PayPal fa pagare le contestazioni in caso di reclami. PayPal introduce la tariffa per le contestazioni: ecco tutto quello che devi sapere e quanto costa

Tariffa PayPal per reclami e contestazioni

IN QUESTO ARTICOLO PARLIAMO DI: Tariffa per le contestazioni in PayPal: cos’è e quando si applica

Brutte notizie arrivano per tutti gli utenti che usano PayPal per vendere beni e servizi online: con l’aggiornamento dei termini e delle condizioni, in vigore a partire dal 16 dicembre 2020, Paypal ha annunciato che arriverà l’obbligo del venditore di corrispondere una tariffa (una sorta di penale) in caso di transazioni che vengono convertite in reclamo da parte dei clienti. 

Si, proprio così: d’ora in avanti, se un cliente che ha comprato qualcosa tramite PayPal converte una contestazione in un reclamo, il venditore deve pagare una penale.

Ecco tutti i dettagli su questa sgradita novità.

A quanto ammonta la tariffa per contestazioni e reclami di PayPal?

Iniziamo dal prezzo. Quanto costerà questa nuova tariffa di PayPal legata alle contestazioni ed ai reclami?

Al momento PayPal prevede 2 tipi di tariffe: standard e per volumi elevati. La seconda viene applicata qualora il venditore registri un rapporto, tra contestazioni e vendite, superiore all’1,5%, in più di 100 vendite effettuate, nei 3 mesi precedenti. In casi simili, PayPal, oltre ad applicare la tariffa in questione, può chiedere spiegazioni al venditore e può imporre così limitazioni al conto.

Ma a quanto ammonta la tariffa?

Per ora la cifra è pari a 14 euro in entrambi i casi ed indipendentemente dal valore dell’oggetto. Staremo a vedere se in futuro il suo valore cambierà.

Quando un venditore PayPal è costretto a pagare la tariffa per i reclami?

La tariffa viene addebitata al venditore solo qualora il reclamo si concluda a favore dell’acquirente.

Va fatto notare che storicamente PayPal tende a prendere le parti proprio dell’acquirente, anche quando questi non ha ragione, motivo per cui molti venditori cercano di risolvere le controversie al di fuori dei meccanismi di PayPal.

Sono previste delle esenzioni

La tariffa non viene addebitata in caso di contestazioni risolte tra le parti, in caso di problemi concernenti transazioni non autorizzate, quando le transazioni hanno un valore inferiore a 28 euro e quando gli acquisti sono idonei alla protezione delle vendite di PayPal.

PayPal protegge gli acquirenti

Come ben sappiamo, da sempre grazie a PayPal gli acquirenti sono tutelati nei loro acquisti online e possono aprire delle controversie per diversi motivi.

Ad esempio, quando l’oggetto ricevuto non corrisponde a quanto descritto dal venditore, oppure se l’oggetto arriva rotto o danneggiato, o ancora se l’oggetto acquistato non viene mai consegnato.

Ogni volta che nasce un problema con un acquisto effettuato online su PayPal, il primo passo è quello di trovare un accordo direttamente tra le parti.

In caso di esito negativo, la contestazione può essere convertita in reclamo e si lascia a PayPal la possibilità di decidere in merito, come un giudice super partes. Ecco, proprio qui si inserisce la nuova tariffa a sfavore dei venditori.

Se prima della modifica dei termini e delle condizioni di PayPal il processo era gratuito e parte integrante dei servizi dell’azienda, tra poche settimane saranno i venditori a dover pagare in caso di problematiche con il cliente.

Conclusioni

Insomma, le contestazioni su PayPal si pagheranno da Dicembre. Ora i venditori dovranno stare più attenti in caso di problemi con gli ordini, altrimenti rischieranno di dover spendere parecchi soldi in questa penale a favore dei propri clienti.

Cosa ne penso? Con questo ulteriore cambiamento a favore dei clienti (e contro i venditori), ho paura che sempre più e-commerce e venditori online decideranno di NON usare PayPal per accettare pagamenti. Troppi costi per loro.

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here