Qual’è il Browser migliore? Chrome vs Firefox

In quanti di voi si sono posti questa domanda. Meglio il velocissimo Chrome o il versatile Firefox? Velocità o flessibilità? Preferire la velocità di navigazione di Chrome oppure la possibilità di estendere all’infinito le funzionalità del browser con Firefox senza che nessuno vi rompi le scatole su quali estensioni installare?

Beh da quando utilizzo il PC ho sempre utilizzato diversi Browser per navigare sul Web, sono nato con Netscape per poi passare ad Internet Explorer per molti anni, poi siccome il browser sviluppato da Microsoft non soddisfaceva le mie esigenze ho deciso di migrare a Firefox e il mondo delle estensioni è una di quelle caratteristiche di cui non mi stancherò mai di vantare al browser di Mozilla.

Per un breve periodo ho anche utilizzato Opera e Safari ma sono state solo periodi sporadici solo di test. Poi, circa 2 anni fa ho deciso di fare il passo decisivo e dopo anni di utilizzo di Firefox ho deciso di passare al super veloce Google Chrome.

Ero contentissimo di Chrome, super veloce, rispetto a Firefox non c’è storia è molto più veloce e il parco delle estensioni che conta Chrome, anche se non in numero, non ha nulla da invidiare a quello di Firefox. Infatti molte estensioni sono le stesse sia su Firefox che su Chrome.

Dopo averlo utilizzato per ben 2 anni da qualche mese sono nuovamente ripassato a Firefox e non mi pentirò mai della scelta che ho fatto e di seguito vi elencherò le mie motivazioni sul perchè di questo passaggio e perchè Firefox è meglio di Chrome.

Perchè Firefox è meglio di Chrome

Personalizzazione

La personalizzazione che offre Firefox in Chrome non è possibile, infatti è possibile personalizzare la barra degli strumenti come più ci piace su Firefox mentre su Chrome non è possibile.

personalizzare-firefox

Con Google Chrome ad esempio non è possibile modificare l’interfaccia del browser come si vuole, infatti i pulsanti sono nell’impostazione predefinita e non è possibile spostarli. In Firefox, è possibile spostare non solo la maggior parte dei pulsanti e menu ma anche di aggiungere menu della barra laterale o installare estensioni che aggiungono ancora più icone ed opzioni.

Alcuni esempi? Estensione per modificare la dimensione del font dell’interfaccia, la larghezza del schede nel browser o di aggiungere favicon nei siti che visualizziamo con Chrome non è possibile.

Temi

Anche in Chrome esistono i temi ma questi temi permettono solo di modificare il colore di sfondo del browser ed applicare uno sfondo alla home page di Chrome mentre con Firefox il tema va a modificare completamente la grafica con una diversa combinazione di colori ma anche un nuovo design delle schede, nuove icone ed icone aggiuntive, nuove barre degli strumenti, un layout diverso o anche i temi classici utilizzati su Firefox un paio di anni fa se i nuovi temi non ci piacciono.

Noia-theme

Utilizzo della memoria

l'utilizzo della memoria del browserPer molto tempo, Firefox è stato il browser che consumava più RAM tra tutti i Browser ma nelle ultime versioni sembrerebbe che qualcosa si cambiato ed ora è Chrome ad essere assetato di RAM. E’ vero che molto dipende dalle estensioni che sono installate sul Browser ma dai test che ho fatto, con lo stesso numero di schede aperte e le stesse estensioni installate, Chrome utilizza circa 100 MB di RAM in più.

Di seguito potete trovare anche un test che mette a confronto Chrome, Internet Explorer, Firefox e Opera che ci permette di notare come Chrome utilizzi più memoria di altri browser.

web browser memory use comparison

Questo può essere attribuito, almeno parzialmente, su come Chrome gestisce i siti web, e su come il browser apre in singoli processi che fa lievitare l’utilizzo della RAM.

Estensioni

Le estensioni erano il vero punto di forza di Firefox ma Chrome ha recuperato il terreno perso, ma anche se molte estensioni sono presenti nello store di Google Chrome alcune tra le migliori applicazioni non sono presenti, come ad esempio DownThemAll che è il miglior download manager per Firefox, non ha ancora un degno sostituto e le uniche estensioni come Automatic Save Folder che consente di salvare in cartelle differenti in base a nomi di file o domini o Tree Style Tab non sono ancora all’altezza.

Molte applicaziono di Firefox permettono di modificare l’estetica del Browser, cosa che con Chrome non è possibile tranne per l’aggiunta udi n’icona sulla barra degli indirizzi. Chrome è ancora carente quando si tratta di alcuni tipi di estensione come l’assenza di un buon Download manager.

Firefox non è superiore in tutti gli aspetti a Chrome quasi tutte le estensioni di Chrome non richiedono il riavvio del browser dopo l’installazione mentre solo le estensioni di Jetpack non richiedono il riavvio su Firefox.

Inoltre, il Chrome Web Store è un incubo da navigare al contrario dello store di Firefox dove le migliaia di Estensioni sono ordinata in maniera eccellente.

Privacy

Google è una società di pubblicità e la maggior parte delle sue entrate provengono da questo. Non è ancora chiaro come Google utilizza i dati di Chrome e quindi è meglio diffidare dall’utilizzare Chrome per la navigazione quotidiana e quello che sappiamo è solo che Mozilla ha uno standard molto elevato quando si tratta di privacy, così come indicato sul sito internet della società, e la vocazione open source rende Firefox ancora più aperto di Chrome che pur essendo basato sul progetto open source Chromium non rende completamente libero Chrome.

Navigazione a schede

Entrambi i browser supportano la navigazione a schede, ma Chrome non supporta la TabBar a scorrimento e ciò significa che le schede saranno ridotte di dimensioni fino a diventare invisibili e impossibili da sapere quale pagina sia stata aperta. E’ possibile aggirare il problema installando alcune estensioni ma Firefox batte Chrome in termini di gestione tab dove è possibile impostare larghezza minima e massima delle schede ma anche supporta i gruppi e lo scorrimento della barra delle schede.

Plug-in

I plug-in come Adobe Flash, Adobe Reader, Java o NPAPI-plugins verranno completamente rimossi in Chrome nel 2014 e resteranno solo i plug-in non PPAPI come un lettore Flash Player nativo e il plugin del lettore PDF che saranno integrati in Chrome.

E’ vero che molti di questi plug-in vedranno la morte entro qualche anno ma tutti gli utenti che utilizzando molto queste tecnologie nel 2014 con Chrome avranno molti problemi di navigazione visto che non tutto il sito web sarà visualizzato correttamente e quindi saranno costretti a scegliere un altro browser (Firefox e chi l’ha detto 😉 ).

Conclusioni

Ogni Browser ha i suoi punti di forza ma la possibilità di personalizzazioni senza compromessi di Firefox è sicuramente il suo punto di maggior interesse rispetto a Chrome ma se non vi servono i plug-in come Java e Flash e non utilizzate le estensioni allora Chrome fa per voi.

A voi l’ardua scelta.

Io ho scelto Firefox e a meno di ulteriori cambiamenti credo di restare fedele al panda rosso per molto tempo.