Google+: social network e non solo.. – Parte 3

0

Prosegue con la terza parte l’analisi del nuovo social network di Google, oggi vi parleremo di Google Wave a detta di molti il più grande fallimento di Mountain View, ma grazie a questo flop è stato possibile realizzare il nuovo Google+.

Google Wave era stato presentato nel 2009 descrivendolo come “uno strumento personale di comunicazione e collaborazione“, una sorta di applicazione web che raggruppava email, instant messenger e social network.. ora vi chiederete il perché del fallimento, ebbene la sua complessità di utilizzo si è rivelata un’ostacolo insormontabile e poco intuitivo per gli utenti.

Come potrete notare dall’immagine soprastante era una vera e propria giungla, immaginatevi i malcapitati utenti alle prese con questa interfaccia non adatta ad accogliere persone poco disposte a perdere tempo tra le impostazioni e i vari menù, questo spiega il suo precoce fallimento.

Molte funzioni sono tutt’ora implementate in Google+ ma semplificando la grafica, cambiando la collocazione e snellendo i menù l’impressione iniziale è stata completamente diversa rispetto a Google Wave,  navigare all’interno delle pagine web è diventato molto più facile e la risposta del pubblico è stata più che positiva.

Tra tutti i progetti quest’ultimo alla fine si è rivelato quello con le basi migliori consentendo al team di Google di recuperare materiale già utilizzato adattandolo alle esigenze degli utenti conquistando nuovamente la loro fiducia.

Domani nella quarta parte non perdetevi una chicca davvero speciale solo su YourLifeUpdated!

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here