UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

Il Green Pass sarà obbligatorio dal 6 agosto per molte attività in Italia. Ecco TUTTO quello che devi sapere sul Green Pass per evitare multe e problemi

Green Pass obbligatorio

AGGIORNAMENTO – Green Pass: cosa cambia dal 1 Settembre in Italia

Ci siamo: come anticipato negli scorsi giorni, il Green Pass è diventato obbligatorio per alcune attività in Italia.

Nella serata di ieri, 22 Luglio 2021, il premier Mario Draghi ha infatti annunciato misure più stringenti per contenere l’ultima impennata di contagi da Coronavirus nel nostro Paese.

Visto che l’argomento è molto caldo e caro agli italiani, direi di non perdere tempo: cerchiamo di fare chiarezza su tutto quello che bisogna sapere sul Green Pass.

Dove sarà obbligatorio il Green Pass dal 6 Agosto 2021 in Italia?

Nello specifico, dopo le consultazioni con le Regioni, si è annunciato che in Italia sarà necessario esibire il Green Pass per:

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

  • Consumare al tavolo in ristoranti e bar al chiuso
  • Accedere a musei e mostre
  • Assistere a spettacoli aperti al pubblico
  • Assistere a concerti, eventi e competizioni sportive
  • Partecipare alle attività al chiuso di centri culturali, sociali e ricreativi (sono esclusi i centri educativi per l’infanzia ed i centri estivi)
  • Entrare nei centri benessere
  • Entrare in palestra, piscine, campi per sport di squadra al chiuso
  • Entrare nei centri termali
  • Accedere alle strutture sanitarie e le RSA
  • Entrare nei parchi tematici e di divertimento
  • Partecipare a fiere, sagre, convegni e congressi
  • Partecipare a feste e ricevimenti
  • Partecipare ai concorsi pubblici
  • Accedere alle sale gioco, sale scommesse, bingo e casinò

Green pass: dove non sarà obbligatorio

Il green pass in Italia non è richiesto per:

  • entrare al supermercato e nei centri commerciali
  • entrare a scuola, in fabbrica e in ufficio
  • andare in discoteca (perché le discoteche restano chiuse)
  • i bambini sotto i 12 anni
  • entrare nei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione
  • treni, navi, aerei e pullman su tratte nazionali
  • mezzi pubblici locali (metro, bus, tram, treni regionali)
  • ristoranti all’aperto
  • piscine all’aperto
  • prendere il caffè al bancone del bar

Chi deve avere il Green Pass?

Tutti gli italiani che abbiano un’età superiore ai 12 anni.

Tutti i bambini sotto ai 12 anni sono esentati dal Green Pass.

Il Green Pass serve anche in zona bianca?

Si, per tutte le attività appena elencate.

Da quando è obbligatorio il Green Pass?

Le nuove misure entreranno in vigore il 6 agosto, anche se formalmente il decreto sarà valido a partire dal 23 luglio.

Questo permetterà agli operatori di adeguarsi alle nuove norme e al tempo stesso permetterà alle regioni di adottare più rapidamente i nuovi parametri per il passaggio da una zona all’altra, altro punto fondamentale discusso nel consiglio dei ministri di oggi.

Posso avere il Green Pass dopo la prima dose di vaccino?

Si. E’ possibile ottenere e scaricare il Green Pass anche solo dopo la prima dose di vaccino.

Nelle passate settimane si era parlato della possibilità di fare in modo di generarla solo a seguito del ciclo vaccinale completo, ma il Governo ha deciso di non perseguire tale strada.

Come si ottiene il Green Pass

Il Green Pass può essere in formato digitale o cartaceo e per averlo è necessaria una di queste condizioni:

  • che la persona ha ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Coronavirus
  • che la persona è guarita dal COVID-19 negli ultimi 6 mesi
  • che la persona nelle ultime 48 ore è risultata negativa ad un test molecolare o antigenico rapido (saranno imposti dei prezzi contenuti per i tamponi)

Come e dove scaricare il green pass italiano?

Per ottenere il Green Pass sono possibili varie strade:

  • utilizzare le app IMMUNI o IO
  • collegarsi al sito dgc.gov.it con lo Spid, la tessera sanitaria o il documento di identità
  • accedere al proprio fascicolo sanitario elettronico
  • rivolgersi al proprio medico di famiglia
  • recarsi in una farmacia

Per quanto tempo vale il Green Pass?

La durata della Certificazione varia a seconda della prestazione sanitaria a cui è collegata.

In caso di vaccinazione:

  1. per la prima dose dei vaccini che ne richiedono due, la Certificazione sarà generata dal 12° giorno dopo la somministrazione e avrà validità a partire dal 15° giorno fino alla dose successiva
  2. nei casi di seconda dose o dose unica per pregressa infezione: la Certificazione sarà generata entro un paio di giorni e avrà validità per 270 giorni (circa nove mesi) dalla data di somministrazione
  3. nei casi di vaccino monodose, la Certificazione sarà generata dal 15° giorno dopo la somministrazione e avrà validità per 270 giorni (circa nove mesi)

Nei casi di tampone negativo la Certificazione sarà generata in poche ore e avrà validità per 48 ore dall’ora del prelievo.

Nei casi di guarigione da COVID-19 la Certificazione sarà generata entro il giorno seguente e avrà validità per 180 giorni (6 mesi).

Sanzioni e multe con Green Pass

I titolari o i gestori dei servizi e delle attività autorizzati sono tenuti a verificare che l’accesso ad essi avvenga nel rispetto delle prescrizioni e, in caso di violazione, i trasgressori rischiano una sanzione pecuniaria da 400 euro a 1.000 euro (e ciò sia a carico dell’esercente che dell’utente).

Nel caso in cui la violazione dovesse essere ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe anche essere chiuso da 1 a 10 giorni.

Green Pass, colori delle regioni: scarica il decreto con tutte le novità

Scarica il testo del decreto 22 luglio 2021 in formato PDF.

I nuovi parametri per il cambio colore delle regioni

Per la precisione: i nuovi parametri per valutare il cambio colore delle regioni (attualmente sono tutte bianche) puntano prevalentemente sull’incidenza ospedaliera:

  • la zona gialla entrerà in vigore quando negli ospedali saranno occupati il 10% dei posti letto in terapia intensiva e il 15% delle ospedalizzazioni complessive
  • le percentuali salgono rispettivamente a 20 e 30% per la zona arancione e 30 e 40% per la zona rossa.

Proroga dello stato di emergenza fino al 31 Dicembre 2021

Il terzo punto chiave discusso durante il Consiglio dei ministri è la proroga dello stato di emergenza: ora scadrà il 31 dicembre 2021, naturalmente salvo ulteriori proroghe.

Dubbi o domande?

Lascia un commento a fine articolo, ti risponderemo il prima possibile.

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

2 COMMENTS

  1. Italiano residente in Germania non vaccinato. Ritorno in Italia x le ferie a metà agosto con l aereo. Cosa devo fare?

    • Guardare sul sito della tua compagnia aerea cosa richiede per salire. In più sicuramente il PLF per entrare in Italia. Poi quando sei in Italia vigono le regole del Green Pass che trovi nell’articolo. Non avendo il Green Pass servirà tampone per partecipare alle attività in elenco

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here