Con Google Pay ufficiale anche in Italia, ecco che riparte l’eterna sfida tra Google ed Apple a colpi di pagamenti in mobilità. Google Pay sfida Apple Pay. Chi vince?

Apple Pay vs Google Pay: Vantaggi e Svantaggi dei due metodi di pagamento mobili

Da qualche giorno Google Pay, il sistema di pagamento tramite lo smartphone, è ufficiale in Italia, ed ovviamente il grande confronto è con Apple Pay, suo concorrente diretto disponibile su tutti gli iPhone. Entrambi i sistemi permettono di virtualizzare le carte compatibili ed effettuare pagamenti usando il chip NFC dello smartphone.

Dunque mai più pagamenti usando la normale carta di credito o carta di debito, con Google Pay ed Apple Pay avrete un sistema centrale dove gestire tutte le carte per effettuare pagamenti ed usare lo smartphone per pagare.

Dunque il futuro dei pagamenti arriva anche in Italia e siccome smartphone Android con NFC sono diffusissimi, ecco che Google Pay potrebbe avere successo in poco tempo.

Andiamo a scoprire un bel confronto tra Pay di Google e di Apple per vedere vantaggi e svantaggi dei due sistemi di pagamento mobile.

Google Pay vs Apple Pay

Google Pay

Google Pay funziona su tutti i dispositivi con almeno Android 5 ed anche su Wear Os e funziona solo se c’è il chip NFC.

Google Pay accetta pagamenti in-app (Anche Apple Pay).

Google Pay permette di pagare su qualsiasi PC con browser Safari, Firefox e Chrome (procedure facilissima).

Per pagare con Google Pay è sufficiente avvicinare lo smartphone o lo smartwatch al Pos.

Google Pay invece è compatibile con le carte di Banca Mediolanum, Boon, Hype, Nexi, N26, Revolut, Widiba ed a breve con Poste Italiane e Bcc. Visto il recente sbarco qui Google Pay è in netta difficoltà rispetto ad Apple Pay ma a breve la situazione potrebbe cambiare.

Google Pay supporta la lettura delle carte fedeltà.

Google Pay anch’esso è compatibile con le autenticazioni con PIN, impronta digitale e Face ID.

Google cripta il numero della carta e non lo comunica al negoziante.

Apple Pay

Apple Pay è compatibile da iPhone Se, iPhone 6 fino ai nuovi iPhone XS ed anche con i tablet iPad di 5.a generazione e dall’iPad Mini 3.

Apple Pay accetta pagamenti in-app (Anche Google Pay).

Apple Pay permette di pagare su internet ma solo su Safari, su Macbook con e senza touch ID confermando il pagamento tramite iPhone o Apple Watch.

Per pagare con Apple Pay è sufficiente avvicinare lo smartphone o l’Apple Watch al Pos.

Apple Pay è compatibile con tantissime carte di credito e di debito di tanti istituti bancari come Allianz Prima, American Express, Banca Mediolanum, Boon, Buddybank, Bunq, Carrefour Banca, Carta Bcc, Cassa Centrale, Casse Rurali Trentine, Sparkasse, Credit Agricole (Cariparma, FriulAdria, Carispezia – carte di credito e di debito), Expendia Smart, FinecoBank, Hype, N26, Nexi, Tim Personal, Unicredit e Widiba e Intesa SanPaolo a breve.

Apple Pay supporta la lettura delle carte fedeltà.

Apple Pay necessita dell’autenticazione tramite Face ID, nuovi iPhone, Touch iD o PIN. Se l’importo è maggiore di 25 euro dovete sbloccare il telefono per autorizzare la transazione.

Apple cripta il numero della carta al negoziante.

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

1 COMMENT

  1. Appena comprato un Hauwei con NFC dopo 3 anni di Windows phone. E tra le tante cose da imparare, ho anche questa di google pay che trovo utile e comoda. Approfondirò l’argomento e via….

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here