Windows File Recovery

Grandi novità arrivano per tutti gli utenti che usano un PC con sistema operativo Windows: da poche ore Microsoft ha reso disponibile sul Microsoft Store una app davvero utile, di quelle che potrebbero salvarti la vita se cancelli accidentalmente un file o se hai perso alcuni dati.

Cosa permette di fare il programma?

Il programma, come avrai intuito, si chiama Windows File Recovery (winfr.exe): è un tool da linea di comando che ti aiuta a recuperare foto, documenti, video e altro, anche se li hai cancellati dal tuo hard disk o SSD.

Oltre a questo, il programma può anche provare a recuperare i dati da una scheda SD o una fotocamera collegata via USB. 

L’app supporta i file system NTFS, FAT, exFAT e ReFS e può recuperare file in formato JPEG, PDF, PNG, MPEG, file Office, MP3 e MP4, ZIP e altri.

Peccato solo che il programma funzioni da linea di comando e che quindi possa risultare difficile o complesso per gli utenti meno esperti, ai quali consiglio caldamente di usare programmi alternativi e più semplici come Recuva (Recuperare File e Documenti Cancellati ed Eliminati per errore con Recuva).

Come usare Windows File Recovery?

Ci sono tre modalità che puoi usare per recuperare i file: Default, Segment e Signature.

La modalità Default usa la Master File Table (MFT) per localizzare i file persi e funziona bene quando MFT e i segmenti dei file, chiamati anche File Record Segments (FRS), sono presenti.

La modalità Segment non richiede MFT ma necessita dei segmenti, ossia una sorta di riassunti sul’informazione del file che NTFS immagazzina nella MFT, parametri come nome, data, dimensione, tipo, ecc.

La modalità Signature richiede che il dato sia presente e ricerca tipi specifici di file. Non funziona con piccoli file ed è la modalità per recuperare dati da unità esterne.

Per fare agire il programma, come anticipato, bisogna impartire istruzioni da linea di comando. In particolare, queste solo le istruzioni necessarie per fare funzionare l’app:

winfr source-drive: destination-folder [/switches]
  • /r – Segment mode (NTFS only, recovery using file record segments)
  • /n <filter> – Filter search (default or segment mode, wildcards allowed, trailing \ for folder)
  • /x – Signature mode (recovery using file headers)
  • /y:<type(s)> – Recover specific extension groups (signature mode only, comma separated)
  • /# – Displays signature mode extension groups and file types
  • /? – Help text
  • /! – Display advanced features

Per semplificarti le cose, ecco qualche esempio pratico di recupero dei file con questo programma

Default Mode: per recuperare un file specifico

winfr C: D:\RecoveryDestination /n Users\<username>\Downloads\

winfr C: E: /n \Users\<username>\Pictures\*.JPEG /n \Users\<username>\Pictures\*.PNG

Segment mode (/r): per recuperare tipi di file

winfr C: D:\RecoveryDestination /x /y:PDF,JPEG

winfr C: E: /r /n *invoice*

Signature mode examples (/x): 

winfr C: D:\RecoveryDestination /r /n *.pdf /n *.jpg

I consigli di Microsoft per usare il programma

Microsoft consiglia inoltre di usare la modalità Default per il file system NTFS (HDD/SSD sul PC, unità esterne, unità con oltre 4GB di capacità) se il file che stai cercando di recuperare è stato cancellato di recente.

Se invece il file è stato cancellato un po’ di tempo fa o hai avviato Windows File Recovery dopo aver formattato il disco o su un’unità corrotta, dovresti prima provare la modalità Segment e poi quella Signature.

Per i formati di file su file system FAT, exFAT e ReFS (schede SD e unità flash inferiori ai 4GB) l’azienda consiglia la modalità Signature.

Ulteriori informazioni sull’app – con esempi pratici di funzionamento – puoi leggerle qui.

Windows File Recovery necessita di privilegi di amministrazione per funzionare e non appena aperto mostra una lista dei comandi supportati, anche se è chiaramente meglio avere un po’ di familiarità con i tool da linea di comando.

Riesce davvero a recuperare dati persi o cancellati?

Come tutti i programmi di questo tipo, l’app non può garantire il funzionamento o il recupero, ma è pur sempre un altro strumento gratuito da usare in caso di emergenza, senza dimenticare che potrebbe migliorare nel corso del tempo.

La buona riuscita del recupero, esattamente come per altri programmi simili, dipende soprattutto dal fatto che i file siano stati sovrascritti o meno fisicamente sul disco fisso o sulla memoria. 

Ad ogni modo, fare un tentativo non farà sicuramente male e nel migliore dei casi ti permetterà di recuperare file che pensavi fossero persi per sempre.

Dove scaricare Windows File Recovery?

Dal SITO UFFICIALE

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here