Recensione Redmi 7: il meglio a 100 euro

0

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

Recensione Redmi 7. Ecco la nostra recensione e prova completa di Redmi 7: pareri, opinioni, conviene comprarlo? Redmi 7 pro e contro

Redmi 7 3

Recensione Redmi 7: conviene comprarlo?

Ed eccoci finalmente pronti con la nostra recensione completa di Redmi 7.

In breve: è un dispositivo perfetto non solo per chi cerca un secondo device affidabile e sufficientemente potente, ma anche come primo smartphone per tutti quelli che vogliono spendere poco senza rinunciare a niente, che vogliono un dispositivo scattante, aggiornato e pieno di funzionalità. E’ un prodotto affidabile, sempre pronto all’uso, un fedele compagno da portare sempre con sé e che non delude mai. E che costa solo 100 euro. Insomma, è un best buy, da prendere ad occhi chiusi.

Tutti i dettagli nella recensione completa.

VIDEORECENSIONE Redmi 7

Se invece ami e preferisci leggere, ecco la recensione scritta di Redmi 7.

SCHEDA TECNICA

Ecco le caratteristiche e la scheda tecnica completa dello smartphone, che trovi qui:

CONFEZIONE

In dotazione abbiamo:

  • smartphone
  • cover in silicone sottile e leggera ma ben fatta
  • alimentatore con output 5V / 2A e presa europea
  • guida rapida
  • cavo MicroUSB
  • spilla per la SIM

Come sempre, confezione molto completa, ma sono assenti gli auricolari. Peccato, ma ormai tutti abbiamo cuffie wireless in casa o auricolari con cavo che sono comunque migliori di quelli che potremmo trovare in un telefono da 100 euro.

DIMENSIONI, MATERIALI, DESIGN, TOUCH AND FEEL

Redmi 7 5

Esteticamente Redmi 7 è quasi uguale al fratello maggiore e più potente Redmi Note 7. Nel complesso è un ottimo telefono a livello di design e materiali, ma sicuramente il suo aspetto non fa gridare al miracolo e non lo rende unico e inimitabile. Per uno smartphone da 100 euro, comunque, non ci possiamo affatto lamentare.

Frontalmente Redmi 7 e il Note 7 sono veramente identici ed è quasi impossibile distinguerli. Le cornici sono abbastanza sottili ma comunque evidenti (appena più evidenti del modello Note), il mento inferiore è leggermente più pronunciato delle cornici laterali e in alto abbiamo un notch centrale a goccia con una cornice molto, forse troppo spessa.

Sempre frontalmente, in basso a destra c’è un piccolo LED di notifica (monocromatico, non RGB purtroppo) che avrei gradito un pò più grande ed evidente.

La capsula auricolare è molto sottile e incastonata nella cornice superiore: praticamente non si vede, ma durante le chiamate mi ha dato qualche problema col sensore di prossimità, che non sempre si è comportato correttamente.

A livello di cornici e materiali, Redmi 7 è realizzato in plastica (al contrario del metallo del modello Pro): l’assemblaggio è molto buono, ma il retro è realizzato in materiale che si riga un pò troppo facilmente anche se usato con la massima attenzione. Usare lo smartphone con una cover è indispensabile.

Sui lati (in metallo) troviamo il pulsante di accensione e il bilanciere del volume, ben posizionati e in grado di restituire un buon feedback alla pressione. In basso abbiamo l’ingresso MicroUSB e la cassa singola (molto forte e con audio pulito), in alto troviamo il jack da 3.5mm per le cuffie e il sensore infrarossi per il telecomando, a sinistra l’ingresso MicroSD + dual SIM (possiamo usare 2 SIM + MicroSD contemporaneamente senza rinunciare a niente).

Sul retro abbiamo una copertura in plastica lucida che è bella da vedere, ma si rovina troppo facilmente e trattiene parecchio le impronte. Abbiamo poi il sensore per le impronte digitali (molto veloce, preciso e reattivo) e la doppia fotocamera che fortunatamente sporge molto poco.

Redmi 7 2

A livello di peso e dimensioni, Redmi 7 misura 158.65 x 76.43 x 8.47mm e pesa 180 grammi: è uno smartphone grande, non comodissimo da tenere in mano e piuttosto pesante anche in tasca. Usarlo con una mano non è facile. Inutile girarci attorno: fa un pò un effetto padellone, ma piacerà a chi vuole telefoni con un ampio display.

DISPLAY

Redmi 7 4

Passando allo schermo, Redmi 7 monta un display da 6.26 pollici IPS LCD con un notch a goccia. La risoluzione è 720 x 1520 pixel FullHD+.

Nel complesso lo schermo è davvero ottimo, molto più bello e definito di quello che ci potremmo aspettare su uno smartphone da 100 euro o poco più.

Ottima luminosità, si legge bene anche sotto al sole, i colori sono ben tarati (e comunque regolabili), gli angoli di visuale più che buoni. Nel complesso è un ottimo schermo per giocare, guardare film o anche solo foto.

Il telefono non ha supporto per Widevine L1 DRM, ma non mi sembra un grosso problema.

Da segnalare, lato software, la mancata visualizzazione permanente delle icone di notifica nella barra in alto, problema comunque che sarà presto risolto da Xiaomi e per il quale abbiamo già un’alternativa funzionante: Come avere icone nella barra di notifica su Xiaomi e MIUI con notch

Un display più che promosso.

HARDWARE, PROCESSORE, MEMORIA

  • Snapdragon 632
  • 2/3GB RAM
  • 32GB memoria interna, espandibile via micro SD

Un hardware più che adeguato alla fascia prezzo che garantisce prestazioni più che buone, sicuramente superiori a tutti i telefoni concorrenti in questa fascia prezzo.

E’ praticamente impossibile trovare un hardware come questo a questo prezzo.

SOFTWARE, PRESTAZIONI, GAMING

Sistema operativo Android 9 personalizzato con interfaccia MIUI 10, che offre tantissime funzionalità aggiuntive e tante personalizzazioni. Un sistema operativo che gira sempre fluido, snello e veloce, senza incertezze o altri problemi di alcun tipo.

Quando compriamo un telefono attorno ai 100 euro, ci aspettiamo hardware poco potente, software poco aggiornato e lento, ma non è questo il caso di Redmi 7, che è sempre un razzo, in qualsiasi situazione. 

Lato MIUI, ci sono tantissime funzionalità che ormai conosciamo più che bene, tra le quali spiccano:

  • supporto ai temi personalizzati
  • gesture personalizzate per la navigazione
  • possibilità di mostrare/nascondere il notch
  • modalità lettura per lo schermo e possibilità di tarare i colori
  • doppio tocco per attivare lo schermo
  • accensione schermo all’arrivo di una notifica
  • possibilità di sblocco con impronta o volto
  • modalità tasca
  • possibilità di personalizzare notifiche e barra di stato
  • secondo spazio (per proteggere la privacy e le applicazioni/foto o altre informazioni segrete)
  • modalità ad una mano
  • possibilità di clonare le app per usare la stessa app con più account
  • possibilità di bloccare le app con accesso tramite password
  • presenza della Radio FM
  • presenza del telecomando infrarossi

Insomma, la MIUI è una garanzia: funziona benissimo, è ampiamente personalizzabile e garantisce prestazioni al top anche con hardware di fascia bassa come questi. E gli aggiornamenti sono costanti.

Unico neo: ci sono un pò troppe applicazioni pre-installate, che comunque possono essere disinstallate o disattivate in un click. Avrei comunque preferito meno app già presenti nel sistema al primo avvio, soprattutto perché molte sono davvero inutili.

Passando alle prestazioni, niente da segnalare: tutte le app girano benissimo, si avviano in pochi istanti, si passa da un programma all’altro velocemente e senza incertezze. Il multitasking è sempre fluido e veloce.

Anche i giochi funzionano bene e senza grossi problemi: anche i più recenti si avviano in pochi secondi e garantiscono un’esperienza di gioco appagante. Certo, non possiamo giocare al massimo dei dettagli, ma tutto funziona più che bene, molto meglio rispetto a smartphone concorrenti in questa fascia prezzo. Non è un gaming phone, ma permette di giocare senza problemi a quasi i tutti giochi presenti sul Play Store.

Sensore per le impronte che sblocca lo smartphone in modo veloce, rapido e preciso.

BATTERIA

OTTIMA: 4000 mAh che garantiscono parecchie ore di utilizzo di display.

Nei miei test ho sempre fatto 8 o 9 ore di schermo acceso, in base all’uso più o meno intenso.

Fare 2 giorni con una singola carica è davvero alla portata di tutti con questo smartphone.

La batteria si ricarica in 130 minuti circa: non un missile, ma considerando che poi dura 2 giorni è accettabile.

FOTOCAMERA

Molto, molto, molto bene!

Il telefono monta 2 sensori: 12MP il principale, 2MP il secondario per la profondità. I risultati sono sorprendenti. 

Di giorno in esterno con buona luce le foto sono splendide, anche grazie all’aiuto dell’AI che interviene quando necessario. Le foto nel complesso sembrano naturali, i dettagli sono abbondanti, i colori ben riprodotti, le luci non vengono bruciate (al contrario di molti concorrenti), le immagini non sono troppo sature. Veramente spettacolari.

Molto bene anche i ritratti, per i quali c’è ovviamente una modalità dedicata: non siamo a livello di iPhone ovviamente, ma l’algoritmo di Xiaomi lavora bene e riesce a scontornare abbastanza bene le persone anche su telefoni di fascia bassa. I bordi sono ben rilevati e l’effetto sfuocato sembra abbastanza naturale.

A livello software infine non mancano funzioni degne di nota, come l’HDR automatico e l’AI, che permette di riconoscere fino a 27 scene, ottimizzando al meglio i parametri di scatto nelle situazioni più comuni.

All’interno e di notte ovviamente la qualità delle foto scende, ma resta comunque più che buona per la fascia prezzo dello smartphone. Il dettaglio si abbassa, aumenta un pò il rumore, ma nel complesso va tutto comunque più che bene.

Fotocamera frontale da 8MP che regala selfie di discreta qualità. Di giorno più che accettabili, di notte un pò sgranati e di bassa qualità. Ogni tanto inoltre i colori vengono un pò falsati e si rischia di bruciare i colori del cielo se non si presta attenzione allo sfondo e alla luce durante i selfie.

I video sono girati in FullHD 1080p a 60 FPS ma non c’è stabilizzazione. La qualità è sufficiente, ma non molto di più: il processore viene spremuto al massimo in fase di registrazione e ogni tanto si nota qualche piccolo rallentamento. Comunque niente di grave.

Segnalo comunque che è possibile installare la Google Camera (DOWNLOAD QUI) che per certi versi migliora ulteriormente le già ottime foto di questo smartphone.

REPARTO TELEFONICO, AUDIO, BLUETOOTH, GPS

Tutto molto bene, esattamente come ci aspetteremmo.

Chiamate di buona qualità (anche se ogni tanto la telefonata è un pò metallica e con un suono non proprio perfetto), GPS, WiFi e Bluetooth che sono stabili e precisi.

Ricezione telefonica (Dual 4G su entrambi gli slot SIM, presente la banda 20) sicuramente nella media anche se non fa gridare al miracolo.

Audio forte e pulito, anche se solo mono. Dalla cassa esce un suono davvero eccellente, molto migliore di quello che ci potremmo aspettare da un telefono come questo (bassi forse un pò assenti, ma niente di grave). Sono rimasto davvero sorpreso.

CONCLUSIONI

Redmi 7 1

Senza troppi giri di parole, Redmi 7 è un telefono che va preso al volo attorno ai 100 euro. Se puoi spendere qualcosa in più, consiglio Redmi Note 7, che è leggermente più potente, ma ti posso garantire che già con questo Redmi 7 otterrai ottimi risultati e prestazioni più che soddisfacenti.

Ad oggi non c’è nessun altro smartphone in commercio che possa tenere testa a Redmi 7 in questa fascia prezzo.

Lato hardware, design e soprattutto prestazioni è davvero imbattibile! Adatto veramente a tutti.

DOVE COMPRARLO

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Non perderti tutte le ultime news! Abbonati gratuitamente alla nostra newsletter

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here