Cosa Sono Le eSIM? Come Funzionano? Le Cose Da Sapere

0

È giunto il momento di parlare davvero di eSIM. eSIM: cosa sono? Come funzionano? Dove si comprano? Come si usano? A cosa servono? Tutto quello che devi sapere sulle eSIM

Cosa Sono Le eSIM? La guida completa

Con l’arrivo dei nuovi iPhone XS e iPhone XR anche in Italia, gli utenti italiani hanno iniziato a famigliarizzare con il concetto di eSIM.

Questa particolare tecnologia è in realtà disponibile ormai da qualche anno, ma solo adesso le eSIM sono state “sdoganate” e arrivano sulla bocca di tutti visto che i nuovi iPhone XS e XR sono dotati di connettività Dual SIM proprio tramite eSIM.

Prima nessuno si filava le eSIM nemmeno di striscio, ma adesso che Apple ha usato le eSIM sui propri iPhone tutti le vogliono, tutti vogliono scoprire cosa sono le eSIM e come funzionano.

Se anche tu sei curioso di conoscere in modo più approfondito questa tecnologia particolare, sei nel posto giusto. Di seguito infatti vedremo insieme tutto quel che c’è da sapere sulle eSIM. 

LEGGI ANCHE:

Non perdiamo tempo e andiamo dritti al punto.

Cosa sono le eSIM?

Iniziamo col dire che il termine eSIM sta per SIM embedded, cioè incorporata. Una volta compreso questo concetto, non è difficile intuire cosa siano le embedded SIM.

Si tratta infatti di SIM incorporate all’interno di un dispositivo, che in questo caso è semplicemente un chip collegato alla scheda madre che, come le normali schede, identifica univocamente il cliente sulla rete (SIM sta infatti per Subscriber identity module).

Cosa cambia da normale SIM a eSIM?

I vantaggi offerti dalle eSIM sono notevoli.

A differenza delle normali SIM, le eSIM sono riprogrammabili e il cambio di operatore si esegue via software e tramite un login: basta selezionare il gestore ed eseguire l’accesso per far sì che lo smartphone si colleghi alla rete giusta, senza necessità di sostituire fisicamente la scheda.

Questo è un primo e importante vantaggio: per cambiare operatore non dovremo comprare una nuova SIM e potremo dunque risparmiare tempi e costi. 

Inoltre queste SIM “virtuali” sono state pensate per dispositivi dalle dimensioni molto ridotte, su cui era necessario risparmiare spazio (come ad esempio gli smartwatch), quindi anche su smartphone permetteranno di liberare spazio nella scocca interna per lasciare il posto ad altri componenti hardware o comunque per ridurre peso e dimensioni dei nostri smartphone.

Certo, si tratta di pochi millimetri, ma anche questi contano al giorno d’oggi.

Quando arriveranno le eSIM?

Come anticipato, le eSIM non sono una tecnologia nuova, semplicemente gli utenti le hanno scoperte solo ora visto che Apple ha integrato questa tecnologia sui propri iPhone XS e XR.

Questo per dire che le eSIM sono già disponibili da tempo, precisamente dal 2014, quando Apple le ha introdotte (più o meno, visto che ancora non si chiamavano eSIM) su iPad Air 2. 

Le eSIM sono nate effettivamente il 18 febbraio 2016, quando la GSMA, associazione mondiale degli operatori mobili, ha annunciato le prime specifiche tecniche delle eSIM, stabilendo un primo passo verso il passaggio alle SIM virtuali.

Tra i primi dispositivi che avevano supportato questa tecnologia ricordiamo che c’era ad esempio lo smartwatch Samsung Gear S2 classic 3G, seguito da Huawei Watch 2 e ovviamente anche dagli smartwatch Apple.

Proprio parlando di Apple, ricordiamo che Apple Watch Series 3 e Apple Watch Series 4 saranno disponibili anche in Italia con eSIM in collaborazione con Vodafone a partire dal 21 settembre 2018.

Il discorso cambia invece per il supporto Dual SIM (con eSIM) per iPhone XS e XR: al momento infatti in Italia nessun operatore italiano supporta le eSIM dei nuovi smartphone della mela. Forse le cose cambieranno in futuro (Vodafone supporta le eSIM di iPhone in Spagna e Germania), ma per ora nessun operatore italiano permetterà di usare le eSIM di iPhone XS e XR. 

Come funzionano le eSIM? Come attivare eSIM?

La configurazione delle eSIM viene gestita completamente via software, visto che, come anticipato, queste eSIM non richiedono di sostituire fisicamente la scheda e sono collegate direttamente alla scheda madre dello smartphone.

Dunque il processo di selezione dell’operatore e dell’offerta tariffaria viene gestito direttamente via software. Tutto molto semplice e immediato.

Per quanto riguarda i nuovi iPhone XS e XR, ad esempio, la registrazione sulla rete di un operatore avverrà tramite un codice QR o tramite un app rilasciata dal gestore.

Al momento non mi risulta che Android abbia un menù dedicato per queste funzionalità. Forse sarà introdotto nelle prossime settimane/mesi da Google

Quando eSIM in Italia? A che punto siamo?

In Italia il supporto per le eSIM è abbastanza indietro.

Al momento, infatti, solo Vodafone ha confermato il supporto alle eSIM per Apple Watch 4 e Apple Watch 3. 

TIM in passato aveva supportato le eSIM di Samsung Gear S2 nel 2016, ma per ora non ha comunicato nulla sul supporto delle eSIM per i nuovi iPhone e i nuovi Apple Watch.

Dunque per il momento in Italia potremo usare le eSIM Apple solo con Vodafone e solo per comprare Apple Watch Series 4 con supporto alle reti LTE.

Non ci sono ancora informazioni da Wind, Tre, Iliad e tutti gli altri operatori virtuali.

eSIM su Apple Watch 4: serve un nuovo contratto?

Per ora è presto per esprimersi visto che non abbiamo informazioni ufficiali a riguardo.

In teoria, almeno per Apple Watch, IN TEORIA non serve un nuovo contratto poiché la eSIM viene abilitata “duplicando” una scheda già esistente. In altre parole, dovremmo poter collegare il nostro numero di telefono (e relativo piano dati) all’orologio della mela senza la necessità di sottoscrivere un nuovo contratto.

Come già detto, però, aspettiamo maggiori informazioni a riguardo.

Conclusioni

Per questo articolo sulle eSIM è tutto. Speriamo di aver fatto chiarezza e di averti spiegato tutto ciò che devi sapere sulle eSIM.

In caso di dubbi o domande, lascia un commento a fine articolo.

FONTE

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here