Recensione Olivetti Olipad e Videorecensione | YLU Review

5

Finalmente, dopo i vari problemi sul blog, sono pronto per presentarvi la recensione di Olivetti Olipad P100, il tablet Android italiano basato sulla versione Froyo 2.2 del sistema operativo di Google.

Recensione Olivetti Olipad P100

Il tablet viene venduto ad un prezzo abbastanza contenuto: a prezzo pieno costa 399€, ma non è difficile trovarlo in offerta a 299€. Nonostante il prezzo piuttosto basso, questo Olipad delude sotto molti aspetti ed è un’acquisto che non mi sento di consigliare a nessuno di voi. Soprattutto se consideriamo che, ad oggi, a 299€ è facile trovare un Acer Iconia Tab A500 usato oppure un Asus Eee Pad Transformer sempre usato, che sono due tablet decisamente migliori rispetto ad Olivetti Olipad.

Olivetti Olipad è affetto da numerosi problemi, alcuni molto gravi. Di seguito trovate quelli più gravi:

  • interfaccia lenta, scattosa, che si blocca ogni 5 minuti esatti
  • versione di Android aggiornata solo ad Android 2.2, vecchia e non adatta ad un tablet
  • personalizzazione troppo pesante di Olivetti, che ha stravolto e rovinato Android
  • display con scarsa visibilità
  • totale assenza delle applicazioni di Google (market, gmail e tutte le altre)
  • no fotocamera posteriore, no GPS
  • piuttosto pesante se paragonato ad altri tablet
  • funziona quasi sempre solo in landscape (no modalità verticale)
  • e potremmo continuare per giorni con altri piccoli bug e difetti

L’unica cosa positiva di questo tablet, a mio avviso, è il browser internet: almeno questo si comporta piuttosto bene, è veloce e scattante e supporta il FlashPlayer (integrato da Olivetti) per mostrare animazioni e video in flash durante la navigazione in rete.

L’altro elemento positivo, se vogliamo, è rappresentato dal processore: NVidia Tegra2, in grado di erogare tanta potenza di calcolo per giochi e programmi. L’unico problema è che, ad esempio, il tablet non può accedere al Market e quindi, almeno teoricamente, non è possibile scaricare i giochi sviluppati appositamente per Tegra 2. L’unica soluzione, al momento, è quella di procurarsi i giochi in via “non ufficiale”, altrimenti sarà impossibile acquistare quelli creati per il processore di NVidia.

La confezione di vendita offre una dotazione standard: cavo dati, caricabatterie ed istruzioni d’uso. Niente di più.

Come dicevo in precedenza, comunque, il tablet risulta piuttosto scomodo e pesante e il design non è particolarmente accattivante e innovativo. Sono presenti, nella parte frontale, i 4 pulsanti classici di Android, che comunque spesso e volentieri non si comportano come dovrebbero e il tablet non reagisce ai nostri comandi.

Come connettività, caratteristiche generali e porte laterali, invece, abbiamo:

  • porta USB in grado di leggere chiavette USB
  • ingresso MicroSD
  • jack audio 3.5mm
  • caricabatteria
  • ingresso SIM
  • doppio speaker stereo (non troppo potente)
  • modulo 3G, Wi-Fi, Bluetooth
  • Nvidia Tegra 2
  • 1GB di RAM
  • webcam frontale da 1.3 megapixel
  • display da 10 pollici con risoluzione 1024 x 600 pixel
  • 16GB memoria interna

Ora non mi resta che lasciarvi alla videorecensione completa del tablet Olivetti Olipad P100, in cui ho raccolto le mie impressioni e ho cercato di mostrarvi tutte le sue caratteristiche ed i suoi problemi.

Prima di concludere, però, vorrei segnalarvi che è disponibile un firmware modificato per Olivetti Olipad, che lo trasforma letteralmente in un altro tablet. L’hardware di Olivetti Olipad, infatti, non è affatto male (ottima RAM e processore). E Cyanogen e compagni hanno già creato un firmware, basato su Android 2.3, che gira perfettamente sul tablet. In questo modo il dispositivo si trasforma e funziona decisamente meglio: più veloce, stabile, reattivo, con tutte le applicazioni Android ufficiali.

Ad ogni modo, un vero peccato che Olivetti abbia sprecato in questo modo un ottima opportunità per tornare alla ribalta. Aveva tra le mani un hardware ottimo e lo ha rovinato con la sua interfaccia terribile e con personalizzazioni assolutamente inutili, che hanno comportato solo problemi.

Speriamo che con il tablet Olipad P110 non vengano commessi gli stessi errori.

Videorecensione Olivetti Olipad P100

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=regbNFMc9no[/youtube]

A seguire, invece, vi segnalo alcuni link interessanti su Olivetti Olipad:

 

 

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

5 COMMENTS

  1. diciamo che è una copia italiana del TOSHIBA FOLIO 100 del quale sto cercando di disfarmi (con estrema difficoltà)…solo che questo ha l’alloggiamento per la SIM, utilissimo per usarlo in assenza di segnale Wi-Fi…aspetto con ansia la recensione dell’Acer 500…io sono indeciso se prendermi il 501 o il samsung galaxy 10.1 (NON SLIM) usato…la tua videorecensione mi aiuterà ulteriormente a levarmi qualche dubbio soprattutto su qualità display e durata batteria..

    • Per ora ti posso dire che Acer è il primo tablet un pò serio che ho provato..e mi è piaciuto tantissimo..se non avessi dovuto spendere 300€ ed oltre per il server nuovo lo avrei comprato..è spettacolare veramente 😀 spero di poter provare presto anche il Samsung, ma non sarà facile averlo presto..

  2. ti capisco…da quello che so il display è superiore, oltre alle dimensione e al peso (che non guardo), la fotocamera posteriore (ma chi se ne frega) e la velocità in downstream del modem 3G (7.2 dell’acer contro 21 del samsung) ma a vedere se mai si raggiungeranno già 7.2 effettivi!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here