UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

Nella giornata di ieri abbiamo assistito alla presentazione della nuova versione 3.0 di Android, Honeycomb.

Il nuovo sistema operativo di Google è stato completamente rinnovato rispetto al passato, ha una grafica nuova, funzioni aggiuntive molto interessanti e tantissime altre novità che i vertici di Google hanno mostrato in modo approfondito.

Se state sperando di poter provare presto questa versione di Android sui vostri smartphone, però, resterete delusi. Google ha annunciato ufficialmente che Honeycomb sarà, almeno in un primo momento, dedicato ai soli tablet.

Il motivo della decisione è piuttosto ovvio: l’intera grafica e tutte le funzioni del sistema sono state create e sviluppate per lo schermo di un tablet e sarebbe quasi impossibile riprodurle su un display da soli 3.5 o 4 pollici.

Ad ogni modo, i rappresentanti di Google, hanno tranquillizzato il mondo Android affermando che, sebbene il sistema operativo sia dedicato ai soli tablet, presto molte delle funzioni di Honeycomb arriveranno anche per gli smartphone.

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

Dunque, il sistema operativo resterà esclusiva dei tablet, mentre molte delle sue novità saranno presto disponibili anche per smartphone come Nexus S e compagni.

Al momento, comunque, la strategia di Google non mi è chiara. Per i tablet ci sarà una certa versione di Android, che sarà diversa da quella per smartphone. Ad oggi, però, gli smartphone soffrono di una pesantissima frammentazione: solo per fare un esempio, solo il Nexus S può ufficialmente utilizzare Android 2.3 Gingerbread, mentre tuti gli altri (e nemmeno tutti ad essere sinceri) sono fermi ad Android Froyo 2.2 o precedenti.

A mio avviso, dunque, la politica di Apple continua ad essere vincente: aggiornare tutti gli smartphone e tablet nello stesso momento, con lo stesso firmware. Questo ridurrebbe senza dubbio la frammentazione e aumenterebbe la soddisfazione degli utenti: io non ho più tra le mani il mio caro Nexus One, ma capisco pienamente tutti quelli che ne hanno uno e non hanno ancora ricevuto l’aggiornamento ufficiale a Gingerbread, presentato ormai 2 mesi fa e ancora non rilasciato da Google.

Questa strategia non mi piace assolutamente.

Voi che dite?

Via

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

6 COMMENTS

  1. Concordo, brutta strategia di aggiornamenti di android… Sembra mirata a creare frammentazione invece che ridurla.

  2. Quindi, nessuna nuova interfaccia per gli smartphone, ma "solo" nuove funzioni. Ci accontenteremo della Sense! xD
    Comunque, non possiamo paragonare la Apple a Google, perché, mentre Google fornisce solo il sistema operativo, Apple si occupa anche dell'hardware. Google, infatti, provvede ad aggiornare solo lo smartphone di punta (e, a questo proposito, non mi piace il fatto che abbiano abbandonato il Nexus One). E, poi, – diciamocelo – non ci vuole molto ad aggiornare due iPhone e un iPad.

    • vero anche questo 😉

      ma il fatto che abbiano abbandonato così il Nexus One mi fa innervosire..alla fine Nexus S è un Nexus One con qualche modifica, quindi non credo che ci sia da fare troppo lavoro per un porting ufficiale, soprattutto considerando che su XDA i firmware modificati ci sono da un mese e funzionano perfettamente..

      • ma non l'hanno abbandonato!ovviamente danno la priorità alla versione di punta,ma prima o poi aggiorneranno alla 2.3 ecc!dai,non stiamo mica parlando di nokia 😉

  3. a quanto pare hanno già cambiato idea e gli sviluppatori di google si stanno preparando al porting di honeycomb su tutti i vari terminali. a quando? visto che l'aggiornamento a gingerb. deve ancora arrivare?
    forse google ha deciso di risparmiare utilizzando i vari develloper che x passione sviluppano le varie room x tutti i terminali. ormai non servono neanche + le varie ota,tanto c'è cianogen ed altri che fanno il lavoro al posto suo.io ho un nexusone con la cianomod 7 nightly di micromod base 2.3.2
    è funziona che è una favola!!!!!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here