Home Android ADB e Fastboot Android: Guida Completa Per Principianti

ADB e Fastboot Android: Guida Completa Per Principianti

0
SEGUI il canale Telegram Offerte di YourLifeUpdated: sconti esclusivi su Amazon e Gearbest ogni giorno selezionati per te! 

Come installare e usare ADB e Fastboot Android su PC Windows. Guida facile per principianti per installare ADB e Fastboot su PC Windows e impartire comandi

Guida ADB e Fastboot Android

Nuovo giorno, nuova guida dedicata agli utenti Android. Oggi andremo a scoprire tutti i segreti di ADB e Fastboot, due strumenti indispensabili per gestire al meglio smartphone e tablet Android dal PC Windows.

Tramite ADB e Fastboot, infatti, è possibile impartire determinati comandi al dispositivo Android per eseguire operazioni come:

  • root
  • sblocco bootloader
  • installazione di custom recovery

ed altro ancora.

E’ evidente che ADB e Fastboot sono strumenti indispensabili soprattutto per gli utenti “avanzati”, che amano personalizzare al massimo smartphone e tablet Android. A volte però anche utenti meno esperti vogliono avvicinarsi al mondo del modding di Android, senza avere competenze e conoscenze sufficienti in materia.

Questa guida è dedicata proprio agli utenti meno esperti, che in pochi e semplici passi potranno conoscere al meglio strumenti importanti come ADB e Fastboot per andare successivamente a compiere operazioni di personalizzazione completa sui propri dispositivi.

Detto questo, non perdiamoci ulteriormente in chiacchiere e iniziamo con la guida completa a ADB e Fastboot per Windows. 

Download ADB e Fastboot per PC Windows

Prima di tutto bisogna scaricare i file necessari. Sono gratuiti, li trovi qui:

Ora che hai completato il download degli archivi zip, andiamo a conoscere meglio questi strumenti.

ADB e Fastboot cosa sono?

Senza entrare troppo nei dettagli, ti posso dire che Android Debug Bridge (ADB) e Fastboot sono due programmi che consentono di impartire comandi ai dispositivi Android tramite il PC.

In pratica, collegando il dispositivo Android al PC tramite cavo USB, potrai aprire una finestra di comando (vedremo dopo di cosa si tratta) per impartire determinati ordini allo smartphone. Questi ordini ti permettono ad esempio di ottenere i diritti di root o di sbloccare il bootloader o, ancora, di installare una recovery custom come la TWRP su Android.

E’ chiaro che sapere usare correttamente ADB e Fastboot è fondamentale per personalizzare a fondo lo smartphone Android. Vediamo dunque come procedere passo per passo nell’installazione e nell’uso di ADB e Fastboot.

1: Installare Android Platform Tools (ADB e Fastboot)

E’ tutto piuttosto semplice. Scarichi i file da QUI e li estrai sul desktop del tuo PC Windows.

Non devi installare niente, i file vanno lasciati così come sono nella cartella.

Non provare ad aprirli con un semplice doppio click: sono programmi che si avviano da linea di comando, se provi a cliccarci sopra per avviarli non faranno nulla. Anzi, si apriranno e chiuderanno al volo.

Per ora lasciali nella cartella sul desktop.

2: Aprire il Prompt dei comandi nella cartella

Direttamente nella cartella che hai appena creato, segui il percorso

File -> Apri prompt dei comandi -> Apri prompt dei comandi come amministratore per aprire il Prompt dei comandi amministrativo nel percorso corrente.

Si aprirà una finestra nera. Fermati qui e passa al punto successivo.

3: Abilitare il debug USB

Prima di poter impartire comandi con ADB e Fastboot, è necessario abilitare la modalità Debug USB sullo smartphone o sul tablet Android.

Se non l’hai ancora fatto, segui questa guida:

» Leggi: Attivare Debug USB e Opzioni Sviluppatore su Android

Fatta questa procedura, collega lo smartphone/tablet al PC tramite il cavetto USB e passa al punto successivo.

4: Individuare i dispositivi mobili collegati

Se tutto è andato correttamente fino a questo punto, lancia il primo comando ADB.

Nella finestra nera aperta in precedenza, digita il testo seguente e premi Invio sulla tastiera:

adb devices

Questo comando avvia il servizio di ADB ed elenca tutti i dispositivi Android collegati al PC.

Se tutto ha funzionato nel modo corretto, il servizio dovrebbe individuare lo smartphone/tablet collegato e mostrare il suo identificativo tramite una serie di caratteri alfanumerici seguiti dalla dicitura unauthorized

Se è effettivamente così, procedi al punto 5.

In caso contrario, prova ad installare nuovamente i driver del tuo smartphone o tablet sul PC, a collegarlo/scollegarlo, a cambiare porta USB, a riavviare lo smartphone o il PC e ovviamente controlla che sia stata correttamente attivata la modalità debug USB sul device e che il cavetto USB sia debitamente inserito ad entrambe le estremità.

Controlla attentamente tutti questi passaggi, altrimenti rischi di restare bloccato in questo punto.

5: Autorizzare il PC alla connessione

Poco dopo aver impartito il comando adb devices, lo smartphone o tablet Android chiede una conferma.

In particolare compare sullo schermo un messaggio del tipo “Consentire debug USB?”. Ovviamente accetta, mettendo anche la spunta sulla voce Consenti sempre da questo computer. 

Ecco fatto. A questo punto hai correttamente configurato ADB e Fastboot sul tuo PC Windows e sullo smartphone e sei pronto per usarli al meglio.

Di seguito trovi qualche comando utile e piuttosto ricorrente che potrebbe tornarti utile nelle tue operazioni di modding.

Elencare i file ed accedere alla shell

Digitando il comando

adb shell ls

potrai elencare tutte le cartelle presenti sul dispositivo Android

Trasferire file tra PC e smartphone

Con i comandi

adb pull

e

adb push

potrai copiare sullo smartphone i file salvati su PC oppure trasferire su PC i file dello smartphone.

Arrestare il server ADB

Se devi arrestare il servizio di ADB per poi riavviarlo, il comando da ricordare è

adb kill-server

Sbloccare il bootloader, installare TWRP, creare backup Nandroid, “rootare” e installare ROM custom

Probabilmente hai voluto installare e configurare ADB e Fastboot su PC Windows per un solo motivo: sbloccare il bootloader, installare TWRP, creare backup Nandroid, “rootare” e installare ROM custom, vero?

In questo caso la guida si ferma qui, perché per ognuna di queste operazioni la procedura è leggermente diversa. Troverai però un articolo su YourLifeUpdated dedicato al root, sblocco bootloader e installazione TWRP per ogni smartphone presente sul mercato.

Conclusioni

Questa guida aveva come unico scopo quello di spiegarti come usare e installare al meglio ADB e Fastboot, era cioè una base di quello che ti serve per arrivare a sbloccare il bootloader, installare TWRP, creare backup Nandroid, “rootare” e installare ROM custom.

Senza una conoscenza base di ADB e Fastboot, infatti, sarebbe impossibile arrivare ad effettuare operazioni più complesse. Grazie alle informazioni presenti in questo articolo, però, riuscirai a personalizzare il tuo dispositivo Android in modo completo e avanzato, anche se non sei particolarmente esperto in questo campo.

Supporto e assistenza

In caso di dubbi, problemi o domande, lascia un commento a fine articolo e ti aiuterò il prima possibile.

E ricorda: più informazioni lasci, meglio riuscirò ad aiutarti!

Alla prossima!

Aspetta, non abbandonare la pagina!

Prima di abbandonare l’articolo, ti consiglio di leggere questo articolo se vuoi scaricare app Android gratis:

Tutti i migliori trucchi aggiornati per giochi Android

Per concludere, clicca qui per vedere gli ultimi trucchi di giochi Android caricati sul sito

>> ELENCO COMPLETO E AGGIORNATO CON I TRUCCHI GIOCHI ANDROID <<

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here