iFaith, salvare gli SHSH dal Firmware in uso ed eseguire il Downgrade senza certificato

0

 

Durante la notte iH8sn0w ha rilasciato un programma molto interessante, dedicato a tutti i possessori di iPhone, iPod Touch ed iPad.

Il software in questione si chiama iFait e consente di effettuare il downgrade e il ripristino a versioni precedenti del firmware dei dispositivi iOS senza aver salvato in precedenza i relativi certificati SHSH.

Come saprete infatti, dall’iPhone 3GS in poi Apple ha introdotto un controllo su iTunes per quanto riguarda il ripristino dei Firmware. In pratica il software comunica con i server di Apple e, se viene riconosciuto che il dispositivo monta l’ultima versione dell’iOS disponibile, si ottiene un certificato necessario per proseguire con l’installazione.

Nel caso in cui l’utente voglia però ripristinare una versione di iOS precedente all’ultima ufficiale rilasciata da Apple, l’operazione non potrà essere completata, a meno che in precedenza non sia stato salvato il certificato SHSH di quella determinata versione di firmware che vogliamo installare. Questa procedura è oggi possibile grazie a Saurik e tramite vari metodi come Cydia e TinyUmbrella. Ma, senza aver salvato questo certificato, in precedenza era impossibile ripristinare un firmware precedente all’ultimo rilasciato da Apple.

Il salvataggio del certificato SHSH per una determinata versione del firmware, può avvenire soltanto quando quello specifico iOS rappresenta l’ultimo rilasciato da Apple. Infatti, non appena la società rilascia una nuova versione del software, automaticamente smette di fornire le firme necessarie per certificare le versioni precedenti.

E’ proprio in questo che iFaith trova la sua utilità e giusta collocazione.

Immaginate di acquistare un nuovo iPhone e di partire con il firmware 4.2.1. L’ultima versione dell’iOS disponibile  oggi è la 4.3.3 quindi, come avrete potuto capire, non ci sarebbe più modo di salvare l’SHSH del vecchio 4.2.1 poichè Apple ha smesso di fornire tale certificato mediante i propri server. Grazie ad iFaith però, il certificato si può ottenere!

In questo articolo andremo a vedere insieme come utilizzare iFaith.

Prima di procedere ricordo che il programma è compatibile solo con sistemi operativi Windows.

Detto questo, iniziamo.

 

Premessa: l’iPhone 3G e l’iPod touch di seconda generazione non sono supportati da iFaith poichè tutte le versioni del firmware per questi due dispositivi sono state sbloccate. Anche l’iPad 2 non è supportato perchè, ovviamente, non è vulnerabile all’exploit utilizzato da GeoHot in Limera1n. Per eseguire il dumping degli SHSH non è necessario il jailbreak.

Guida all’utilizzo di iFaith

1. Per prima cosa sarà necessario scaricare iFaith da questo link.

2. Terminato il download, estraete il file .zip e cliccate due volte sul file iFaith.exe.

 

3. Apparirà un disclaimer. Procedete.

 

4. Premete sulla voce “Dump SHSH Blobs”.

 

5. Premete su “Proceed”, poi cliccate su “Let’s Go!” per procedere con il dumping degli SHSH.

 

6. Se state eseguendo il dumping dei certificati SHSH su una Apple TV di seconda generazione, confermatelo in iFaith quando richiesto.

7. Seguite le istruzioni ed impostate manualmente il dispositivo in DFU mode. Per farlo dovrete premere il tasto di accensione per 10 secondi, quindi rilasciare lo stesso e continuare a premere Home fino a quando l’iPhone non sarà in DFU. A questo punto, iFaith effettuerà il dump del certificato SHSH del firmware corrente. Verranno seguiti diversi step ed ognuno potrebbe richiedere diversi minuti.

 

8. Una volta completato il dumping, iFaith vi chiederà dove vorrete salvare (in locale) il certificato SHSH. Indicate la cartella in cui volete salvarlo e confermate l’operazione di salvataggio.

 

9. Fine.

 

A questo punto avrete correttamente eseguito il dumping del certificato SHSH relativo al firmware in uso sul vostro dispositivo e potrete ripristinare il terminale a questa versione di iOS in qualsiasi momento.

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here