Google Pixel 3 XL è ufficiale: Scheda Tecnica e Caratteristiche Tecniche

0

Presentato ufficialmente il nuovo smartphone Google Pixel 3 XL. Ecco la scheda tecnica di Google Pixel 3 XL e le caratteristiche tecniche di questo smartphone.

Google Pixel 3 XL

I nuovi smartphone Google Pixel 3 e Google Pixel 3 XL sono stati ufficialmente presentati. Andiamo a scoprire insieme tutte le novità che hanno in serbo per noi!

Esteticamente i due Google Pixel 3 sono diversi tra loro: il più piccolo è molto simile al modello dello scorso anno, semplicemente ora lo schermo è leggermente più allungato, ma i bordi (soprattutto quello superiore e inferiore) sono davvero molto evidenti. Il più grande, invece, ha schermo con una diagonale maggiore ed è dotato di un notch davvero molto alto.

Insomma, lato design i due Google Pixel 3 non risultano sicuramente belli, innovativi o particolarmente rivoluzionari. Anzi, possiamo dire che sono decisamente brutti.

Presenti su entrambi i modelli anche gli Active Edge, i lati sensibili ereditati da HTC e dal suo team di sviluppo.

Fortunatamente sono dotati almeno di schermo OLED e di doppio speaker frontale per un effetto stereo di buona qualità.

In Google si sono concentrati moltissimo sulla fotocamera, ormai uno dei pochi ambiti di crescita e miglioramento non solo qualitativo ma anche creativo, su uno smartphone.

Sul retro, ancora una volta, abbiamo una singola fotocamera, che sarà però dotata di funzionalità software davvero interessanti e avanzate.

Frontalmente invece avremo 2 fotocamere: una “normale” e una con lente grandangolare per i selfie e per misurare la profondità di campo (e applicare l’effetto sfuocato che va tanto di moda.

Sempre lato fotocamera, interessante notare che avremo tante funzioni interessanti basati su AI che ci permetteranno di migliorare incredibilmente le nostre foto:

  • Top Shot: grazie a questa nuova funzionalità, sarà possibile premere il pulsante di scatto per acquisire una raffica di fotogrammi. L’apprendimento automatico di Google (AI) entrerà in gioco per trovare e selezionare la fotografia migliore. Inoltre Top Shot consente di risparmiare spazio sul dispositivo, diminuendo la risoluzione di parti non importanti dell’immagine (3 MegaPixel) e mantenendo una qualità superiore nelle zone chiave.
  • Photobooth: sfrutterà le due fotocamere anteriori presenti sui Google Pixel 3 per acquisire automaticamente gli scatti migliori sfruttando, ancora una volta, l’AI. La funzionalità scatterà le fotografie solo in determinati contesti quando, ad esempio, i soggetti sorridono, fanno uscire la lingua, fanno una faccia buffa e guardano verso la telecamera e sorridono.
  • Zoom Super Res: fa ricorso all’intelligenza artificiale per arricchire i dettagli quando viene effettuato uno zoom su un determinato soggetto, e grazie alla messa a fuoco continua sarà possibile avere sempre a fuoco il soggetto principale dello scatto, senza dover toccare lo schermo.
  • Wide Angle Front Camera: consente un vero e proprio miglioramento degli autoscatti grazie alle immagini catturate dalle due fotocamera anteriori da 8,1MP – di cui una con obiettivo grandangolare – in modalità Ritratto.
  • Subject Tracking Auto Focus e altro: grazie a tale funzionalità, la fotocamera sarà in grado di mettere a fuoco i soggetti in vista e tenerne traccia automaticamente.

Avremo poi la possibilità di cambiare modalità di scatto attraverso un semplice swipe verso l’alto dell’otturatore della fotocamera, registrazione video in slow-motion, modalità panorama e AR Stickers.

Parte multimediale che comprende anche la possibilità di registrare video fino al 4K a 30fps o in 1080p a 120fps.

Altro elemento che differenzia i due Google Pixel 3 è sicuramente la batteria: sotto i 3000 mAh per il modello più piccolo, circa 3400 mAh per il modello più grande. Entrambi hanno ricarica wireless fortunatamente. Manca invece il jack audio da 3.5 mm, ma ormai siamo abituati.

Lato hardware i due smartphone saranno uguali: processore SnapDragon 845 e solo 4GB di RAM. Niente MicroSD, ma memoria interna da 64 a 128GB.

Troviamo anche un chip dedicato, il Titan M, che si occupa della protezione di tutti i dati sensibili.

Tre le colorazioni: bianco, nero e rosa. Tutte e tre con la particolarità del pulsante accensione colorato e distintivo.

Ecco il resto della scheda tecnica di questi smartphone.

Google Pixel 3 XL: Scheda Tecnica e Caratteristiche Tecniche

  • DISPLAY

6.3-inch P-OLED,1,440 x 2,960 resolution, 400PPI

  • PROCESSORE

Qualcomm Snapdragon 845 + GPU Adreno 630

  • MEMORIA RAM

4 GB

  • MEMORIA INTERNA

64GB, 128GB, No microSD slot

  • CAMERA POSTERIORE

12.2MP f/1.8

  • FOTOCAMERA ANTERIORE

Quella principale da 8.2MP f/2.2, una per gli scatti wide (stile GoPro) e sensore di profondità

  • CONNETTIVITA’

4G LTE, Wi-Fi 802.11ac dual band, Bluetooth 5 LE, GPS, USB Type-C, NFC

  • BATTERIA

3.430 mAh con fast charging

  • SISTEMA OPERATIVO

Android 9.0 Pie

  • DIMENSIONI

157,9 x 76,7 x 7,9 mm

  • PESO

184 grammi

  • ALTRO

IP68, Dual front-facing speakers, Active Edge, Wireless charging

Prezzo e disponibilità Google Pixel 3 XL

    • Pixel 3 da 64 GB: 899€
    • Pixel 3 da 128 GB: 999€
    • Pixel 3 XL da 64 GB: 999€
    • Pixel 3 XL da 128 GB: 1099€

    Per entrambi i modelli il sito di Google riporta la spedizione prevista entro 3-4 settimane.

Google Pixel 3 XL pareri e opinioni

Prezzi alti, altissimi, ma in linea con la concorrenza. C’è da dire che però i Pixel 3 sono molto più brutti di tutti i device offerti dalla concorrenza per quanto riguarda i top di gamma.

Posso capire 900-1000 euro per un iPhone XS, un Huawei P20 Pro o simili, ma per quel “cesso” del Pixel 3 mi sembra un prezzo esagerato.

In sostanza i Pixel 3 sembrano un mero aggiornamento dei modelli dello scorso anno. Potremmo chiamarli Pixel 2s, se fossimo alla ricerca di facile ironia e confronto con la concorrenza.

Assurdo poi che ci siano ancora solo 4GB di RAM, quando i concorrenti sono tutti sui 6 o addirittura 8GB.

Aspettiamo comunque di toccare con mano i nuovi smartphone per esprimere un parere definitivo.

La prima impressione comunque è di avere a che fare con smartphone potentissimi, soprattutto lato software, ma troppo cari se consideriamo ciò che viene offerto dalla concorrenza. Qui però, al posto del design, si paga il software di Google. Se solo OnePlus si decidesse a fare un telefono un pò più piccolo questi Pixel non avrebbero senso di esistere..

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here