Recensione Google Pixel 7 PRO: il TOP di gamma da comprare

Ecco il test e la prova completa dello smartphone Google Pixel 7 PRO: il nuovo top di gamma di Google economico, con Android Stock e potenza da vendere

Recensione Google Pixel 7 PRO

Nelle ultime settimane ho avuto la possibilità di provare il nuovissimo smartphone top di gamma Google Pixel 7 Pro.

Come sempre, ho stressato a fondo questo dispositivo e sono finalmente pronto a condividere tutte le mie opinioni su questo ennesimo ottimo smartphone di Google.

Senza perderci in chiacchiere, iniziamo con la recensione.

IN BREVE

Google Pixel 7 Pro mantiene lo stesso prezzo dello scorso anno: 899 euro. A questa cifra offre hardware e prestazioni al top, senza rinunciare a niente. E’ senza dubbio il miglior smartphone top di gamma per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo.

Inoltre non dimentichiamo che, essendo prodotto da Google, riceverà aggiornamenti software veloci e garantiti per almeno 3 anni.

Insomma, è lo smartphone da scegliere per chi vuole il top senza rinunciare a niente.

Per maggiori dettagli ed info, leggi la recensione completa a seguire.

UNBOXING

Molto povera la confezione, dove troviamo:

  • smartphone
  • cavo USB-C/USB-C
  • adattatore USB-A/USB-C

Niente cover, niente pellicola su schermo, niente alimentatore.

DESIGN E MATERIALI

I materiali sono al top: vetro Gorilla Glass Victus davanti e dietro e alluminio ai lati. Peccato che, al contrario del Pixel 7, in questo caso l’alluminio sia lucido e quindi più soggetto a graffi e usura.

Peso e dimensioni sono simili al predecessore, quindi usarlo con una sola mano è abbastanza scomodo, anche se non impossibile:

  • Dimensioni: 162,9 x 76,6 x 8,9 mm
  • Peso: 212 grammi, veramente ben distribuiti

Devo comunque segnalare che, rispetto ad altri top di gamma come S22 Ultra o iPhone 14 Pro Max, questo offre uno schermo ampio senza avere dimensioni o peso esagerati.

Personalmente non amo i telefoni troppo grossi, pesanti o ingombranti ed ero praticamente certo del fatto che non mi sarei trovato bene con questo dispositivo. Invece, con mia grande sorpresa, lo utilizzo ogni giorno con estremo piacere.

Il design è simile al precedente Pixel 6 Pro, ma migliorato sul retro: la barra in alluminio che contiene le fotocamere è ora perfettamente integrata con la scocca laterale, rendendo lo smartphone ancora più bello ed elegante.

Lato design, esattamente come il modello “non Pro”, questo dispositivo è davvero fantastico: risulta ben rifinito, elegante, moderno e ben assemblato già a prima vista. Contrariamente al passato, ora si vede che il Pixel 7 Pro è un top di gamma sia come hardware che come materiali e design ed è in grado di trasmettere un feedback da smartphone premium.

Ottimo il trattamento oleofobico frontale, mentre sul vetro lucido posteriore resta qualche impronta. Il dispositivo non risulta eccessivamente scivoloso, ma consiglio sempre di usarlo con una cover.

Da segnalare che la barra posteriore delle fotocamere permette al dispositivo di non ballare quando lo appoggiamo ad un tavolo o su una superficie piatta.

Presente la certificazione IP68.

Come su tutti gli altri Pixel, sempre presente l’assurda disposizione del pulsante di accensione e del bilanciere del volume, che è invertita rispetto ad altri smartphone e risulta veramente molto scomoda, anche se meno rispetto al fratello minore Pixel 7.

DISPLAY

Molto bene anche il display, sicuramente migliore rispetto a quello del Pixel 7 liscio.

Si vede in modo ottimale sotto alla luce diretta del sole e i colori sono riprodotti alla perfezione. Inoltre abbiamo i 120Hz come frequenza di aggiornamento, che grazie al software super ottimizzato ed al processore potente permettono al sistema operativo di essere sempre un fulmine.

Lato tecnico, il display di Pixel 7 Pro è un OLED LTPO QHD+ da 6,7 pollici, protetto da Gorilla Glass Victus, con supporto HDR, in grado di arrivare fino a 1.500 nit di picco.

Come su Pixel 7, anche qui rispetto allo scorso anno abbiamo avuto un importante miglioramento sia come luminosità che come qualità.

Lo schermo è veramente da top di gamma e di eccelsa qualità. Si posiziona subito dietro a quello di S22 Ultra ed iPhone 14 Pro solo per il fatto di avere una luminosità massima leggermente inferiore rispetto ai concorrenti.

Le cornici dello schermo sono curve, ma fortunatamente la curvatura è molto leggera, non è scomoda da usare e non presta il fianco a tocchi involontari. Personalmente come saprai non amo gli schermi curvi, ma in questo caso non mi ha creato nessun problema o fastidio e, anzi, è risultato sempre piacevole da usare.

HARDWARE

Lato hardware abbiamo parecchie novità.

Prima di tutto troviamo il nuovo chip Tensor G2, che è molto simile alla prima generazione, sempre a 5nm, ma con una maggiore potenza dei core. Si tratta sempre di una CPU a 8 core con due Big Cortex X1due Medium Core Cortex (questa volta A78 e non A76), e quattro Small Core Cortex A55. 

La GPU invece è una Mali G710 MP07, che consente un balzo in termini di prestazioni e promette un’efficienza energetica migliorata del 20% rispetto alla GPU dei Pixel 6, nonché un salto del 35% per quanto riguarda i processi legati al Machine Learning della nuova Tensor Processing Unit (TPU).

Troviamo poi 12GB di RAM e 128 o 256GB di memoria interna non espandibile, di tipo UFS 3.1.

Il feedback della vibrazione è davvero ottimo, forse il migliore mai provato.

Come metodo di sblocco c’è il sensore di impronte sotto al display, più veloce nello sblocco ma leggermente meno preciso dei concorrenti. In più c’è lo sblocco col volto che possiamo definire 2D+ perché sfrutta l’autofocus della selfie camera per rilevare la profondità (è impossibile sbloccarlo con una foto) e funziona bene anche con scarsa illuminazione.

NOTA: lo sblocco con il volto non può essere usato per gestire i pagamenti digitali.

Fronte connettività ritroviamo il supporto alle reti 5G oltre a Wi-Fi 6e, GPS, Bluetooth 5.2 e NFC. La modalità Dual SIM può avvenire solo tramite eSIM.

NOTA 2: la gamma Pixel 7/7 Pro è la prima a supportare solamente app a 64-bit. Le app a 32-bit NON si possono installare.

SOFTWARE

Il sistema operativo è ovviamente Android 13. L’interfaccia è quella stock di Android: velocissima, fluidissima, super ottimizzata, ma senza alcuna personalizzazione.

Personalmente preferisco un’interfaccia personalizzata come quella di Samsung, Asus, Oppo o OnePlus, che aggiungono funzionalità comode a quelle già presenti su Android, soprattutto per quanto riguarda gli ambiti produttività e multifinestra.

Lato software l’unica cosa da segnalare è legata ad alcune funzioni presenti esclusivamente sui Pixel, come:

  • ricarica adattiva per preservare la batteria
  • la possibilità di riconoscere i brani in riproduzione vicino a noi senza usare app terze (Now Playing)
  • il suono adattivo, che adatta il suono in base all’acustica dell’ambiente in cui si trova lo smartphone
  • la possibilità di trascrivere o tradurre il testo in tempo reale dell’audio delle varie app (velocissimo e funziona anche offline)
  • tante gesture
  • il doppio tocco sul retro per eseguire un’azione (per esempio lo screenshot)
  • il widget “at a Glance” che dinamicamente mostra le informazioni più utili all’utente durante la giornata
  • le funzioni dell’app Google Foto come la “gomma magica”, il ritaglio del soggetto, la modifica del cielo o la correzione dell’effetto mosso
  • la cartella privata per salvare foto e video e tenerle al sicuro da occhi indiscreti
  • l’analisi delle russate o della tosse mentre dormiamo
  • la VPN gratuita di Google One

Segnalo un aspetto che mi ha davvero infastidito: non è possibile (come su tutti i Pixel) invertire la posizione dei tasti virtuali, con il pulsante “indietro” che è veramente scomodo da premere trovandosi a sinistra.

Devo comunque dire che il software di questo Google Pixel 7 Pro, per quanto “basico“, risulta sempre fluidissimo, velocissimo e molto piacevole da usare.

Da segnalare che, come altri smartphone di Google, questo sarà aggiornato per almeno 3 anni per quanto riguarda Android (14, 15, 16) e 5 di patch di sicurezza aggiornate ogni mese.

PRESTAZIONI E GAMING

Come gira Pixel 7 Pro? Decisamente molto bene.

Tutte le app girano in modo estremamente fluido, veloce e lineare, esattamente come ci si aspetterebbe su un dispositivo di questo tipo. Non ho riscontrato lag o altri problemi, nemmeno nel multitasking con i programmi più pesanti. Mai un rallentamento, mai un’incertezza.

Stesso discorso per i giochi: anche i più recenti girano estremamente fluidi e veloci. Giusto per fare un esempio, Call of Duty gira senza alcun tipo di problema con qualità su Molto Alto in termini di dettagli, impostando su Max gli FPS.

Con gli ultimi aggiornamenti software, tra l’altro, sono stati risolti anche quei piccoli lag che si presentavano con alcuni titoli come Asphalt 9 o Mech Arena.

Avevo letto e visto nelle precedenti recensioni che alcuni utenti si lamentavano di un eccessivo surriscaldamento dello smartphone in alcune situazioni, ma personalmente non ho riscontrato questa problematica. Penso che sia stata risolta con i più recenti aggiornamenti software.

FOTOCAMERE

Lato fotocamera troviamo un comparto completamente rinnovato:

  • camera principale da 50MP con apertura f/1.85 e stabilizzazione ottica
  • camera ultra-grandangolare da 12MP con apertura f/2.2 e angolo di 126°
  • teleobbiettivo da 48MP per lo zoom ottico 5X (fino a 30X interpolato) con apertura f/3.5
  • camera frontale da 10,8MP con apertura f/2.2

Da segnalare le tante novità rispetto al modello precedente:

  • nuova fotocamera ultrawide con autofocus
  • nuovo tele con ingrandimento ottico 5X
  • migliore fotocamera frontale
  • “zoom ad alta definizione” fino a 30x e zoom intermedio 2x senza perdita di qualità
  • modalità cinematografica in video con effetto bokeh
  • video in 4K a 60 fps con tutte le fotocamere

Ma come scatta le foto questo smartphone?

Benissimo. Anzi, è tra i migliori cameraphone sul mercato.

Con la camera principale (la stessa del Pixel 6 Pro) Google Pixel 7 Pro scatta bene in tutte le condizioni e si rivela uno smartphone sempre molto affidabile dal punto di vista fotografico. Scatta bene in qualsiasi situazione: in piena luce, contro luce, in ambienti con luci artificiali, in condizioni di scarsa luminosità o in situazioni estreme e movimentate.

La messa a fuoco è estremamente efficace anche nel rilevare soggetti in movimento, i colori sono brillanti e il sensore si adatta con facilità anche a condizioni di scarsa luce ambientale, con la modalità notturna che è sempre selezionabile manualmente in caso di necessità.

L’intervento dell’intelligenza artificiale, poi, rende praticamente impossibile fare delle brutte foto con Google Pixel 7 Pro, che si conferma come uno dei migliori camera phone in ambito Android.

Ottimo anche l’intervento dell’HDR, sempre preciso e mai troppo aggressivo.

Fantastica la modalità notte: il software di Google permette di scattare delle foto incredibilmente dettagliate anche al buio e con poca luce, il tutto in modo automatico.

La grandangolare è migliorata, ma solo per quanto riguarda la possibilità di scattare foto Macro, assente sul precedente modello. La qualità della ultrawide, infatti, è sicuramente migliorabile soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione, dove mostra un pò di rumore, anche se il software Google riesce sempre a fare magie (soprattutto nelle foto).

Molto bene anche la modalità Macro, paragonabile a quella di iPhone 14 Pro e in grado di restituire immagini di ottima qualità con una distanza di 5-6 cm dal soggetto.

Ottima la presenza di un teleobiettivo che offre uno zoom ottico 5x, in grado di arrivare fino al 30x senza perdere troppa qualità. Unico neo: cambiando gli obiettivi e aumentando lo zoom, cambia anche la taratura dei colori, che diventano via via più scuri.

Migliorano invece i selfie, che tra l’altro permettono di scattare foto con un angolo di campo più ampio della concorrenza e che risulta perfetto per selfie anche di gruppo. La cam frontale registra video in 4K 60fps, oppure in HDR a 10 bit a 30 fps.

Ecco alcune foto di prova:

Per quanto riguarda i video dalla cam principale, arrivano al 4K 60fps con possibilità di passare da un sensore all’altro.

E’ possibile registrare video anche in HDR a 10 bit, ma solo a 30 fps. Dalla cam principale i video hanno una qualità elevatissima ed una stabilizzazione perfetta, che li avvicina moltissimo a quelli realizzati dagli iPhone. Da migliorare anche qui la qualità della ultrawide, soprattutto nelle zone d’ombra, dove compare un pò di rumore.

Come anticipato, con i Pixel 7/7 Pro è stata introdotta anche la modalità “Cinematic“, che va a sfocare lo sfondo facendo risaltare il soggetto, esattamente come avviene su iOS,. Il risultato però è leggermente inferiore rispetto alla controparte Apple.

AUDIO E RICEZIONE

Bene anche il comparto audio.

Pixel 7 Pro può contare su 2 altoparlanti stereo corposi e potenti che gli permettono di essere tra i migliori smartphone Android in questo comparto. Non siamo ai livelli di iPhone, ma ci andiamo molto vicino. Tutte le frequenze sono riprodotte molto bene.

Devo comunque segnalare che gli speaker sono leggermente sbilanciati: da quello inferiore esce un audio decisamente più forte e potente rispetto a quello superiore (capsula auricolare). Non è un grosso problema, ma quando guardiamo video in orizzontale si sente che l’audio è sbilanciato verso un lato.

Segnalo inoltre la presenza della funzione “Audio adattivo”, che adatta il suono in base all’acustica dell’ambiente in cui si trova lo smartphone e lo fa analizzando il riverbero con i microfoni ambientali di cui è dotato.

Nessun problema in chiamata e in ricezione: lo smartphone prende sempre bene, in chiamata sentiamo e ci sentono benissimo.

Non è possibile registrare le telefonate, ma vengono riconosciute alla perfezione quelle spam.

BATTERIA

La batteria è una 5.000 mAh con carica cablata a 30W e wireless a 15W. In 30 minuti di ricarica si arriva al 50%: non velocissima rispetto ad altri top di gamma, ma comunque più che sufficiente. Presente anche la ricarica wireless inversa.

Premesso che l’autonomia di uno smartphone dipende tantissimo dal tipo di utilizzo, questo avviene in modo ancora più evidente su questo smartphone. Dalla prima configurazione servono almeno 4-5 giorni di uso per consentire al telefono di “capire” il nostro utilizzo e regolare di conseguenza prestazioni e potenza.

Da quel momento l’autonomia migliora incredibilmente. Dai miei test ho visto che:

  • in una giornata molto pesante ha fatto 4 ore abbondanti di schermo, arrivando comunque a sera senza problemi
  • mediamente si fanno sempre oltre 5 ore di schermo acceso
  • con uso poco intenso si arriva anche a oltre 6 ore di schermo

Non è un battery phone, ma ci porta sempre a sera, anche con uso super intenso. E con uso medio-basso fa tranquillamente un giorno e mezzo.

PREZZO

Il prezzo è rimasto invariato rispetto allo scorso anno, al contrario di tutti gli altri produttori. Lo smartphone costa 899 euro, ma online si trova anche a meno (poco più di 750 euro oggi).

COMPRALO ORA SU AMAZON

COMPRALO AL PREZZO PIU’ BASSO DEL WEB

CONCLUSIONI

Insomma, alla fine di questa recensione, cosa penso di Google Pixel 7 Pro? Ha senso comprarlo oppure no?

Assolutamente SI, ad occhi chiusi e senza pensarci troppo.

Sinceramente è l’unico telefono top di gamma “grosso” che oggi mi sento di usare e consigliare. E soprattutto l’unico top di gamma a costare così poco: tutti i principali concorrenti costano parecchie centinaia di euro in più: parlando di prezzi online, S22 Ultra 12GB RAM si trova attorno ai 950 euro, iPhone 14 pro Max attorno ai 1450 euro.

Ero convinto che peso e dimensioni generose di questo Pixel 7 Pro mi avrebbero creato problemi, invece ho lentamente imparato ad adorare questo dispositivo.

E’ uno smartphone con schermo ampio (ma non esagerato), con un hardware al top e in grado di offrire prestazioni incredibili anche per quanto riguarda la fotocamera, che senza dubbio è una delle migliori oggi sul mercato.

Inoltre, come già detto, non costa troppo rispetto a quello che offre: al suo prezzo è difficile se non impossibile trovare di meglio, sia come hardware che come software.

SCHEDA TECNICA

  • Schermo: 6,7” LTPO OLED, QHD+ (1.440 x 3.120 pixel, 19,5:9, 512 ppi), 120Hz, Gorilla Glass Victus, HDR, fino a 1.000 nit in HDR con 1.500 nit di picco, contrasto 1.000.000:1
  • CPU: Google Tensor G2 (1 Cortex X1 a 2,85 GHz + 2 Cortex A78 a 2,35 GHz + quattro Cortex A55 a 1,8 GHz) con GPU ARM Mali G710 MP07 + Titan M2 security chip
  • RAM: 12 GB LPDDR5
  • Archiviazione: 128 / 256 / 512 GB UFS 3.1
  • Fotocamera posteriore: LDAF (laser detect autofocus), sensore anti-flicker
    • Principale: 50 megapixel, larghezza pixel 1,2 μm, f/1.85, FOV 82°, dimensioni sensore 1/1,31”, OIS+EIS
    • Grandangolo: 12 megapixel, larghezza pixel 1,25 μm, f/2.2, FOV 125,8°, autofocus
    • Zoom 5x: 48 megapixel, larghezza pixel 0,7 µm, f/3.5, FOV 20,6°, Super Res Zoom fino a 30x, OIS+EIS
  • Fotocamera anteriore: 10,8 megapixel, larghezza pixel 1,22 µm, f/2.2, FOV 92,8°, fuoco fisso
  • Audio: speaker stereo e 3 microfoni
  • Connettività: nano SIM + eSIM, 5G Wi-Fi 6E, Bluetooth 5.2, NFC, Dual Band GNSS, GPS, GLONASS, Galileo, QZSS, USB-C 3.2 Gen 2
  • Certificazione: IP68
  • Batteria: 5.000 mAh con ricarica a 30 Watt (50% in 30 minuti con caricabatterie USB-PD 3.0 venduto a parte), ricarica wireless Qi, reverse charging
  • OS: Android 13
  • Dimensioni: 162,9 x 76,6 x 8,9 mm
  • Peso: 212 grammi

Aspetta..Prima di lasciare la pagina leggi qui

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO DELLE OFFERTE TECH SU TELEGRAM. OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

YOURLIFEUPDATED È STATO SELEZIONATO DAL NUOVO SERVIZIO DI GOOGLE NEWS: se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

YOURLIFEUPDATED HA UN CANALE TELEGRAM CHE RACCOGLIE TUTTE LE ULTIME NOTIZIE: se vuoi essere sempre aggiornato SEGUICI QUI

YOURLIFEUPDATED HA UN CANALE YOUTUBE CON OLTRE 2500 ISCRITTI, UNISCITI ANCHE TU: se vuoi essere sempre aggiornato SEGUICI QUI

HAI BISOGNO DI ASSISTENZA? Unisciti al nostro Gruppo di supporto - CLICCA QUI

NON HAI ANCORA AMAZON PRIME? Attivalo gratis ORA - CLICCA QUI

CERCHI LE MIGLIORI OFFERTE DI AMAZON? Scoprile QUI sempre aggiornate

In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui