Ecco il test e la prova completa dello smartphone ASUS Zenfone 9: miglior compatto con sistema operativo Android. Test e recensione ASUS Zenfone 9

Recensione ASUS Zenfone 9

Nelle ultime settimane ho avuto la possibilità di provare in anteprima il nuovissimo smartphone compatto ASUS Zenfone 9.

Come sempre, ho stressato a fondo questo dispositivo e sono finalmente pronto a condividere tutte le mie opinioni su questo top di gamma compatto.

Senza perderci in chiacchiere, iniziamo con la recensione.

IN BREVE

ASUS Zenfone 9 è uno smartphone Android top di gamma, piccolo e compatto, che rinuncia solo alla ricarica wireless. Per il resto è un vero top di gamma sotto tutti i punti di vista.

Chi vuole un telefono potente e compatto con Android, deve scegliere ASUS Zenfone 9.

Per maggiori dettagli ed info, leggi la recensione completa a seguire.

VIDEO

UNBOXING

Molto ricca la confezione, dove troviamo:

  • smartphone
  • cover in plastica rigida
  • caricatore da 30W
  • cavo USB-C/UCB-C

Manca solo la pellicola sul display, che sarebbe stata molto gradita.

DESIGN E MATERIALI

Lo smartphone è davvero molto bello, ben assemblato e curato in ogni aspetto.

A prima vista molte persone mi hanno chiesto se fosse un iPhone, visto che effettivamente i bordi laterali sono molto simili al dispositivo di Apple. Ma le somiglianze si fermano qua.

Il suo punto di forza è sicuramente rappresentato dalle dimensioni, che sono estremamente contenute e permettono di usare il telefono comodamente con una mano, o di tenerlo in tasca senza alcun fastidio. Il suo peso è di soli 169 grammi.

Per capirci, è grande quanto un iPhone 13 Pro, ma risulta molto più leggero e comodo da impugnare.

Io sono un amante degli smartphone compatti e devo dire che usare questo ASUS Zenfone 9 mi fa tornare indietro di almeno 4-5 anni: avere a che fare con un dispositivo così piccolo, leggero e compatto è davvero fantastico, soprattutto in estate, quando usciamo di casa con il minimo indispensabile.

Come anticipato, materiali ed assemblaggio sono di altissimo livello: frontalmente abbiamo il vetro Gorilla Glass Victus, ai lati abbiamo un profilo metallico e sul retro troviamo invece una cover in plastica ruvida, molto morbida piacevole al tatto ma molto facile da rovinare o graffiare. La cover in plastica ruvida rende comunque lo smartphone meno scivoloso e più comodo da impugnare.

Sul retro troviamo poi due enormi fotocamere, che non mi fanno impazzire ad essere sincero, anch’esse protette da un profilo metallico.

Lo smartphone è poi resistente ad acqua e polvere secondo lo standard IP68. Non manca davvero niente, a parte la ricarica wireless.

DISPLAY

Lo schermo di ASUS Zenfone 9 è un pannello prodotto da Samsung da 5,9 pollici con risoluzione FullHD+ (1080 x 2400 pixel), tecnologia AMOLED, refresh rate fino a 120 Hz e touch sampling a 240 Hz. Peccato non sia LTPO.

Lo schermo ha poi una luminosità massima di 800 nits che diventano 1.100 in modalità HDR. Non siamo al livello di altri smartphone premium, ma il dispositivo si usa senza alcun problema sia all’interno che all’esterno, sotto alla luce diretta del sole.

Nel complesso, comunque, lo schermo si vede sempre molto bene ed i colori sono molto ben riprodotti.

Dalle Impostazioni possiamo poi:

  • personalizzare la temperatura colore
  • attivare lo schermo smart, che resta acceso se guardiamo il telefono
  • cambiare la frequenza di aggiornamento (60, 90, 120 Hz o AUTO)
  • personalizzare dimensioni e stile del carattere e font
  • modificare la velocità delle animazioni
  • personalizzare le icone nella barra di stato
  • attivare la modalità Always-On

e tanto altro ancora.

Una cosa che proprio non mi va giù sono le cornici attorno al display: non solo non sono simmetriche, ma quella inferiore è davvero troppo pronunciata per un top di gamma 2022.

HARDWARE

Come si vede dalla scheda tecnica, ASUS Zenfone 9 è un top di gamma sotto tutti i punti di vista, partendo dal super processore, lo Snapdragon 8+ Gen 1, il migliore oggi in commercio.

Abbiamo poi 8 o 16 GB di RAM LPDDR5 e 128 o 256 GB di RAM UFS 3.1. Manca la possibilità di espandere la memoria con MicroSD, ma ormai non la offre più nessuno.

La connettività è al completo: NFC, Wi-Fi 6E, Bluetooth 5.2, 5G, supporto dual SIM (purtroppo non eSIM) e c’è anche il jack audio per le cuffie.

La porta USB-C non supporta però l’uscita video. Peccato.

Il lettore di impronte digitali è posizionato nel tasto di accensione laterale e risulta veloce e preciso.

Molto buona anche la vibrazione della tastiera, forte e secca, come piace a me.

Unica assenza: ricarica wireless. Un vero peccato.

SOFTWARE

Sistema operativo Android 12, con interfaccia praticamente stock, quasi identica a quella dei Pixel.

ASUS però non ha solo implementato il software Google, ma lo ha arricchito con tantissime funzioni esclusive, come la possibilità di:

  • programmare il tasto di accensione se questo viene premuto a lungo, premuto due volte o se il dito viene fatto scorrere sopra
  • associare un’azione al doppio tocco sul retro
  • accedere alle applicazioni preferite dal pannello laterale
  • nascondere le app o proteggerle con password
  • sdoppiare le app per usarle con due account (Twin Apps)
  • bloccare le applicazioni con lettore delle impronte
  • attivare la modalità gaming (Game Genie), la stessa che troviamo sui ROG Phone
  • attivare rapidamente l’input vocale per dettare rapidamente e comodamente al telefono
  • sfruttare la ricarica intelligente e pianificata della batteria, per non rovinarla
  • attivare varie modalità di risparmio energetico
  • sfruttare l’app “Gestione Mobile” per ottimizzare le performance
  • sfruttare varie gestures
  • attivare modalità Tasca e modalità Guanti

Insomma, lato software qui abbiamo tutte le funzioni di base di Android, più tantissime altre aggiunte da ASUS, che rendono l’esperienza d’uso veramente completa e sicuramente superiore a tanti altri smartphone.

Da segnalare, però, un problema per quanto riguarda gli aggiornamenti:

  • ASUS è lenta nel rilasciare le patch di sicurezza (ci sono ancora quelle di Giugno, e siamo a fine Agosto)
  • ASUS dichiara SOLO 2 major update e 3 anni di patch di sicurezza per quanto riguarda gli aggiornamenti software. Una cosa ridicola rispetto a quanto fa Samsung.

PRESTAZIONI E GAMING

Hardware al top e software leggero e ben ottimizzato rendono questo ASUS Zenfone 9 un fulmine in qualsiasi ambito.

Possiamo giocare a qualsiasi titolo, anche ai più recenti, con grafica al massimo e senza nessuno scatto o rallentamento. Certo, lo schermo non è enorme e si gioca meglio su altri smartphone, ma la fluidità generale è incredibile.

Stesso discorso per qualsiasi altro programma: tutte le app si aprono e si chiudono rapidamente, possiamo gestire tanti processi aperti in background senza problemi, la fluidità del sistema è sempre ai massimi livelli, anche grazie all’elevato refresh rate.

Insomma, come già detto, questo ASUS Zenfone 9 è una scheggia in qualsiasi ambito e situazione. E’ un top di gamma e si vede bene.

E, cosa molto importante, non scalda MAI, nemmeno quando viene messo pesantemente sotto stress.

FOTOCAMERE

Le fotocamere sono forse l’unico aspetto che non mi ha fatto impazzire di questo ASUS Zenfone 9.

Capiamoci: le foto sono belle, i video super stabilizzati, molto meglio di altri top di gamma, ma qui manca un obiettivo zoomato e soprattutto i colori sono un pò troppo piatti e hanno poca personalità. Penso che il software possa essere ancora migliorato ed ottimizzato in modo da offrire foto migliori.

Ad ogni modo, analizzando nel dettaglio la fotocamera, qui abbiamo:

  • sensore principale da 50 megapixel ƒ/1.9 Sony IMX766 stabilizzato otticamente su 6 assi
  • grandangolare da 12 megapixel ƒ/2.2
  • sensore frontale da 12 megapixel ƒ/2.5

Le foto di questo smartphone sono in generale molto valide, sia di giorno che di notte e nel 90% dei casi sono paragonabili a quelle di un top cameraphone (zoom a parte). Ogni tanto però le immagini hanno un bilanciamento della luce non perfetto o delle zone in penombra poco definite. Niente di grave comunque, tutto può essere risolto con un update software.

Nel complesso le immagini sono nitide, la messa a fuoco è molto buona e velocissima e anche con poca luce gli scatti sono molto validi.

Non male anche gli scatti con la fotocamera grandangolare, che permette anche di scattare foto in modalità Macro. Le foto con zoom 2x (digitale) sono discrete, ma avrei tanto gradito la presenza di un’ottica dedicata con zoom ottico.

Per quanto riguarda i selfie, da segnalare la presenza dell’autofocus nella fotocamera anteriore, ma è da migliorare la qualità generale. Il livello di dettaglio non è altissimo e in alcune condizioni di luce i volti non vengono scontornati in modo corretto. Anche qui, basta un aggiornamento per risolvere.

Lato video, invece, davvero molto buono il sistema di stabilizzazione a 6 assi, che permette di girare dei filmati veramente super stabili e senza alcun movimento. I video arrivano fino alla risoluzione 8K 24fps, ma consiglio di fermarsi al FullHD per avere i 60 fps ed una stabilizzazione veramente incredibile.

Molto completa l’interfaccia di scatto, che permette di attivare anche le modalità:

  • slow motion
  • time lapse
  • ritratto
  • panorama
  • scia luminosa
  • notte

AUDIO E RICEZIONE

Ricezione veramente eccezionale: il telefono prende bene ovunque. Nessun problema nemmeno con WiFi, Bluetooth e GPS.

E’ possibile registrare le telefonate senza installare app aggiuntive, ma il dialer non segnala le chiamate SPAM.

In chiamata noi sentiamo benissimo, gli altri ci sentono altrettanto bene.

Veramente SUPER anche il comparto audio: abbiamo un suono stereo molto forte e potente, con tutte le frequenze che sono ben riprodotte. Penso che sia lo smartphone Android con il comparto audio più simile a quello di iPhone, sicuramente uno dei migliori che abbia mai provato.

BATTERIA

Fantastica anche la batteria.

Si potrebbe pensare che 4.300 mAh non siano sufficienti per un top di gamma, e invece questo smartphone copre una giornata di uso intenso senza problemi. Con uso moderato fa anche un giorno e mezzo.

Parlando di ore, sono arrivato a fare 7 ore di schermo in una sola giornata, ma in generale 5-6 ore si raggiungono senza problemi.

La ricarica non è velocissima rispetto ai concorrenti e si ferma a 30W, che sono comunque sufficienti per incamerare un pò di energia senza dover attendere troppo a lungo (ricarica 50% in mezz’ora).

Un vero peccato che non ci sia la ricarica wireless, che ormai uso praticamente ovunque. Tornare alla ricarica via cavo mi ha dato veramente fastidio.

PREZZO

ASUS Zenfone 9 ha un prezzo di 799€, scontati al lancio a 729€.

Il modello con più memoria interna costa invece 849€ e quello con 16 GB di RAM 899€.

Prezzi tutto sommato buoni per il mercato attuale, soprattutto quello base in versione scontata.

CONCLUSIONI

Insomma, alla fine di questa recensione, cosa penso di ASUS Zenfone 9? Ha senso comprarlo oppure no?

ASUS Zenfone 9 è lo smartphone Android che ho sempre desiderato: un top di gamma piccolo, compatto, leggero, maneggevole, ma al tempo stesso potente e con hardware al top. Sarò sincero: erano anni che non mi trovavo cosi bene con uno smartphone, questo dispositivo mi ha riportato alla mente il mio vecchio e amato Galaxy S10e.

ASUS Zenfone 9 ha (quasi) tutto quello che cerco in un prodotto di ultima generazione: dimensioni perfette per essere messo in tasca, display abbastanza grande da poter godere tranquillamente giochi e contenuti multimediali, costruzione eccellente, peso ridotto, buona fotocamera e batteria incredibile.

Non è economico, non è perfetto, avrei gradito una fotocamera leggermente migliore e la ricarica wireless, ma senza dubbio al momento è il mio smartphone preferito.

Non è un dispositivo per tutti, chi vuole uno schermo ampio e grande deve comprare un Galaxy S22 Ultra, ma chiunque voglia un telefono incredibilmente potente, aggiornato, ma che non sia grosso come un iPad Pro, ad oggi non ha scelta: ASUS Zenfone 9 è lo smartphone da prendere.

L’unica alternativa a questo ASUS Zenfone 9 potrebbe essere Galaxy S22 (il modello base), ma il dispositivo di Samsung:

  • costa più caro
  • ha un’interfaccia non stock
  • scalda e lagga di più
  • ha una batteria che dura esattamente la metà di Zenfone 9

Come ho già detto, il telefono top di gamma compatto Android da comprare è ASUS Zenfone 9. Fine.

SCHEDA TECNICA

  • Schermo: OLED 5,9″ Full HD+, formato 20:9, frequenza di aggiornamento a 120 Hz, 800nits (1100 max)
  • SoC: Snapdragon 8+ Gen 1
  • Memoria: 8/12/16 GB di RAM LPDDR5, 128/256GB di spazio di archiviazione
  • Fotocamere:
    • Anteriore wide: 12MP, Sony IMX663 con autofocus
    • Posteriori: 50MP SONY IMX766 con stabilizzatore 6-assi OIS + 12MP, SONY IMX363
    • Night Sight, Face Deblur, Magic Eraser, Real Tone
  • Audio: stereo, 2 microfoni OZO
  • Connettività: USB-C 2.0 (no uscita video), 5G (SA/NSA), Wi-Fi 6E, Dual Chain Bluetooth 5.2, NFC, GPS
  • Sistema operativo: Android 12
  • Batteria: 4.300 mAh con ricarica a 30W
  • Dimensioni e peso: 146.5 x 68.1 x 9.1 mm; 169 grammi
  • Certificazione: IP68

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here