SEGUI il canale Telegram Offerte di YourLifeUpdated: sconti esclusivi su Amazon e Gearbest ogni giorno selezionati per te! 

Se hai appena cambiato l’operatore telefonico, stai attento a tutti i servizi a pagamento che sono attivati in automatico e ti scalano credito a tua insaputa

Nuovo cliente Vodafone, TIM, Wind e 3 Italia: disattiva i servizi a pagamento!

In questi ultimi mesi gli operatori telefonici italiani hanno lanciato davvero tantissime offerte e promozioni per rubarsi clienti a vicenda. Incredibile ma vero, a giovarne sono stati i consumatori finali, che hanno avuto la possibilità di attivare promozioni e tariffe a prezzi davvero convenienti.

Sono stati dunque tantissimi gli italiani che hanno approfittato di queste offerte per cambiare operatore e passare a tariffe più convenienti, mantenendo però il loro numero telefonico.

Nella fretta di effettuare il passaggio, però, molti utenti potrebbero non essersi accorti che, assieme alla nuova tariffa, l’operatore telefonico ha anche attivato servizi “aggiuntivi” presenti nel contratto ma non esplicitamente spiegati.

In pratica molti utenti, dopo aver cambiato operatore mantenendo il proprio numero, si trovano ora a sostenere costi e spese aggiuntive che non erano previste e, almeno a prima vista, non sono giustificate.

Se anche tu sei in questa situazione e da qualche tempo vedi che il tuo credito telefonico scende troppo in fretta, devi sostenere costi non previsti e vuoi capire dove finiscano i soldi del tuo credito telefonico, ti consiglio caldamente di leggere questo articolo.

Come anticipato, infatti, non sei l’unico in questa situazione, ma sono tantissimi i nuovi clienti Vodafone, TIM, Wind e 3 Italia che si ritrovano a sostenere spese ingiustificate per quanto riguarda la tariffa telefonica. Tutte spese presenti nel contratto, ma che magari non hai letto per mancanza di tempo, voglia o attenzione.

Cosa fare per evitare spese extra con Vodafone, TIM, Wind e 3 Italia

Se nelle ultime settimane ti sei accorto che il credito telefonico esaurisce troppo in fretta, ti consiglio di andare sul sito del tuo operatore (o di scaricare l’app) e di fare un elenco di tutte le spese. In questo modo vedrai subito se sono presenti spese extra rispetto a quelle già previste dal tuo piano telefonico.

Una volta individuate queste spese extra, ti consiglio proprio di prendere in mano il contratto e di controllare che fossero presenti al momento della sottoscrizione, in modo da capire esattamente di cosa si tratta.

Solitamente queste spese semi-nascoste fanno riferimento a costi di gestione della segreteria telefonica, del servizio “Ti ho cercato” o sono legati alla tariffa “base”, che magari è gratuita per il primo mese (o prima settimana) e poi diventa a pagamento.

Ad ogni modo, dopo aver capito a quanto ammontano questi costi che hai sostenuto e averli identificati, l’ultimo step è quello di contattare il centro assistenza del tuo operatore per disattivarli. A volte sarà sufficiente chiamare l’operatore, spiegare la situazione e in pochi minuti il problema sarà risolto. Altre volte, invece, dovrai agire tu stesso tramite il sito internet o l’app ufficiale del tuo operatore telefonico, come ad esempio nel caso di cambio piano. 

L’importante è agire in fretta per evitare di continuare a spendere soldi inutilmente.

Dunque, che tu abbia come operatore Vodafone, TIM, Wind e 3 Italia cambia poco: la cosa che devi fare subito, se noti addebiti anomali sulla tua SIM, è controllare le spese del conto telefonico e spiegare la situazione al servizio clienti. Saranno poi i dipendenti dell’operatore a spiegarti cosa fare per fermare queste spese extra e impreviste che ti continuano a scalare soldi dal credito telefonico.

Qualche esempio

Giusto per farti qualche esempio, ecco alcuni dei servizi che gli operatori telefonici ti offrono inizialmente gratis, ma che poi ti fanno pagare a caro prezzo:

Nella maggior parte dei casi, come anticipato, questi costi aggiuntivi si pagano proprio a causa del piano base che viene attivato: non te ne accorgi, ma solitamente arrivi a spendere dai 2 ai 4 euro ogni mese per attivarlo, senza avere alcun vantaggio reale effettivo, visto che nel 99% dei casi i piani degli operatori offrono chiamate, SMS e giga di internet già compresi nella tariffa che viene pagata ogni 28 giorni/ogni mese.

Conclusioni

Bene, possiamo concludere con questo articolo relativo ai costi “nascosti” di Vodafone, TIM, Wind e 3 Italia.

Se anche tu hai notato che il tuo credito telefonico esaurisce troppo in fretta o ci sono costi non previsti sulla tua SIM, agisci subito seguendo i nostri consigli per iniziare a risparmiare.

E non dimenticare che per qualsiasi dubbio e domanda siamo a tua disposizione.

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here