Google Foto non offre più il backup illimitato ma si ferma a 15 GB: ecco le migliori alternative per fare il backup delle foto GRATIS!

Alternative a Google Foto per il backup delle foto

IN BREVE: Google Foto a pagamento? Ecco qualche alternativa

Un paio di giorni fa è arrivato il triste annuncio: Google Foto introdurrà a partire dall’1 giugno 2021 un limite allo storage offerto gratuitamente agli utenti per il salvataggio sul cloud di immagini e video, superato il quale sarà necessario sottoscrivere un abbonamento alla formula One (da 1,99 al mese).

Il tetto è stato fissato in 15 GB. Non sono pochi, soprattutto se li confrontiamo alla concorrenza, ma senza dubbio un bel limite rispetto ai giga infiniti che c’erano in passato.

Chiaramente si tratta di una notizia che non fa piacere ai tanti che, fino ad oggi, si sono affidati al servizio per il backup su server remoto dei propri contenuti multimediali. Proprio per questo, c’è chi si è già messo alla ricerca di alternative valide.

Alternative a Google Foto per il Backup GRATIS

Se anche tu stai cercando alternative a Google Foto senza limiti per caricare le tue foto sul cloud, in modo da averle sempre a disposizione, in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo, di seguito ti propongo le alternative migliori che sono riuscito a trovare in giro per il web. Iniziamo!

Amazon Foto

Offerto gratuitamente a tutti i clienti Prime (36 euro anno).

Offre spazio illimitato per il backup di foto sul cloud. A differenza di Google, però, qui non c’è alcun tipo di compressione: tutto viene caricato in originale senza perdita di qualità.

ATTENZIONE però: il backup dei video va ad intaccare lo spazio di 5 GB di Amazon Drive (per le foto, invece, non c’è nessuna limitazione).

Se 5 GB sono pochi e hai bisogno di spazio aggiuntivo, è possibile attivare un abbonamento a pagamento a partire da 1.99 euro al mese (a salire). QUI i prezzi.

C’è ovviamente l’app per smartphone che permette di abilitare il caricamento automatico delle foto sul cloud.

Anche Amazon, come Google, cataloga le foto per tipologia del soggetto inquadrato o in base ad altri parametri (es Luogo di scatto).

Ricapitolando:

  • 36€ l’anno
  • Spazio per foto illimitato
  • 5 GB per i video (o file), 1,99€ al mese per aggiungere 100 GB

ATTIVA SUBITO AMAZON PRIME

Degoo

Gratuito fino a 100 GB per il backup di foto e video.

L’account gratuito può essere usato su 3 dispositivi contemporaneamente. E’ possibile guadagnare 5GB aggiuntivi di spazio per ogni amico che si iscrive gratuitamente al servizio (fino a max 500GB).

Unico neo: se non usi il servizio per 90 giorni, perdi i dati.

Pagando 3$ al mese puoi rimuovere i limiti: fino a 10 dispositivi contemporanei, permanenza in cloud dei contenuti multimediali a vita.

Non c’è riduzione di qualità nei contenuti caricati.

Un servizio assolutamente consigliato!

PROVA SUBITO DEGOO GRATIS

Dropbox

E’ una delle più diffuse, e storiche piattaforme di archiviazione. Non è però specializzato nell’archiviazione di immagini, ma di file in generale. Inoltre è probabilmente uno dei più cari e meno flessibili tra quelli proposti in questo articolo.

La versione gratuita permette l’archiviazione fino a 2 GB di spazio, mentre la versione pro 1 TB al costo di 9,99 euro al mese oppure di 99 euro all’anno.

Se non altro il servizio funziona ottimamente: il backup delle foto e dei video è automatico e si può decidere di quali cartelle effettuarlo. I file sono a grandezza originale. La consultazione delle foto salvate su cloud da dispositivi mobili però non è il massimo (il visualizzatore di immagini è essenziale, non c’è un sistema di ricerca che permetta di filtrarle in qualche modo).

Da evidenziare la possibilità di recuperare file eliminati o modificati per errore grazie ad un’apposita sezione che raccoglie tutti i file cancellati fino a 30 giorni prima.

Ricapitolando:

  • 2 GB gratis per testare il servizio
  • Minimo 119,88€ l’anno
  • 2 TB di spazio per file, foto, video

iCloud

E’ il servizio di cloud e backup di Apple, aperto anche agli utenti Windows e Android tramite un’applicazione desktop dedicata. Lo consiglio solo a chi utilizza anche e soprattutto dispositivi Apple (iPhone, iPod, iPad, Mac..), in caso contrario non ha molto senso.

L’archiviazione è gratuita fino a 5 GB.  

Il servizio è accessibile anche da browser, ma è dall’app Foto di macOS o dall’app iOS che la ricerca delle immagini dà il meglio di sé.

La versione a pagamento costa 0,99 euro al mese per 50 GB, 2,99 euro al mese quella da 200 GB e 9,99 euro quella più capiente di tutte, da 1 TB. I prezzi alla fine non sono così malvagi, e sono più o meno in linea con quelli applicati da Google. 

Ricapitolando:

  • 5 GB gratuiti per provare il servizio
  • Minimo 12€ l’anno (per pochi GB)
  • 36€ circa per 200 GB al mese
  • Sincronizzazione su tutto l’ecosistema Apple

Microsoft OneDrive

E’ il servizio di cloud storage e backup offerto da Microsoft ed è accessibile tramite browser e app desktop e smartphone.

Il grande vantaggio è che, con un prezzo simile a quello di altri competitor, non solo offre 1 TB di spazio su cloudma anche le app di Office incluse (Word, Excel, PowerPoint, Outlook) con la possibilità di installarle su un totale di 5 PC o Mac (oltre a dispositivi mobili).

L’account di base offre 5 GB di spazio gratuito su Cloud. A pagamento, invece, troviamo questi piani:

  • 2€ al mese – OneDrive Standalone (no Office) con 100 GB di spazio
  • 69€ l’anno (o 7€/mese) – Microsoft 365 Personal con 1 TB di spazio e Office su 5 dispositivi
  • 99€ l’anno (o 10€/mese) – Microsoft 360 Family con 6 TB di spazio (fino a 1 TB per 6 persone) e Office per 6 persone su 5 dispositivi a testa

Il piano Family prevede anche la prova gratuita di un mese.

L’app per smartphone prevede il caricamento automatico da fotocamera.

Si possono anche creare Album specifici dove raccogliere foto e video. Manca però uno strumento di ricerca in stile Google Foto.

Ricapitolando:

  • 5 GB gratuiti per provare il servizio
  • Minimo 24€ l’anno (circa)
  • 100 GB di spazio o, con 69€ l’anno, 1 TB
  • Piani di abbonamento con Office incluso

Altre soluzioni da provare

Oltre a tutti i servizi appena elencati, potresti provare queste soluzioni alternative, che però non nascono per il salvataggio delle sole foto, ma di tutti i nostri file online.

I prezzi sono comunque molto interessanti e lo spazio disponibile è davvero tanto, quindi dal mio punto di vista vanno almeno presi in considerazione:

  • BOX, che con i piani Business e Business Plus (13,50€/mese e 22,50€/mese) offre addirittura spazio illimitato
  • MEGA, che con 4,99€ al mese ti permette di salvare online 400 GB di dati
  • Terabox (ex Dubox): sulla carta sembra un servizio cloud fantastico, visto che offre 1 TB di spazio gratis a tutti gli utenti che si iscrivono. I termini di servizio però parlano chiaro: la situazione potrebbe cambiare da un momento all’altro e, considerando che è un servizio legato a Baidu ed alla Cina e che già in passato (quando si chiamava Dubox) ha creato un pò di scompiglio tra i suoi utilizzatori, è giusto farsi un paio di domande prima di caricare al suo interno tutte le nostre foto
  • iDrive: offre 5 GB gratuiti per provare il servizio (con annessa app mobile), e piani annuali in linea con quanto visto finora, con ben 5 TB di spazio su cloud

Come ultima soluzione ti puoi sempre creare un NAS da tenere in casa: costa sicuramente meno di un abbonamento Cloud, lo gestisci come vuoi e puoi avere a disposizione tutto lo spazio che ti serve. In questo caso, però, dovrai sempre convivere con il possibile rischio che il NAS si guasti e che le tue foto (ma non solo) vadano perse per sempre.

Le migliori alternative a Google Foto – Conclusioni

Come vedi, le alternative a Google Drive non mancano affatto, sia gratuite che a pagamento.

C’è un fattore MOLTO importante da considerare in tutto questo: Google Foto ha dalla sua una profonda integrazione con l’ecosistema Android, è pressoché onnipresente sugli smartphone in circolazione e capace di garantire una soluzione per il backup del tutto automatizzata, che non costringe l’utente a complicate configurazioni.

A questo si aggiungono anche le tante funzionalità implementate nel tempo, alcune delle quali basate sull’impiego di algoritmi sviluppati ad hoc (dal riconoscimento dei volti ai filtri), che renderanno per molti difficile la migrazione a un servizio diverso.

A questo punto a te la scelta:

  • continuerai ad usare Google Foto gratis perché ti bastano 15 GB?
  • attiverai un piano a pagamento con Google One?
  • cambierai servizio di cloud storage per le tue foto?

In tutti i casi, fatti sentire nei commenti a fine articolo!

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here