Huawei Mate 20 Pro è ufficiale: Scheda Tecnica e Caratteristiche Tecniche

0

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

Presentato ufficialmente il nuovo smartphone Huawei Mate 20 Pro. Ecco la scheda tecnica di Huawei Mate 20 Pro e le caratteristiche tecniche di questo smartphone.

Foto Huawei Mate 20

Huawei Mate 20 Pro

Finalmente ci siamo! Come previsto, oggi Huawei completa la serie Mate 20 introducendo Mate 20 e Mate 20 Pro nell’evento appena conclusosi a Londra.

Di questi smartphone conosciamo già tutto grazie alle informazioni trapelate in rete, ma, visto che si tratta praticamente dei migliori telefoni Android in commercio (o quasi), andiamo a conoscerli nel dettaglio.

Mate 20 e Mate 20 Pro condividono davvero tanto e si differenziano davvero per poche cose (display, batteria, sensore per le impronte digitali), tra cui troviamo ovviamente il prezzo. Ma arriveremo solo alla fine ad analizzare il prezzo di vendita di questi dispositivi. Per ora iniziamo con l’analisi del design di Mate 20 e Mate 20 Pro. 

Entrambi gli smartphone sono perfettamente simmetrici, realizzati in alluminio e vetro per l’abilitazione della ricarica wireless.

La versione Pro è dotata di un display da 6.39” AMOLED QHD+ in formato 19.5:9, l’altra si spinge fino a 6.53” 18.7:9 in risoluzione Full HD+.

Entrambi i vetri frontali sono ricurvi ai lati per garantire una migliore ergonomia, già eccellente grazie al piccolo scalino sui bordi generato dal corpo in alluminio e, in particolar modo sulla versione Pro, dalla larghezza del dispositivo che è di soli 72.3 mm contro i 77.2 del fratello minore.

Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro condividono lo stesso processore, il nuovo Kirin 980.

Si tratta del primo SOC a 7nm basato su Cortex A76 e con una nuova GPU Mali G76. E’ inoltre il primo processore dotato di una doppia NPU (Neural Processing Unit) ed è in grado di supportare RAM da 2133MHz LPDDR4X nonché per la prima volta in assoluto un modem Cat.21 fino a 1.5Gbps.

La Dual NPU incrementa le prestazioni dell’Intelligenza Artificiale del 134% migliorandone l’efficenza energetica complessiva dell’88%: rispetto alla singola NPU di Mate 10 Pro e P20 Pro vengono eseguite più operazioni con un dispendio inferiore di energia.

Il riconoscimento degli oggetti si spinge nei particolari e il processing dell’immagine avviene ora anche nei video e non solo nelle foto.

La batteria viene incrementata sulla serie Mate portando la versione Pro4200 mAh mentre la versione normale a 4000 mAh. La nuova tecnologia supercharge è inoltre in grado di caricare lo smartphone da 0 a 70% in soli 30 minuti.

ll corpo in alluminio con vetro posteriore abilita come anticipato per la prima volta la ricarica wireless (in modalità quick charge) a 15W, dichiarata il 160% più veloce rispetto a quella presente sul concorrente iPhone X.

Molto interessante poi la funzione “Wireless Reverse Charge”. Huawei Mate 20 è in grado di fornire energia ad un altro dispositivo non solo tramite cavo USB di tipo C, ma anche wireless, appoggiandolo dunque sul retro.

Ma passiamo alla fotocamera, una delle novità più interessanti di questi Mate 20.

Huawei Mate 20 Pro prosegue la collaborazione con Leica ma con una novità: scompare  il sensore monocromatico in bianco e nero, al suo posto arriva una grandangolare da 20 MP f/2.2.

L’obiettivo principale è da 40MP f/1.8 e, a completare il comparto fotografico, abbiamo inoltre una nuova lente telescopica con zoom ottico 3X da 8MP f/2.4. Questa è la sola delle tre ad essere dotata di stabilizzazione ottica dell’immagine (OIS), per le altre è tutto affidato alla dual NPU e alla sua intelligenza artificiale.

E’ inoltre possibile effettuare scatti macro fino a 2.5cm dal soggetto.

La fotocamera frontale è da 24 MP f/2.0.

Sul modello “NON PRO” il comparto fotografico posteriore rimane sempre a tre sensori, ma cambiano le risoluzioni: 12 Megapixel con obiettivo f/1.8, teleobiettivo da 8 Megapixel f/2.4 e ottica grandangolare da 16 Megapixel f/2.2.

Da segnalare l’arrivo della versione 2.0 del Master AI, ovvero “colui” che si occupa di gestire l’Intelligenza Artificiale all’interno dell’app fotocamera (e che può essere disattivato al bisogno). Si tratta di un aggiornamento a livello di riconoscimento degli oggetti e degli scenari che potranno ora essere rilevati più velocemente e in più quantità.

Sono inoltre disponibili alcuni nuovi effetti post produzione come la regolazione dell’apertura del diaframma (con conseguente aumento/riduzione dell’effetto bokeh) e nuove modalità di registrazione video che mostrano la potenza del connubio tra Intelligenza Artificiale e lenti Leica: sarà infatti possibile ad esempio registrare un video con un soggetto a colori e l’intero sfondo in bianco e nero senza necessità di post produzione.

Huawei Mate 20 Pro ha un notch abbastanza basso ma piuttosto largo (stile iPhone) – al contrario del fratello minore Mate 20, che ne possiede uno a goccia/tondo – in quanto dotato di sblocco facciale 3D. Siamo dunque di fronte a un sistema sulla scia del Face ID di Apple.

Da segnalare anche il sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali posizionato sotto al display grazie alla tecnologia DPS (Dynamic Pressure Sensing) che garantisce uno sblocco il 20% più veloce. Anche questo è presente SOLO su Mate 20 Pro.

Mate 20 è dotato invece del vecchio sensore tondo posto sul retro sotto alle fotocamere.

Va segnalata la presenza dell’audio stereo su entrambi gli smartphone, mentre il jack da 3.5mm per collegare le cuffie con cavo è presente solo su Mate 20 “normale”, non sul Pro.

Vale la pena citare anche la certificazione IP68 di Huawei Mate 20 Pro, che lo tiene al sicuro dalle immersioni in acqua fino a un metro e mezzo di profondità per mezz’ora, mentre Mate 20 si ferma ad una IP53 che si traduce nella possibilità di utilizzarlo durante i piovaschi o con le mani bagnate.

Con l’arrivo di Android 9 Pie, anche l’interfaccia utente EMUI raggiunge versione 9.0 con una decisa semplificazione grafica soprattutto a livello di impostazioni. Huawei garantisce un incremento complessivo dei “tap” del 47% (a parità di tempo trascorso) rispetto alla vecchia EMUI 8.

Sempre lato software, novità molto interessante è la Wireless PC Projection, ovvero la possibilità di ottenere un ambiente desktop completo non solo tramite cavo (come era già disponibile sia su Mate 10 che su P20) ma anche senza fili (su PC compatibili).

Detto questo, ecco la scheda tecnica dello smartphone nel dettaglio.

Huawei Mate 20 Pro: Scheda Tecnica e Caratteristiche Tecniche

  • DISPLAY

OLED 6.39” (19.5:9) (18.7:9) QHD+, 3120 x 1440px, 538ppi

  • PROCESSORE

Kirin 980 Octa-core 7nm, 2 x Cortex-A76 (2.6 GHz) + 2 x Cortex-A76 (1.92) + 4 x Cortex-A55 (1.8 GHz), GPU Mali-G76 720MHz

  • MEMORIA RAM

6 GB

  • MEMORIA INTERNA

128 GB + espansione Nano Memory Card fino a 256 GB

  • CAMERA POSTERIORE

Tripla Fotocamera Leica con lenti da 40MP f/1.8 RGB + 20MP f/2.2 grandangolare + 8MP f/2.4 teleobiettivo

  • FOTOCAMERA ANTERIORE

24 MP

  • CONNETTIVITA’

Dual SIM 4G LTE Cat.21, WiFi 802.11a/b/g/n/ac dual band, BT 5.0, USB 3.1Tipo C, GPS Glonass/Galileo

  • BATTERIA

4200mAh con SuperCharge a 40W e condivisione della carica

  • SISTEMA OPERATIVO

Android 9 + EMUI 9.0

  • DIMENSIONI

157,8 x 72.3 mm x 8.6 mm

  • PESO

189 grammi

  • ALTRO

Modalità Desktop Wireless tramite Wifi, Certificazione IP68, Sensore impronte integrato nel display, Sblocco facciale 3D.

Prezzo e disponibilità Huawei Mate 20 Pro

Huawei Mate 20 sarà disponibile in Italia a partire da 799€ che raggiungeranno quota 1099€ per la versione Pro.

Le colorazioni disponibili al lancio saranno Midnight Blue, Emerald Green, Twilight e Black.

Acquistando uno qualunque dei due smartphone dal 17 al 29 ottobre, riceverete in omaggio Huawei Watch GT (del valore di 199,99€), mentre acquistando Mate 20 Pro, oltre allo smartwatch, riceverete anche una base di ricarica wireless (dal costo singolarmente di 59,99€).

Ulteriori dettagli circa questa offerta saranno disponibili sul sito www.huaweipromo.it.

La dotazione comprende l’alimentatore SuperCharge, gli auricolari (con jack audio da 3,5 mm per Mate 20, con USB-C per Mate 20 Pro), un adattatore jack – USB-C per Mate 20 Pro e infine una custodia protettiva trasparente.

Huawei Mate 20 Pro pareri e opinioni

E’ uno smartphone fantastico, praticamente perfetto. Non vedo l’ora di provarlo.

Peccato solo che sia molto caro e, come dimensioni, sia abbastanza generoso e ingombrante. Però quanto è bello?

Rappresenta la perfetta evoluzione del progetto inaugurato con il P20 Pro, che è stato migliorato in quei pochi ambiti in cui era possibile intervenire.

Certamente l’adozione di un sensore grandagolare tornerà utile in tante circostanze, soprattutto quando si ha bisogno di catturare scene più ampie. In tal senso, Huawei ha evidentemente ascoltato le richieste dei clienti.

Potenzialmente siamo di fronte a uno dei migliori top di gamma dell’anno, forse al miglior Android in commercio.

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here