Riconoscimento Volto 3D ricostruito: Inganna tutti tranne iPhone

0

Un volto ricostruito in 3D riesce a prendere in giro i vari sistemi di riconoscimento facciale in 3 dimensioni di tutti gli smartphone ma non quello di iPhone

Riconoscimento Volto 3D ricostruito: Inganna tutti tranne iPhone

Il riconoscimento del volto in 3D sta spopolando su molti smartphone di fascia alta, e per molti sta ha già sostituito il lettore di impronte digitali in quanto molto preciso ed affidabile. Non secondo un test fatto dall’azienda Backface di Birmingham (Regno Unito) che ha creato un volto in 3D e testato lo sblocco su numerosi dispositivi.

Lo studio è stato provato su diversi smartphone Android ed anche gli iPhone di Apple ed il risultato è stato impietoso, il metodo di sblocco facciale in 3D montato anche sui più recenti Android, è stato sempre aggirato, mentre quello di iPhone X è risultato impenetrabile.

Il test è stato effettuato ricostruendo un volto usando ben 50 fotocamere e ricostruito il calco, ritoccando anche i colori. Il tutto può essere ordinato per una cifra inferiore ai 350 euro al cambio attuale.

Il test è stato effettuato su:

  • iPhone X
  • LG G7
  • Samsung Galaxy S9
  • Samsung Galaxy Note 8
  • OnePlus 6

Il test dunque ha messo in evidenza i limiti di questo riconoscimento, e se LG ha dichiarato di aver rilasciato un aggiornamento correttivo, anche Samsung si è adoperata via software per non farsi prendere in giro, ma sarei curioso invece di vedere come le prossime generazioni di questo sensore possano essere affidabili, più del classico lettore di impronte digitali.

Da precisare che il Face ID di Apple non solo usa un complesso sistema fotografico di riconoscimento, TrueDepth, ma anche il riconoscimento dello sguardo per avere un’accuratezza maggiore ed infallibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here