Presto forse potremo usare, avviare e installare i programmi e i giochi creati per Android anche su Windows, in modo nativo e senza programmi aggiuntivi

Microsoft aggiungerà il supporto alle app Android su Windows e Windows Phone?

Il binomio Android e Windows non è nuovo, dato che in passato ne abbiamo già parlato, sia esso ottenuto tramite il software Bluestacks o integrato con una sorta di dual boot grazie a Intel, ma l’ipotesi di cui parliamo oggi è di quelle che non ci saremmo aspettati di sentire, e coinvolge Microsoft in prima persona.

La clamorosa indiscrezione arriva da The Verge, secondo cui nel quartier generale di Redmond si starebbe combattendo una feroce battaglia fra chi, ormai gettata la spugna di fronte al successo del robottino verde, vorrebbe aprire il Windows Store alle applicazioni Android e chi invece vorrebbe proseguire sulla strada dell’ecosistema chiuso.

Windows RT e soprattutto Windows Phone fanno fatica ad attrarre gli sviluppatori, non è un segreto, e consentire l’esecuzione di app Android su telefoni e tablet equipaggiati con sistemi Microsoft potrebbe colmare di botto il gap che vede Windows relegato a terza scelta dei dev dopo iOS e giustappunto Android.

Ma vediamo altri dettagli.

Android Windows Phone

Sogno, realtà o semplice illusione? Ancora non possiamo dirlo con certezza, ma, stando agli ultimi rumor dal web, presto potrebbe essere possibile utilizzare i programmi creati appositamente per Android anche su PC Windows.

Che novità, direte voi. Esistono già tanti programmi che permettono di usare e avviare programmi APK per Android su PC Windows, come Bluestacks, di cui abbiamo parlato qualche giorno fa.

Tutto vero, rispondo io. Non fosse che, a quanto pare, presto Windows potrebbe consentire nativamente di usare e avviare i programmi Android su qualsiasi PC. In pratica, senza usare software aggiuntivi o programmi complicati, chiunque presto potrebbe avere la possibilità di installare, avviare e usare i classici programmi per Android anche su PC Windows. Tutto questo consentirebbe agli utenti Android di utilizzare i propri programmi preferiti anche su Windows e, nello stesso tempo, consentirebbe a Microsoft di distruggere Android nel settore dei tablet (anche se in questo settore Android si sta tirando la zappa sui piedi da solo).

I tablet Android sono sicuramente belli, leggeri, offrono un hardware potente, un software personalizzabile, una grande autonomia e portabilità, ma non possono competere in alcun modo con i tablet Windows 8.1 appena arrivati sul mercato, che costano meno e offrono un’esperienza utente decisamente migliore, con la possibilità di godere di tutte le funzionalità complete di un PC Windows in mobilità, con estrema rapidità, in qualsiasi momento e, soprattutto, a un prezzo identico o a volte anche inferiore.

Windows Android

Se poi Windows iniziasse anche a supportare nativamente le applicazioni Android, allora saremmo a cavallo. Potremmo definitivamente abbandonare i tablet Android per usare solo quelli Windows, potendo godere di due sistemi operativi in uno in pratica. E’ vero che già adesso possiamo fare tutto questo, ma i programmi di terze parti che permettono di usare, installare e avviare i programmi Android su Windows non sempre funzionano bene, non sempre sono aggiornati e non sempre sono facili da configurare. Se Windows iniziasse a supportare nativamente le app per Android, allora il discorso cambierebbe radicalmente.

Le applicazioni di Android presto sullo store di Windows e Windows Phone?

Per ora, poi, non è nemmeno chiaro come potrebbe funzionare questa compatibilità tra Android e Windows o Windows Phone. Le app di Android arriveranno sullo Store di Microsoft? Oppure sarà possibile scaricarle direttamente dal Play Store Android, che verrà ridisegnato per esser supportato nativamente da Windows? Non possiamo saperlo con certezza. L’unica cosa certa, però, è che Microsoft (Windows e Windows Phone) si sta avvicinando molto ad Android e che presto Nokia lancerà il suo primo smartphone basato proprio su Android. Che questo sia il primo passo verso una collaborazione sempre più stretta?

Dopo RIM, anche Microsoft potrebbe decidere di aprire il proprio store alle applicazioni Android e rendere certamente più appetibili ottimi device come i tablet Windows, che fino ad ora sono rimasti a guardare a causa di uno scarso parco applicazioni, ma che, con questa svolta, potrebbero cambiare completamente le carte in tavola.

Sicuramente, però, Google non sarebbe felice di una strategia di questo tipo, che penalizzerebbe tutti i tablet Android oggi in commercio, compresi i Nexus. Insomma, gli utenti beneficerebbero di questo cambiamento, Microsoft anche, mentre Google, Samsung e altri produttori di tablet Android non vedranno la cosa positivamente.

Al momento, comunque, tutte queste sono solo voci da confermare, con la speranza, ovviamente, di avere conferma nel più breve tempo possibile, soprattutto in vista del MWC 2014. Magari tutte queste novità saranno introdotte dal nuovo Windows 9, in arrivo nei prossimi mesi. Ma nessuno lo può sapere con certezza.

Per ora noi continuiamo a sperare e vi aggiorneremo non appena avremo novità.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!