Apple presenta iCloud, cosa è e come funziona

0

Dopo tanti rumors, conferme e smentite, Apple ha finalmente presentato iCloud, il suo servizio di condivisione di file in cloud computing.

Visto che il concetto potrebbe risultare difficile da comprendere ad un primo impatto, andiamo a vedere insieme cosa è realmente questo iCloud e come funziona nel concreto.

iCloud è il nome del nuovo servizio offerto da Apple, ma che in realtà si basa su idee e software già disponibili da parecchio tempo.

Giusto per farvi capire, pensate ad iCloud come un’evoluzione di Dropbox, con qualche funzione aggiuntiva.

iCloud rappresenta la naturale evoluzione di MobileMe e vi permetterà di avere tutti i vostri documenti, mail e file a portata di smartphone. Voi, infatti, non dovrete fare altro che salvare i file più importanti nel datacenter protetto di Apple, per averli disponibili sempre e comunque grazie ad un collegamento internet e al vostro iDevice.

iCloud sarà inoltre in grado di tenere costantemente in contatto tutti i dispositivi che possediamo, offrendoci la possibilità di condividere i file tra loro. I file verranno salvati sul nostro account Apple, per poi essere inviati via wireless su tutti gli altri dispositivi automaticamente in un processo continuo. Per permettere tutto questo, come vi dicevo, l’applicazione  MobileMe è stata riscritta da zero al fine di funzionare correttamente con iCloud.

iCloud si occuperà di gestire i seguenti elementi:

  • Musica. I brani comprati dall’iTunes Store appariranno negli altri dispositivi collegati al proprio iCloud. Se si acquista un brano nell’iPhone, per esempio, apparirà anche nel Mac o nel Pc con il pulsante per provvedere al download, senza richiedere ulteriori sincronizzazioni o acquisti.
  • Foto. Le immagini scattate da un determinato dispositivo saranno disponibili subito in tutti i propri dispositivi Apple. iCloud gestisce le ultime 1.000 foto per un periodo di 30 giorni e permetterà di scaricarle tutte con un click da ogni singolo dispositivo. Le foto non scaricate saranno sostituite con nuove foto, ma ovviamente resteranno in forma fisica nel dispositivo con cui si saranno scattate. iCloud permetterà anche di vedere le immagini direttamente nella Tv a tutti i possessori di AppleTv.
  • Applicazioni e libri. Le applicazioni installate in un dispositivo saranno automaticamente disponibili al download negli altri dispositivi collegati al proprio account. Stesso discorso vale per i libri.
  • Documenti. I documenti scritti e salvati in un dispositivo saranno salvati direttamente in iCloud per essere utilizzati su altri computer o iDevice.
  • Backup. iCloud permetterà di effettuare il backup automatico delle applicazioni, la musica, le foto, le impostazioni di sistema, i messaggi, le suonerie ed altro ancora.
  • Contatti, calendari e Mail. Come avveniva in MobileMe, le email in @me.com, i contatti della rubrica e gli impegni in calendario funzioneranno in iCloud con le notifiche push.

iCloud prende a tutti gli effetti il posto di MobileMe che va in pensione. Il servizio è completamente gratuito per 5 GB di spazio, mentre si pagherà lo spazio aggiuntivo.

Il servizio è gratuito in forma beta fin da subito, mentre la versione definitiva arriverà in autunno, con il nuovo iPhone 5.

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here