Yi 4K+ Recensione: Meglio di GoPro Hero 6?

0

Abbiamo provato a fondo l’action camera Yi 4K Plus. E’ meglio Yi 4K+ o GoPro Hero 6? Quale è la miglior action cam in commercio? Ecco la nostra opinione

Yi 4K Plus Recensione

Yi 4K+ è la migliore action cam? Scoprilo nella nostra recensione!

Inizio col dire che da tempo sono un felicissimo possessore della “vecchi” Yi 4K, quasi identica a questa Yi 4K+ per design, ma leggermente inferiore per hardware e prestazioni.

Ho dunque provato questa Yi 4K+ con aspettative altissime: ho sempre reputato Yi 4K migliore di qualsiasi GoPro (fino alla Hero 5), quindi mi aspettavo che questa Yi 4K+ fosse meglio della sua diretta concorrente GoPro Hero 6.

Ma è effettivamente così? 

Nella recensione vedremo nel dettaglio i PRO ed i CONTRO di questa Yi 4K+.

Se non vuoi leggerla tutta, però, ti posso dire che continuo a ritenere Yi 4K+ migliore di qualsiasi altra GoPro in commercio, soprattutto analizzando il rapporto prezzo/qualità.

C’è da dire però che GoPro Hero 6, pur costando di più, offre 2 funzioni che mi sono mancate davvero tanto su questa Yi 4K+:

  • impermeabilità senza custodia aggiuntiva
  • controlli vocali (ci sono, ma solo con firmware inglese attualmente, quindi non li considero visto che bisogna cambiare firmware facendo una modifica non ufficiale)

Se non ti interessano, allora Yi 4K+ è l’action cam definitiva e perfetta per te.

Se invece pensi che una di quelle 2 funzioni ti potrebbe servire e non vuoi scendere a compromessi per qualità video e slow motion, allora investi un centinaio di euro in più (circa 130 al momento attuale) per Hero 6.

Nel complesso comunque devo dire che le prestazioni di questo prodotto sono convincenti e la definizione interessante, il tutto poi viene proposto ad un prezzo più che competitivo. 

Insomma, Yi 4K+ mi ha convinto, ma non è perfetta. 

Detto questo, ecco la recensione completa di Yi 4K+. 

Confezione

Confezione un pò scarsa.

Al suo interno troviamo il cavo Type-C per la ricarica (in precedenza era micro USB) e basta.

Avrei gradito almeno la custodia subacquea inclusa in confezione, visto che senza di essa la Yi 4K+ non resiste all’acqua in alcun modo.

Materiali e qualità costruttiva

Parlando di materiali, la Yi 4K+ è quasi identica alla Yi 4K: stesse dimensioni, stesso aspetto, stessa disposizione dei pulsanti e degli sportelli.

Cambia solo la parte frontale, che ha un effetto “carbonio” (o scacchiera in miniatura) davvero molto bello e aggressivo. Questo è l’unico segno distintivo per farci capire rapidamente se stiamo impugnando una Yi qualsiasi (4K, Yi 2 e simili) oppure la Yi 4K Plus, modello di punta del produttore.

A parte questo, è tutto uguale. Ho usato anche le batterie aggiuntive della Yi 4K su questa Yi 4K+ senza problemi.

Da notare, come nel precedente modello, la lente sporgente da 155° f/2.8, che è posizionata nella parte destra centrale della action cam. Il design è ben diverso rispetto alla maggior parte delle GoPro e lo apprezzo davvero. Nonostante la sporgenza, comunque, la lente rimane al sicuro grazie ad una protezione in policarbonato che la circonda.

Per gestire tutta l’interfaccia, a parte lo schermo touch (che non si può usare quando l’action cam è nella custodia subacquea) abbiamo un solo pulsante superiore che comunque ci permette di controllare ogni funzionalità. C’è anche una modalità software che cambia le azioni collegate al pulsante quando la cam viene inserita nella sua custodia per permetterci di usarla senza problemi anche al mare o in piscina.

Nella parte inferiore, come nel modello precedente, Yi 4K Plus integra un connettore standard per cavalletto fotografico (intelligentemente posizionato nel lato sinistro, in concomitanza con la lente):utile! Oltre a questo, sempre nella parte inferiore, troviamo lo slot dedicato alla micro SD (fino a 64 GB) e batteria da 1,400mAh.

Come già detto, Yi 4K Plus, come la sorella minore, non è impermeabile: dovremo necessariamente acquistare una custodia subacquea per proteggerla.

Hardware

Da questo punto di vista niente da dire.

Yi 4K Plus integra un sensore Sony Exmor R IMX377 dalle dimensioni di 1/2,3” da 12 megapixel backside-illuminated in grado di garantire una qualità fotografica davvero importante.

A spingere il sensore troviamo un processore quad-core ARM Cortex da 64 Bit e 2GB di RAM, combinazione che permette a questa action cam di registrare video in 4K con codec h.264 fino a 135 megabits al secondo e filmati fino a 4K@60fps con risoluzione massima di 4.000 x 3.000 pixel.

Ottima la presenza della porta USB-C e la possibilità di collegare un microfono esterno. 

Piccolo neo della USB-C: la velocità di trasferimento è limitata a 40 MB/s.

Ottima la presenza di WiFi e Bluetooth: il Bluetooth è utilizzato con vari accessori, come ad esempio il telecomando di Yi (venduto separatamente) che permette di controllare quasi interamente l’action cam, mentre il WiFi serve a sfruttare l’app per smartphone per controllo remoto e trasferimento dati.

Da segnalare subito che manca il supporto al codec h.265 denominato anche HEVC, presente invece nella nuova GoPro Hero 6 Black, ma non mi sembra niente di eccessivamente grave.

Molto interessante notare che, sia tramite Yi 4K+ che tramite app per smartphone, possiamo impostare una valanga di risoluzioni differenti, a cui corrispondono vari framerate / campo visivo. Ci vuole parecchio tempo per provarle tutte! Eccole riassunte qui:

Tutte le altre specifiche tecniche si possono leggere sul sito ufficiale della YI Technology.

Funzionalità

Tra le funzioni offerte, oltre a foto e video, sono possibili:

  • time lapse fino in 4K@30fps
  • slow motion fino a 720p@240fps
  • burst di foto (fino a 10 pose al secondo)
  • video+foto (registrazione video con time lapse foto in contemporanea)
  • loop (un video continuo che dura fino ad un massimo di due ore e poi inizia a sovrascrivere sé stesso, utile per un uso stile dashcam

Infine c’è l’autoscatto con timer.

Presente anche lo stabilizzatore elettronico, davvero molto valido e ben tarato, che però non va oltre i 4K a 30 fps con campo wide. Comunque molto apprezzabile!

Da segnalare purtroppo che, quando si scattano foto in formato RAW, il salvataggio è davvero lento anche con MicroSD veloci. Alla lunga può diventare fastidiosa questa cosa.

Display

Ovviamente non manca il display touchscreen sul retro, un 2,2” a risoluzione 640 x 360 pixel, con una buona luminosità (250 cd/m2), che si vede abbastanza bene anche in diurna, anche se effettivamente col sole diretto si fa un pò fatica.

Ottima la risposta al tocco. Ho letto in altre recensioni che qualcuno ha riscontrato problemi di tocchi imprecisi, ma nei miei test non ho riscontrato niente di tutto questo.

Interfaccia

Passando all’esperienza d’uso e all’interfaccia utente, devo dire che è rimasto tutto identico alla Yi 4K e questo è un bene.

Interfaccia semplice, chiara, intuitiva, con tutte le funzioni a portata di mano, esattamente dove ce le aspetteremmo. Tutti i menù sono ben organizzati e nel giro di poco tempo anche gli utenti meno esperti sapranno muoversi velocemente e sfruttare tutte le funzionalità disponibili.

Molto rapida anche la riproduzione di foto e video catturate con questa Yi 4K+.

Qualità foto, audio, video

Un video vale più di mille parole.

Passando alla qualità delle registrazioni, soprattutto per quanto riguarda i video, sono molto soddisfatto: anche in 4K a 60fps tutto risulta ottimo, non ci sono perdite di frame e il dettaglio è sempre molto buono (anche se in certi casi non proprio impeccabile).

I colori sono riprodotti in maniera abbastanza fedele.

Con il buio e il calare della luce ovviamente la qualità scende, aumenta il rumore e peggiora la resa dei colori, ma è tutto normale per un prodotto di questo tipo: le action cam non sono studiate per riprese notturne. La qualità di foto e video anche al buio comunque è più che sufficiente. 

Da notare comunque che Yi 4K Plus ha una modalità chiamata “Auto Low Light” che permette di sistemare i settaggi affinché sia possibile ottenere maggiori dettagli nelle scene più scure. Avremo in questo modo più dettagli nelle ombre, anche se noteremo un aumento di rumore all’interno di foto e video.

Valido anche l’audio, registrato in stereo: abbiamo vari microfoni che registrano in maniera uniforme da tutte le direzioni. Niente di eccezionale, ma diciamo che la registrazione dell’audio non è male in questa Yi 4K+. Facendo un confronto diretto con GoPro Hero 6, l’audio della GoPro viene registrato leggermente meglio. 

In generale, come anticipato, sono molto soddisfatto della qualità di ripresa. Non potremmo chiedere di meglio, soprattutto a questo prezzo.

Con le foto non noto grandi differenze con il modello precedente: erano già ottime allora e lo sono anche adesso. Qui abbiamo la possibilità di scattare anche in RAW (DNG), assente sul modello precedente.

Facendo un confronto con GoPro Hero 6, direi che non ci sono grandi differenze e siamo più o meno sullo stesso livello. Forse leggermente inferiore, ma niente di troppo evidente e comunque più che giustificato dal prezzo nettamente inferiore.

Ah, quasi dimenticavo: Yi 4K Plus integra anche un sistema di correzione della distorsione dell’immagine che funziona davvero molto bene.

Slow motion

Da evidenziare invece che, rispetto a GoPro Hero 6, la funzione slow motion è meno interessante.

Yi 4K Plus ha uno slow motion a 120fps in modalità FullHD 1080p e 240fps a 720p.

GoPro Hero 6 Black può registrare uno slow motion a 240fps in FullHD, una differenza decisamente importante.

Di nuovo: niente di grave, giustificato dal prezzo più basso, ma gli utenti più esigenti che non scendono a compromessi apprezzeranno di più la Hero 6.

Da segnalare comunque che l’azienda non ha ignorato tutto questo, semplicemente non ha potuto spingere oltre le potenzialità del processore a causa dei limiti del codec h.264, problema che GoPro ha risolto introducendo l’HEVC (h.265).

Stabilizzatore elettronico

Come anticipato, è presente lo stabilizzatore video a tre assi con accelerometro e giroscopio, in grado di stabilizzare il video in maniera più che buona e molto simile al modello precedente.

Tale stabilizzazione, come in GoPro Hero 6 Black, non funziona in modalità 4K@60fps ed è limitata fino a 4K@30fps.

Autonomia e batteria

Ottima anche l’autonomia.

Grazie ad una batteria da 1400mAh, l’action cam è in grado di durare anche più di quanto ci si aspetta. Yi dichiara una durata di circa 70 minuti registrando in 4K@30Fps ma sono arrivato fino a 82 minuti stando un pò attento.

Molto bene, ma comunque si possono comprare batterie aggiuntive a pochi euro in caso di necessità.

App per smartphone Android e iOS

Come anticipato, è possibile controllare la Yi 4K+ tramite app per Android e iOS.

Ovviamente è disponibile in italiano.

Un’app molto ben fatta, curata, semplice da usare, che permette di controllare tutte le sue funzioni. Non manca chiaramente la possibilità di rivedere subito foto e video scattati e di spostarli sul telefono per condividerli al volo sui social network.

L’accoppiamento tra app e Yi 4K+ è semplice e rapido.

Sempre da app, c’è poi la possibilità di aggiornare il firmware della action cam e non dimentichiamo che possiamo usare l’app come mirino remoto: se l’action cam si trova in un posto scomodo dal quale non possiamo vedere lo schermo, riusciamo a controllare tranquillamente tutto dallo smartphone e a vedere ciò che viene inquadrato con una latenza bassissima.

Come già detto, tramite app abbiamo poi a disposizione tutti i controlli e le modalità disponibili sulla action cam: possiamo spostarci tra le varie modalità di ripresa, regolare le impostazioni di ISO, bilanciamento del bianco, esposizione, ecc.

Prezzo

Yi 4K+ ha un prezzo di 290€ su Amazon Italia.

Costa più cara del modello Yi 4K, ma è un prodotto top di gamma e a mio avviso li vale, soprattutto confrontata con i 420 euro della Hero 6. 

Forse al lancio era troppo cara, ma al prezzo di oggi è sicuramente un’ottima scelta. Come già detto, costa 130 euro in meno della Hero 6, ma a parte impermeabilità senza custodia e comandi vocali, non le manca davvero niente.

Se devo essere sincero, però, non posso non consigliare agli utenti meno esigenti la Yi 4K “normale”, quella non Plus: si trova ormai su Amazon a 180 euro e spesso viene proposta in offerta a cifre inferiori ai 150 euro.

Se non hai assolutamente bisogno dei 60 FPS a 4K o dei 90 o 100 FPS a risoluzioni più basse, la “sorella minore” sarà più che sufficiente per te.

Se invece vuoi il top ad un prezzo super competitivo, Yi 4K+ è ciò che ti serve.

Posso concludere che secondo meYi 4K+ è la migliore alternativa a GoPro Hero 6: costa meno, senza rinunciare (quasi) a niente.

Dove comprare Yi 4K+ al prezzo più basso?

> COMPRA Yi 4K+ SU AMAZON

> COMPRA Yi 4K SU AMAZON

> COMPRA GOPRO HERO 6 SU AMAZON

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here