Tesla “cambia” l’uso dei Supercharger Tesla in Italia: ecco tutte le novità dal 13 ottobre. Supercharger Tesla diventano a pagamento: ecco prezzi e costi

Supercharger Tesla a pagamento

Brutte notizie arrivano per tutti gli italiani che possiedono una Tesla: arriva lo stop alle ricariche gratis e anche la tariffa “anti maleducati” per chi lascia l’auto parcheggiata dopo aver completato il pieno di energia.

Ecco tutte le novità in vigore dal 13 Ottobre per chi possiede una Tesla.

Cosa cambia dal 13 Ottobre per le Tesla in Italia?

Tramite una comunicazione ufficiale che sta arrivando ai possessori dell’auto (anzi, a dire il vero sono 2 le email che potrebbero arrivare dall’azienda), Tesla fa sapere che dal 13 ottobre la ricarica presso le colonnine Supercharger in Italia diverrà a pagamento.

Se fino ad oggi le ricariche presso i Supercharger in Italia erano gratuite per tutti (probabilmente a causa di un problema burocratico ora risolto), le cose cambieranno radicalmente a brevissimo.

Escludendo tutti i clienti che hanno le ricariche gratis presso i Supercharger perché comprese nel prezzo di acquisto dell’auto, per tutti gli altri dal 13 Ottobre sarà necessario pagare le ricariche della propria auto.

Quanto si paga la ricarica al Supercharger Tesla?

Il prezzo indicativamente è di 31 centesimi al kwh, ma potrebbe variare in base a determinati parametri, quindi è da prendere con le pinze.

Arriva la tariffa anti-maleducati

Ma le novità non finiscono qua.

Nella stessa comunicazione, Tesla fa sapere che, oltre alle sessioni di ricarica, la Casa applicherà delle tariffe anche per semplice sosta oltre il tempo necessario per la ricarica.

In pratica, chi lascerà l’auto parcheggiata negli stalli più a lungo del tempo necessario per la ricarica dovrà pagare una sorta di multa, visto che impedisce ad altri utenti di usufruire della colonnina.

“Le tariffe di occupazione – si legge nella comunicazione della Casa – sono pensate per migliorare l’esperienza cliente nelle stazioni Supercharger più frequentate. In quanto proprietario Tesla, ti verranno addebitate tariffe di occupazione soltanto nel caso in cui la tua Tesla occupi uno stallo di ricarica oltre i 5 minuti dopo il completamento della ricarica e le postazioni di ricarica siano occupate almeno per il 50%”.

Come puoi notare, la “multa” di Tesla non viene applicata automaticamente a tutti e nemmeno in tutti i Supercharger, ma dipenderà da dove ti trovi e dall’affollamento della zona. E’ comunque meglio tenere bene a mente questa regola, altrimenti rischi di trovarti a pagare tariffe più elevate senza saperne il motivo.

Chi avrà ancora la ricarica gratis presso i Supercharger?

Come anticipato, ci saranno ancora delle Tesla che usufruiranno della ricarica gratuita, ma dovranno ugualmente attivare un metodo di pagamento per far fronte all’eventuale sanzione inerente l’occupazione “abusiva” degli stalli, pena il divieto di accesso alla rete Supercharger.

Ad ogni modo, non è ancora chiaro quali siano le Tesla che continueranno a poter ricaricare gratis ai Supercharger. Ad alcuni proprietari, in base alla vettura acquistata, il messaggio aggiunge la frase “La tua Tesla continuerà ad usufruire delle ricarica Supercharger gratis”.

Per gli altri, invece, le tariffe saranno comunicate al momento della ricarica direttamente sul touchscreen dell’auto.

In linea di massima, per il momento sembra che le Tesla che continueranno ad avere ricarica gratis presso i Supercharger sono:

  • Model S
  • Model X
  • Model 3 Performance

Al momento però non sappiamo se la tariffa per la ricarica venga applicata in base al modello dell’auto o al periodo di acquisto.

In tutto questo, resta comunque valida la possibilità di ricaricare gratis la propria Tesla grazie al programma di referral, l’iniziativa che premia chi acquista e chi consiglia l’acquisto di una vettura della Casa di Palo Alto che include, tra l’altro, 1.500 km di ricariche gratis.

Tutti i chiarimenti sono nel messaggio inviato da Tesla

Se hai ancora qualche dubbio su queste novità apportate da Tesla per quanto riguarda il territorio italiano, ti invito a leggere il messaggio che ti è stato recapitato direttamente sullo schermo della tua auto.

Al suo interno troverai le risposte a tutti i dubbi e a tutte le domande relative al pagamento dei Supercharger.

In linea di massima, Tesla sta mandando 2 tipi di email ai propri clienti:

  • una per informarli del fatto che i Supercharger diventeranno a pagamento o per comunicare loro che potranno continuare a ricaricare gratis
  • una per informarli della nuova tariffa che si applica se, terminata la ricarica, non viene spostata l’auto

Quale delle due email hai ricevuto tu? Entrambe? Solo una?

Faccelo sapere nei commenti a fine articolo e, soprattutto, facci sapere cosa ne pensi di questa brutta novità in arrivo da Tesla per gli utenti italiani.

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here