Tra un anno Termina il Supporto a Windows 7: Cosa fare?

0

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

Il 14 gennaio 2020 termina il supporto di Windows 7 da parte di Microsoft raggiungendo di fatto il fine vita. Ecco cosa fare prima e dopo tale data per non arrivare impreparati con un sistema che ha fatto la storia dei sistemi operativi recenti

Tra un anno Termina il Supporto a Windows 7: Cosa fare?

Ad oltre 10 anni dal suo debutto, era il lontano 22 luglio 2009, Microsoft, nel 2020, precisamente il 14 gennaio, terminerà il supporto a Windows 7.

Dunque dopo una lunghezza di vita oltre le aspettative, il miglior sistema operativo recente di Microsoft e non solo, farà spazio a Windows 10, che è già conquistato una bella fetta di utenti superando proprio Windows 7 di recente, Windows 7 non sarà più aggiornato da Microsoft e questo vuol dire che non saranno implementate più nuove funzioni e sopratutto mancheranno le patch di sicurezza.

LEGGI ANCHE: Windows 10 supera Windows 7 ufficialmente

Proprio per questo, sopratutto in ambito aziendale, il passaggio ad un nuovo sistema operativo è obbligatorio, per non mettere in crisi la sicurezza dell’azienda che usa ancora un sistema operativo vecchio di 10 anni.

Non è difficile però trovare addirittura Windows XP in alcune aziende, anche della pubblica amministrazione, che dunque in poco tempo potrebbero ritrovarsi vecchi di generazioni ad usare sistemi operativi senza aggiornamenti ed insicuri.

Vediamo cosa fare dal 14 gennaio 2020.

Abbandonare Windows 7

Fino al 14 gennaio 2020 Microsoft continuerà a rilasciare patch di sicurezza su Windows 7, ma dopo sarà necessario migrare a Windows 10 o Linux per stare al sicuro. Per le aziende, comunque saranno rilasciati aggiornamenti creati ad hoc da Microsoft, ma solo per quelle aziende che stipuleranno costosi contratti di assistenza, e quindi converrà comunque passare a Windows 10.

0patch, società esterna a Microsoft, rilascerà aggiornamenti per Windows 7, installabili tramite un user agent apposito. Ovviamente non è gratis, ma costerà sicuramente meno dell’abbonamento a Microsoft.

Dovete comunque sapere che Windows 7 sarà comunque supportato dai produttori di software esterni, come i browser Google Chrome o Mozilla Firefox, ed altri produttori come Adobe e molti altri supporteranno ancora Windows 7.

Passate a Windows 10 e non ve ne pentirete. E’ più bello, veloce, ha tante funzioni in più, aggiornatissimo, è sicuro ed è leggero per usarlo anche su vecchie macchine.

Continuare ad usare Windows 7

Il nostro consiglio è di passare a Windows 10, ma se proprio non volete comprare una licenza o un nuovo computer con il nuovo sistema operativo, dovete sapere che Microsoft comunque per i primi tempi potrebbe continuare a rilasciare aggiornamenti di sicurezza per Windows 7, e soprattutto se si dovessero trovare bug clamorosi, Microsoft non lesinerà ad aggiornare il suo sistema operativo, che a distanza di 10 anni ha ancora quasi il 40% di preferenze in tutto il mondo e sarà difficile da abbandonare in pochi anni.

LEGGI ANCHE: Dove comprare licenze originali di Windows ed Office con prezzi super scontati

LEGGI ANCHE: Comprare licenze originali Windows a partire da soli 5 euro

LEGGI ANCHE: Offerta Incredibile Licenza Windows 10 Pro a 1,99 euro su Amazon

Se volete continuare ad usarlo, munitevi allora di un buon antivirus e firewall, i classici Internet Security, ma non usate il PC per operazioni delicate come internet banking, programmazione, accesso a reti aziendali o altro, altrimenti potreste essere esposti a problemi di sicurezza, che Microsoft non sa se mai chiuderà.

Io sono passato a Windows 10 da diversi anni, e vi consiglio il passaggio a tutti, perché sebbene sia cambiato molto a livello grafico, dopo uno smarrimento iniziale, il tutto funziona molto bene, veloce, senza rallentamenti e continui aggiornamenti che introducono nuove funzioni e migliorano la stabilità complessiva del computer.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here