LTE A Pagamento: Multa Da 580.000 Euro a 3 Italia

0

3 Italia multata di oltre mezzo milione di euro per la rimodulazione dell’offerta 4G LTE. AGCOM multa di 580.000€ 3 Italia per aver messo la rete LTE a pagamento

LTE A Pagamento: AGCOM multa 3 Italia

E’ vero, una multa così bassa a fronte di guadagni enormi derivanti da questa manovra è davvero irrisoria, ma sempre meglio di niente, no?

Di cosa parliamo? Della recente multa di 580.000 euro inflitta da AGCOM a 3 Italia per aver messo a pagamento la rete 4G LTE quando prima questa opzione era pubblicizzata come gratuita.

Come probabilmente saprai, il giochino di 3 Italia riguardante la rete LTE è ormai collaudato e a quanto pare funziona alla perfezione, portando vagonate di soldi nelle casse dell’operatore telefonico, che ha capito perfettamente come “intortare” i nuovi clienti.

Se ancora non sei a conoscenza di questo “giochino” di 3 Italia, ti spiego velocemente di cosa si tratta.

LTE Gratis di 3 Italia

Inizialmente l’operatore telefonico propone gratuitamente la navigazione sotto rete 4G LTE ai nuovi clienti. Così tanti nuovi clienti decidono di cambiare operatore approfittando della possibilità di navigare gratuitamente alla velocità del 4G (e quello di 3 è effettivamente molto veloce).

LTE 3 Italia a pagamento

Successivamente, dopo un tot di mesi, stabilisce che l’opzione, per quegli stessi clienti, viene rimodulata e viene fatta pagare 1 euro al mese. E’ vero, non è un aumento esagerato, ma prova a moltiplicarlo per XX mesi e XXXXX clienti. Le somme diventano importanti, vero?

I clienti possono sempre disattivare la rete 4G LTE per non pagare l’abbonamento mensile “obbligatorio”, ma solo pochi lo fanno effettivamente: alcuni si dimenticano di farlo, altri non sanno come fare, altri non ci provano nemmeno.

E alla fine quelli che pagano sono tantissimi.

Il problema è che pagano ingiustamente un’opzione che prima era gratuita e che altri operatori offrono (giustamente) in modo gratuito.

Come in tutti gli altri casi, anche questa volta sono state numerose le segnalazioni giunte all’AGCOM in merito alla scarsa trasparenza della comunicazione, unita alla macchinosità di una procedura che non dava una certezza immediata dell’avvenuta disattivazione. Le indagini condotte hanno portato alla delibera che irroga una sanzione di 580.000 euro nei confronti di Tre.

Un’inezia di fronte agli enormi guadagni dell’azienda, che infatti se ne frega altamente visto che la multa rappresenta una piccolissima parte dei guadagni generati da questa operazione. 

Insomma, 3 Italia ha fatto i conti giusti: meglio attivare la promozione a tutti i clienti e pagare la multa, a fine anno il bilancio parla chiaro.

Da una parte fa piacere vedere che l’AGCOM lavora per difendere e tutelare gli utenti sanzionando la pratica commerciale scorretta, dall’altro è assurdo che le società continuino a fare ciò che vogliono ai danni dei clienti visto che sanno perfettamente che le cifre che devono pagare come “multa” sono irrisorie. 

E così il gioco continuerà: a Gennaio 2018 3 Italia farà pagare la rete 4G LTE ai clienti che hanno attivato nuove offerte tra Giugno e Luglio 2017. Incasserà tantissimi soldi, pagherà una piccola multa e tutti saranno felici e contenti. Alla fine a rimetterci sono sempre gli utenti finali.

Al momento Wind Tre SpA non ha commentato la sanzione, ma difficilmente lo farà a mio avviso.

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here