.

Lo speaker laterale suona abbastanza bene e sicuramente meglio dei alcuni concorrenti in questa fascia di prezzo: è abbastanza forte soprattutto nelle frequenze alte, mentre medi e bassi latitano un pò.

Foto e video

Passando al comparto telefonico, Galaxy J3 2017 è dotato di una fotocamera principale da 13 megapixel ƒ/1.9, che gli permette di scattare foto abbastanza buone con tanta luce e comunque discrete con poca luce.

Chiaramente si tratta di qualità buona per uno smartphone di questa fascia prezzo, non paragonabili a quelle ottenute con smartphone di fascia media o addirittura alta.

Diciamo che per una condivisione social immediata le foto vanno più che bene, soprattutto i selfie, che in condizioni di scarsa illuminazione vengono aiutati dal flash LED frontale.

Parlando di fotocamera anteriore, questa è una 5 megapixel ƒ/2.2, che regala anche in questo caso scatti di discreta qualità.

I video possono essere registrati in Full HD sia dalla fotocamera principale che da quella secondaria: anche in questo caso non segnalo particolari problemi, anche se, come già detto per le foto, non possono essere paragonati alla qualità di smartphone più costosi.

l software per la fotocamera è quello classico di Samsung che integra diverse funzioni per sfruttare al meglio la fotocamera, dalla modalità Pro, che offre l’accesso ai parametri di scatto avanzati, a quella panoramica, passando per lo scatto multiplo e l’HDR. Si possono anche impostare dei filtri in tempo reale. Insomma, il software proposto da Samsung è come sempre completo e ricco di opzioni.

Nel complesso abbiamo a che fare con un comparto fotografico interessante e sicuramente in linea con quanto offerto dai concorrenti in questa fascia prezzo. Se proprio vogliamo trovare un difetto, ogni tanto le immagini vengono salvate con colori un pò spenti e poco brillanti.

Giudizio finale

Nel complesso questo Galaxy J3 non è male, ma non ne posso consigliare l’acquisto.

Manca il LED per le notifiche, manca il sensore per le impronte, manca il sensore di luminosità, manca il giroscopio, i tasti frontali non sono illuminati. E il dispositivo viene proposto a 200 euro.

Con poco più di 100 euro si comprano smartphone Xiaomi che offrono tutto quello che manca a Galaxy J3. E attorno ai 200 euro si trovano dispositivi come Moto G5, Huawei P8 Lite 2017, Huawei P10 Lite e simili che offrono un hardware decisamente più performante.

Insomma, questo Galaxy J3 non è male se analizzato singolarmente, ma non regge il confronto con i concorrenti. Peccato, perché sarebbero bastati un paio di accorgimenti per renderlo un must have nella fascia bassa del mercato smartphone, del resto le prestazioni sono buone, la fotocamera anche e lo schermo sorprendente. Un’occasione sprecata per Samsung.

Samsung Galaxy J3 2017 Prezzo Amazon

Su Amazon si trova già a meno di 200 euro, attorno ai 170 euro, che non è affatto male come prezzo!

>>> COMPRALO SU AMAZON AL PREZZO PIU BASSO <<<

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here