Ho provato e testato a fondo lo smartwatch Amazfit GTS 2 e adesso sono pronto per condividere la mia recensione. Ecco cosa ne penso, con PRO e CONTRO

Recensione Amazfit GTS 2

Dopo vari giorni di intense prove con Amazfit GTS 2 al polso, sono finalmente pronto per condividere in questo articolo tutti i PRO ed i CONTRO che ho rilevato su questo smartwatch.

Senza farti perdere tempo in chiacchiere inutili, andiamo dritti al punto e cerchiamo di capire se ha senso comprare Amazfit GTS 2 o meno.

Amazfit GTS 2 in breve

Amazfit GTS 2 non è perfetto, ovviamente, ma offre un rapporto qualità/prezzo davvero invidiabile.

A poco più di 150 euro offre un design pazzesco, ottimi materiali, ottima batteria, buona precisione e un bel display. E riesce anche a ricevere le chiamate.

E’ lo smartwatch per tutti, anche se i veri fan del fitness e dello sport devono continuare a puntare sui Garmin.

Ma vediamo nel dettaglio cosa mi piace e cosa non mi piace di questo dispositivo.

Compralo se..

  • Vuoi uno smartwatch bello, elegante, raffinato e quadrato
  • Vuoi ascoltare la musica direttamente dall’orologio collegato alle cuffie, senza telefono
  • Vuoi un fitness tracker preciso e affidabile dentro all’orologio

Non comprarlo se..

  • Vuoi uno smartwatch estremamente preciso e completo per lo sport
  • Vuoi un orologio che tenga sotto controllo la tua salute in modo preciso, lo stress e altri parametri monitorati di giorno e di notte
  • Vuoi una batteria che duri settimane o comunque tantissimi giorni

Recensione video

Ecco la mia video recensione di Amazfit GTS 2 e un confronto con Garmin Venu:

Detto questo, passiamo all’analisi dei punti di forza e debolezza di questo prodotto.

I PRO di Amazfit GTS 2

Caricabatterie

Caricabatterie magnetico: molto comodo da utilizzare, si ricarica lo smartwatch in un lampo.

Design

Design molto bello, non stravolge quello del precedente modello. Ha dimensioni leggermente più contenute, mentre le cornici sono leggermente meglio ottimizzate rispetto al GTS 1.

In generale abbiamo a che fare con un prodotto molto elegante, ben realizzato, perfetto da indossare quando si fa sport o negli eventi più eleganti. E’ molto simile ad Apple Watch e personalmente mi piace.

Apprezzo particolarmente la “sporgenza” che copre il pulsante laterale perché lo rende meno sporgente quando andiamo a piegare il polso, soprattutto durante l’attività sportiva.

Materiali

Materiali di ottima qualità. La cassa, realizzata in lega di alluminio, risulta ben costruita e al tatto offre una piacevole sensazione di solidità e compattezza. Inoltre è resistente all’acqua fino a 5 ATM (50 metri).

Display

Display ampio e ben leggibile SEMPRE. Il display da 1.65″ AMOLED 348×442 pixel (341 ppi), tra l’altro, è stato lavorato con trattamento al carbonio diamantato che ne rafforza la resistenza.

Si legge benissimo anche di giorno e all’aperto sotto al sole, i neri sono profondi e davvero ben tarati. La luminosità si può regolare manualmente o automaticamente tramite i sensori, che sono piuttosto precisi. Molto bene anche l’accensione automatica dello schermo quando andiamo a ruotare il polso, nettamente meglio rispetto al Garmin.

C’è anche l’Always-on display: possiamo attivarlo per vedere sempre l’orario e la percentuale della batteria, ma il tutto a discapito dell’autonomia.

Ovviamente possiamo cambiare quadranti e schermate a piacimento per personalizzare il dispositivo ed adattarlo ai nostri gusti.

Speaker e Microfono per le chiamate

Sono presenti speaker e microfono, che ci permettono di rispondere alle chiamate direttamente dall’orologio, molto comodo se abbiamo le mani impegnate o sporche. In generale noi sentiamo abbastanza bene, dall’altra parte anche.

Quando ci chiamano, possiamo scegliere se silenziare, rispondere o riattaccare. Se vogliamo rispondere, possiamo farlo direttamente dall’orologio, ma con un click possiamo ripassare al telefono.

NOTA: l’orologio NON ha accesso ai contatti, quindi la chiamata NON può partire direttamente da li, bisogna sempre partire dal telefono.

Cinturino

Realizzato in TPU, comodo e morbido, non stringe troppo, si regola bene e facilmente, non da alcun fastidio. Ma soprattutto non raccoglie sporcizia e polvere, al contrario di altri cinturini di prodotti simili e concorrenti.

Ha un passo da 20mm e ovviamente può essere facilmente sostituito (sgancio rapido).

Connettività

Connessione Bluetooth 5.0 sempre stabile e affidabile, non ho mai riscontrato problemi di connessione col telefono.

Sensore battito cardiaco

Abbastanza preciso, soprattutto se paragonato al Garmin Venu che era sull’altro polso.

Sensore SpO2 – Saturimetro – Ossigenazione del sangue

Anche in questo caso abbastanza preciso e affidabile.

Sistema operativo

Il software è veloce, mentre l’interfaccia è chiara, intuitiva e semplice da navigare.

Effettuando uno swipe dall’alto verso il basso si accede al centro di controllo, dove è possibile attivare la torcia, regolare la luminosità, attivare la modalità non disturbare, attivare il risparmio energetico, bloccare l’orologio, trovare lo smartphone, regolare il volume e l’always on display.

Scorrendo il dito dal basso verso l’alto si accede invece al centro notifiche, dove è possibile controllare tutti i messaggi ricevuti dai vari social network e le app di messaggistica. NON possiamo rispondere alle notifiche, solo leggerle.

Effettuando swipe da destra verso sinistra si trovano le statistiche PAI, i vari obbiettivi giornalieri (passi, calorie e km), la misurazione dei battiti, il meteo, la musica e il centro di scelta rapida.

Notifiche

Molto bene la gestione delle notifiche e delle chiamate, che vengono sempre segnalate anche tramite una vibrazione piuttosto forte.

Qui ci sono però vari “problemini”, dei quali parlo nella sezione dei CONTRO.

Memoria interna per la musica

Non manca la possibilità di salvare nella memoria interna dello smartwatch delle canzoni: questo ci permette di andare a correre lasciando a casa il telefono e collegando le cuffie direttamente all’orologio.

Abbiamo a disposizione 4GB per archiviare le nostre canzoni in formato MP3 (300-600 circa), che possono essere inviate all’orologio comodamente dal telefono in pochi click.

Attività sportive

Al momento Amazfit GTS 2 riesce a tenere traccia di 12 attività sportive, ma presto ne arriveranno tante altre tramite aggiornamento software.

Durante l’allenamento possiamo monitorare vari parametri e fortunatamente l’orario è sempre ben leggibile nell’angolo in alto a destra dello schermo. Sempre durante l’allenamento è possibile gestire la riproduzione musicale.

A fine allenamento possiamo rivedere rapidamente tutte le statistiche dell’attività svolta, sia dall’orologio che dal telefono.

Da rivedere il calcolo delle calorie, sempre troppo basso rispetto a quelle realmente consumate.

GPS e conteggio passi

Fix GPS buono e rapido, anche se la prima volta ha richiesto davvero tanto tempo (oltre 3 minuti).

Per quanto riguarda la precisione, il GPS è molto simile a quello del Garmin e in linea di massima lo reputo abbastanza preciso, ma non perfetto: in alcune situazioni ha sbagliato la rilevazione di qualche metro.

I passi calcolati, invece, mi sembrano un pò sottostimati in generale.

E’ possibile condividere i dati con Strava e Google Fit.

Analisi del sonno

Precisa e dettagliata. Monitora la fase REM, quella di sonno leggero, poi ci da un punteggio su quanto è stato buono il nostro sonno. Riesce anche ad analizzare la qualità del respiro durante il sonno, utile per capre se soffriamo di apnee notturne.

App per Android e iOS

Facile, chiara e intuitiva da navigare. Permette di regolare e gestire vari aspetti dell’orologio e delle sue Impostazioni. Dalla homepage possiamo vedere un riassunto delle statistiche più importanti, dalle altre schermate possiamo invece personalizzare le impostazioni dell’orologio.

Sia collegandolo ad iOS che ad Android abbiamo le stesse funzionalità a disposizione.

Autonomia

La batteria montata su questo smartwatch targato Amazfit è da 246 mAh e, durante i miei test, è stata in grado di arrivare fino a 5-6 giorni. 

TUTTO, però, dipende dalle funzioni attive: se si attiva l’always-on display, la durata della batteria cala e scende a 3 giorni. Attivando il risparmio energetico, invece, si arriva fino ad 11 giorni.

La ricarica completa richiede 2 ore circa.

I CONTRO di Amazfit GTS 2

Ecco, invece, quello che non mi convince dello smartwatch.

  • Caricatore proprietario: dobbiamo sempre portarlo con noi per ricaricare il dispositivo
  • Integrazione con Alexa: non è ancora arrivata, la aspettiamo ormai da mesi..quando arriverà?
  • NFC è presente, ma in Italia non si può usare. A cosa serve allora se non possiamo usarlo per pagare?
  • Gestione delle notifiche buona ma migliorabile. NON è possibile rispondere alle notifiche. Non possiamo vedere le foto che ci vengono inviate. Non possiamo ascoltare messaggi vocali ricevuti. Possiamo vedere le emoji, ma non tutte (soprattutto se ce le mandano con iPhone)
  • Non sono riuscito a fare leggere correttamente le notifiche inviate dall’app Spark > quando mi arriva una mail, vedo solo che è arrivata una notifica, ma non posso leggerla
  • Non è possibile avviare una telefonata direttamente dall’orologio
  • Solo 12 attività sportive tracciabili: quando arrivano le altre, promesse dall’azienda mesi fa? Inoltre non ci sono metriche dedicate per tutte le attività: in moltissimi casi misura solo battiti, calorie e tempo di esercizio. Gli sportivi più esigenti devono rivolgersi a Garmin per questo aspetto
  • GPS veloce nel fix, ma non preciso al metro. Non adatto agli sportivi più esigenti
  • Indice PAI simpatico, ma quasi inutile a livello pratico
  • Calorie: vengono SEMPRE sottostimate, sia se confrontiamo i valori con il Garmin, sia se li confrontiamo con quelli rilevati dagli attrezzi (vogatore, tapis roulant, ellittica..)

Prezzo Amazfit GTS 2

Costa 169 euro, un prezzo assolutamente in linea con la qualità dell’hardware, il design, i materiali e le funzioni offerte.

Come dicevo ad inizio articolo, non è sicuramente perfetto, ma a questo prezzo i pochi difetti rilevati passano sicuramente in secondo piano.

E’ innegabile che chiunque comprerà Amazfit GTS 2 ne resterà MOLTO soddisfatto, e le cose potranno solo migliorare con i futuri aggiornamenti software che arriveranno.

Unica nota finale: gli sportivi veri, quelli che vogliono analizzare tutte le informazioni sulla propria attività fisica, a questo prezzo dovrebbero preferire un Garmin Venu o un Garmin SQ.

Garmin Venu - Smartwatch GPS, AMOLED, Music, Garmin Pay, Wi-Fi, iOS/Android, 43 mm, lunghezza...
Luminoso display amoled con colori brillanti; Autonomia fino a 5 giorni; Scarica le tue p la y li st per ascoltarle anche senza smartphone
319,00 €
Garmin Venu Sq, Smartwatch GPS Sport con Monitoraggio della Salute e Garmin Pay, Grigio...
Compatibilità dello smartphone: iPhone, Android
185,29 €

Meglio Amazfit GTS 2 o GTR 2?

Sei indeciso su quale dei due modelli comprare? Nessun problema, leggi la mia guida in cui mostro PRO e CONTRO di ogni modello: Meglio Amazfit GTR 2 o GTS 2? Differenze e Confronto

In un istante avrai le idee chiarissime su quale dei due acquistare.

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here